Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Mon, 25 Mar 2019 03:37:48 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/1 “NON FA RIDERE”: ONLINE IL VIDEO DELLA CAMPAGNA DI ARCIGAY PER CONTRASTARE L’HATE SPEECH Thu, 21 Mar 2019 15:20:45 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534669.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534669.html Arcigay Arcigay

“NON FA RIDERE”: ONLINE IL VIDEO DELLA CAMPAGNA DI ARCIGAY PER CONTRASTARE L’HATE SPEECH

L’iniziativa è inserita nel progetto europeo Accept realizzato assieme alla Fondazione Bruno Kessler. Monitorati più di 500mila contenuti in rete.


Bologna, 21 marzo 2019 -  Si intitola “Non fa ridere” la campagna social che Arcigay lancia per contrastare il discorso d’odio on line (hate speech), in particolare quello che maschera omofobia, lesbofobia, transfobia, bifobia con il velo dell’ironia, in modo da renderli socialmente accettabili e perfino virali sul web. L’iniziativa è inserita all’interno del progetto europeo Accept realizzato da Arcigay assieme alla Fondazione Bruno Kessler di Trento e che ha monitorato, grazie a una piattaforma progettata ad hoc dai tecnici della fondazione, per un anno (da marzo 2018 a febbraio 2019) quasi 530mila contenuti, tra tweet, news e post su facebook. Un gruppo di valutatrici e valutatori (diversi per provenienza geografica, sesso, orientamento sessuale, età, e livello di istruzione ma accomunati dalla dichiarata appartenenza a posizioni socio-politiche liberali, progressiste e democratiche). si è occupato di classificare i tweet (positivi se mostravano una posizione aperta e inclusiva nei confronti delle persone LGBTI, negativi se escludenti, discriminatori e offensivi, dubbi se il messaggio era ambiguo o poco decifrabile). L’analisi ha scremato il materiale e ha portato alla definizione di un campione di  5.189 tweet che hanno permesso di trarre alcune prime considerazioni: innanzitutto, i messaggi contenenti odio si possono dividere in tre cluster: mondo dello spettacolo, dibattito pubblico e attualità, diritti e temi etici. Le parole più ricorrenti nei messaggi negativi sono: ricchione, propaganda, ordine, natura. Quelle più ricorrenti nei messaggi positivi sono: cittadini, gruppo, associazioni, sociali. Nei messaggi dubbi troviamo: privilegio, battuta, scherzo, opinione. E ancora: i tweet più polarizzanti, ovvero quelli in cui i valutatori sono stati maggiormente in disaccordo, camuffano le parole di odio con intenti sarcastici. Una persona su dieci esprime posizioni discriminatorie quando tratta argomenti LGBTI, mentre quattro persone su dieci esprimono posizioni ambigue, almeno nella metà dei casi attribuibili ad un linguaggio ironico nella forma, offensivo negli intenti.

Sulla base di queste considerazioni, con l’aiuto dell’agenzia di comunicazione Pavlov, si è scelto di produrre una contronarrativa focalizzata sul  confine labile che esiste tra scherzo e offesa, tra libera opinione e linguaggio discriminatorio, mettendo in evidenza pericolosità e contraddizioni che si muovono su quel confine. L’odio si annida laddove si lascia passare il messaggio che esista un gruppo sociale più meritevole di un altro, in virtù del supposto possesso di caratteristiche migliori. Il video #nonfaridere cerca infatti di far emergere la parte razionale, estremizzando le dinamiche di quello che è accettato come “battuta”, ma che invece si configura come offesa gratuita.Il filmato stesso, condiviso sui social network, sarà oggetto di monitoraggio per misurare quantitativamente e qualitativamente le reazioni degli utenti del web alla contronarrativa. Il 15 aprile prossimo, infine, alla sede della Rappresentanza dell Commissione europea, in Palazzo Campanari a Roma, il progetto Accept sarà raccontato nel metodo e nel merito, con i dati, il video e tutte le analisi che ne conseguono.


A questo link è possibile scaricare il video:  https://drive.google.com/a/arcigay.it/file/d/1DUkEGVmsCNQH4ZAzAr1UHvk0UZaIEVfs/view?usp=sharing  

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  ( 338.1350946)


]]>
INVITO STAMPA | Domani h12 Sala Stucchi per la Fondazione San Bortolo e un'Automedica SUEM, il GRAN CONCERTO DI PRIMAVERA Wed, 20 Mar 2019 13:03:14 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534472.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534472.html Studio MeMo Studio MeMo

INVITO  

alla CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE del

Gran Concerto di Primavera

Giovedì 21 marzo ore 12 Sala Stucchi di Palazzo Trissino

 

Musica e vibrazioni con un organico monumentale davvero raro, per uno spettacolo che a Vicenza aprirà la bella stagione,

il Gran Concerto di Primavera dedicato alla Fondazione San Bortolo Onlus grazie al Comune di Vicenza e alla Provincia di Vicenza,

con lo scopo di raccogliere fondi per l’acquisto di un’Automedica utile al Pronto Soccorso SUEM 118.

Sul palco gli artisti dell’Orchestra di Fiati della Provincia di Vicenza, della Wind Band del Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo”  e i ballerini di Percorso Danza.

 

Gran Concerto di Primavera

Teatro Comunale di Vicenza Domenica 24 marzo h 20.45

Orchestra di Fiati della Provincia di Vicenza e il Conservatorio A. Pedrollo

Direttore Artistico Andrea Loss con la partecipazione straordinaria del Mo. Direttore Felix Hauswirth

 

INTERVERRANNO

Francesco Rucco  Sindaco di Vicenza

Leonardo De Marzo Consigliere del Comune di Vicenza

Comm. Giancarlo Ferretto  Presidente della Fondazione San Bortolo

Alberto Carlesso  Presidente dell’Orchestra di Fiati della Provincia di Vicenza

M.o Roberto Antonello  Direttore del Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo”

Susanna Baio  Direttrice Artistica di Percorso Danza

 

L’evento ha il sostegno di Belluscio Assicurazione e dei Promotori Banca Mediolanum Vicenza

 

PER INFORMAZIONI

Fondazione San Bortolo Onlus 345 6233464 | info@fondazionesanbortolo.it | www.fondazionesanbortolo.it

Orchestra di Fiati della Provincia di Vicenza 339-8637306  info@orchestradifiati.com | www.orchestradifiati.com

Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo” 0444 507551 | produzione@consvi.it  | www.consvi.it

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Distribuzione di opuscoli contro le droghe nella movida di San Salvario a Torino Wed, 20 Mar 2019 10:57:19 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534433.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534433.html terra di libertà terra di libertà con una bevanda alcolica ,chi con una bottiglia di birra, chi con uno spinello tra le dita o tra le labbra. Chi esce da un bar, chi entra in un altro chi va avanti e indietro, chi si ferma a salutare. Non si sa di cosa parlino e quando i volontari porgono gli opuscoli qualcuno risponde: "Ma la droga è buona ci si diverte". A volte il lavoro dei volontari sembra inutile ma tra tanti giovani alcuni ringraziano per quelle informazioni. Quella folla inconsapevole è come un mare in tempesta per un capitano che,solo se non la teme, potrà superarla."Le droghe"ha scritto L. Ron Hubbard "derubano la vita delle sensazioni e delle gioie che sono le uniche ragioni per cui esistere".
Torino 20 Marzo 2019

Maria Grazia Scaglione

]]>
Presentazione della campagna ,"La via della felicità" nell'Istituto Grassi di Torino Tue, 19 Mar 2019 16:47:31 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534100.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/534100.html terra di libertà terra di libertà
Torino 19 Marzo 2019

Maria Grazia Scaglione
]]>
Polycarbonate Diol Industry with Market Applications, Size, Share and Demand till 2024 Tue, 19 Mar 2019 14:22:56 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/533973.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/533973.html Press Release Press Release Polycarbonate diol (PCD) is a kind of polyol chemical materials, with two ends -OH functional group molecular, and molecular weight ranges from hundreds to thousands. Its molecular chain contains aliphatic alkyl and carbonate repeat units, chemical property resins aliphatic polyester and polyether polyol rather than general polycarbonate materials. Polycarbonate diol usually used for the synthesis of urethane resin, acrylic resin, polyester resin and other materials. It can be used as a polyurethane-based coating formulation, in decorative materials of the car, smart phones, computers and other products, providing extreme durability and high performance to the final polymer.

For Sample Copy of this Report at https://www.orianresearch.com/request-sample/862338      

Scope of the Report:

This report focuses on the Polycarbonate Diol in global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Polycarbonate diols provide significantly enhanced hydrolytic stability, impact resistance, hardness, and chemical resistance, comparing with other polyester polyol. Polycarbonate-polyurethane products enhanced UV resistance, excellent resistance to oils and fuels, and better abrasion resistance and tensile and tear strength compared to polyether-based polyurethane products.

Polycarbonate Diol Industry 2019 Market Research Report is spread across 105 pages and provides exclusive vital statistics, data, information, trends and competitive landscape details in this niche sector.               

Inquire more or share questions if any before the purchase on report https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/862338                              

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • UBE Chemical
  • TOSOH
  • Bayer
  • AsahiKASEI
  • Perstorp
  • Caffaro Industrie

Market Segment by Type, covers:

  • Solid PCD
  • Liquid PCD              

Market Segment by Applications, can be divided into:

  • Polyurethane Elastomers
  • Polyurethane Adhesives
  • Polyurethane Coating
  • Others

Order Copy Polycarbonate Diol Market of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/862338

There are 15 Chapters to deeply display the global Polycarbonate Diol market.

Chapter 1: Describe Polycarbonate Diol Introduction, product scope, market overview, market opportunities, market risk, and market driving force.

Chapter 2: Analyze the top manufacturers of Polycarbonate Diol Tablet, with sales, revenue, and price of Polycarbonate Diol Tablet, in 2015 and 2022.

Chapter 3: Display the competitive situation among the top manufacturers, with sales, revenue and market share in 2015 and 2022.               

Chapter 4: Show the global market by regions, with sales, revenue and market share of Polycarbonate Diol Tablet, for each region, from 2011 to 2022.

Chapter 5, 6, 7, 8 and 9: Analyze and talked about the key regions, with sales, revenue and market share by key countries in these regions.

Chapter 10 and 11: Show the market by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2011 to 2022.

Chapter 12: In Chapter Eleven Polycarbonate Diol market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 2012 to 2022.

Chapter 13, 14 and 15: Describe Polycarbonate Diol sales channel, distributors, traders, dealers, appendix and data source.

About Us
Research and analysis  is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. We are constantly updating our repository so as to provide our clients with the most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our clients.

Contact Us:                            

Ruwin Mendez                            

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

Follow Us on LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Domani grande distribuzione di opuscoli contro le droghe in via Chiesa della Salute a Torino Thu, 14 Mar 2019 00:11:06 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/532413.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/532413.html terra di libertà terra di libertà
Torino 13 Febbraio 2019

Maria Grazia Scaglione
]]>
Distribuzione di opuscoli informativi contro le droghe alla discoteca Remix di Torino Wed, 13 Mar 2019 00:21:14 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/532101.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/532101.html terra di libertà terra di libertà
Torino 12 Febbraio 2019

Maria Grazia Scaglione
]]>
VERONA, CONGRESSO MONDIALE FAMIGLIE A FINE MESE. ARCIGAY CHIAMA ALLA MOBILITAZIONE: "NESSUN PASSO INDIETRO SUI DIRITTI" Tue, 12 Mar 2019 16:49:30 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/531949.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/531949.html Arcigay Arcigay VERONA, CONGRESSO MONDIALE FAMIGLIE A FINE MESE. ARCIGAY CHIAMA ALLA MOBILITAZIONE: "NESSUN PASSO INDIETRO SUI DIRITTI"
Bologna, 12 marzo 2019 - "Quel congresso è quanto di più retrogrado e medievale sia mai passato nel nostro Paese: siamo pronti alla mobilitazione": Gabriele Piazzoni, segretario generale Arcigay, si scaglia contro il Congresso mondiale delle famiglie in programma dal 29 al 31 marzo a Verona. "Il premier Conte - prosegue Piazzoni -  ha disposto poco fa il ritiro del logo del Governo e questa è una notizia che accogliamo positivamente. Tuttavia ci lascia ancora sbalorditi il fatto che quel contenitore, che racchiude il peggio pensiero omotrasfobico e misogino, arrivi in Italia,  primo paese dell'Europa occidentale ad ospitarlo . Un fatto senza precedenti, spaventoso, che non lascia presagire nulla di buono in tema di riconoscimento dei diritti umani e civili. A quell'appuntamento prenderanno parola ministri importanti di questo governo, Salvini, Bussetti e Fontana. Il Governo non può girarsi dall'altra parte, ma deve porre argini alla deriva oscurantista che da mesi ormai denunciamo. Dai relatori invitati a Verona il nostro Paese non ha nulla da imparare ed è inquietante che membri del governo aprano un'interlocuzione con chi in ogni parte del mondo pratica l'oppressione di donne, omosessuali, transessuali. In questo senso, ringraziamo i parlamentari che in questi giorni stanno rappresentando in aula l'indignazione del Paese nei confronti di questa iniziativa e ci uniamo al coro di quanti e quante stanno chiamando alla mobilitazione. Anche Arcigay il 30 marzo sarà a Verona: a quella compagine di carnefici dei diritti mostreremo il nostro orgoglio e la nostra libertà", conclude Piazzoni


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  ( 338.1350946)


]]>
Aircraft Engines Industry 2019-2025 Market Analysis by Size, Growth, Top Manufacturers, Types, Trends, Demand and Forecast Research Thu, 07 Mar 2019 08:43:40 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530459.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530459.html Sushsawnat Sushsawnat Aircraft Engines Industry Report 2019 is a professional and in-depth study on the current state of the Aircraft Engines industry. The report provides a basic overview of the market status and forecast of the global major regions, with introduction of vendors, regions, product types and end industries.

For Sample Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/831750

Aircraft Engines Market 2019 Industry report is offers a clear picture of the current and future Industry trends, developments and opportunities. The report, prepared by a highly seasoned team of analysts and data experts, carries an array of tables and graphs besides qualitative analyses.

The Aircraft Engines report provides an independent information about the Aircraft Engines industry supported by extensive research on factors such as industry segments

size & trends, inhibitors, dynamics, drivers, opportunities & challenges, environment & policy, cost overview, porter’s five force analysis, and key companies profiles including business overview and recent development.

Top Key Vendors analyzed in Global Aircraft Engines Market are -

  • Excelitas Technologies Corp.
  • Hamamatsu Photonic K.K.
  • Murata Manufacturing Co., Ltd
  • FLIR Systems Inc.
  • Honeywell International Inc.
  • Texas Instruments Inc.
  • Infra Tec GmbH
  • Raytheon Company
  • Omron Incorporation  

Development policies and plans are discussed as well as manufacturing processes and cost structures are also analyzed. This report also states import/export consumption, supply and demand Figures, cost, price, revenue and gross margins.

Global Aircraft Engines Industry 2019 Market Research Report is spread across 80 pages and provides exclusive vital statistics, data, information, trends and competitive landscape details in this niche sector.

Order Copy of this Report 2019 @ https://www.orianresearch.com/checkout/831750

Market Segment by Types –

  • Bolometers
  • Photoconductive Detectors
  • Photovoltaic Detectors
  • Pyroelectric Detectors
  • Thermopiles

The main contents of the report including: Aircraft Engines Market

Section 1: Product definition, type and application, Global market overview;

Section 2: Global Market competition by company;

Section 3: Global sales revenue, volume and price by type;

Section 4: Global sales revenue, volume and price by application;

Section 5: United States export and import;

Section 6: Company information, business overview, sales data and product specifications;

Section 7: Industry chain and raw materials;

Section 8: SWOT and Porter's Five Forces;

Section 9: Conclusion.                         

Inquire more about this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/831750 .

Major Points from Table of Contents –

1 Market Overview       

2 Global and Regional Markets by Company

3 Global and Regional Markets by Type

4 Global and Regional Markets by Application

5 Regional Trades

6 Key Manufacturers                          

7 Industries Upstream

Continue………….

List of Tables and Figures…..

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository buoy Aircraft Engines sts of over 500,000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository to provide our clients with easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndication research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez                            

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

Follow Us on LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
OTTO MARZO, ARCIGAY ADERISCE E PROMUOVE LO SCIOPERO TRANSFEMMINISTA. UNA CAMPAGNA SOCIAL RACCONTA SETTE STORIE DI LOTTA E RESISTENZA Wed, 06 Mar 2019 14:55:08 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530414.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530414.html Arcigay Arcigay OTTO MARZO, ARCIGAY ADERISCE E PROMUOVE LO SCIOPERO TRANSFEMMINISTA.  UNA CAMPAGNA SOCIAL RACCONTA  SETTE STORIE DI LOTTA E RESISTENZA 
Bologna, 6 marzo 2019 - Sette donne simbolo dell’attivismo, protagoniste delle battaglie femministe, antirazziste e per l'affermazione degli orientamenti sessuali e delle identità di genere, sono  raccontate nelle altrettante card che compongono la campagna social realizzata da Arcigay, attraverso la sua Rete Donne, in occasione dell'8 marzo.  Hande Kader, attivista e sexworkers trans turca, arrestata durante il Pride di Instanbul, vietato dalle autorità, e ritrovata morta, carbonizzata e mutilata, poco tempo dopo; Audre Lorde, poeta lesbica afroamericana, icona del pensiero femminista intersezionale, vissuta negli Stati Uniti nella metà del secolo scorso; Marsha P.Johnson, donna nera transgender, tra le attiviste che diedero vita ai celeberrimi moti di Stonewall, a New York nel 1969, ritrovata morta in circostanza sospette nel 1992; Marcella Di Folco, fondatrice del Movimento Identità trans a Bologna e prima  transessuale eletta in cariche pubbliche  in Italia; Marielle Franco, femminista nera lesbica, nata e cresciuta nella favela di Maré a Rio de Janeiro, uccisa da otto colpi di pistola dopo aver denunciato le esecuzioni extragiudiziali, il narcotraffico e le violenze di genere della polizia brasiliana; Mariasilvia Spolato, prima donna lesbica ad aver fatto coming out in Italia, ripudiata dalla famiglia e dall'ambiente di lavoro, morta in solitudine e povertà in una casa di riposo a Bolzano;  Stella Young, giornalista, attrice comica e attivista femminista e per i diritti delle persone disabili, nata e vissuta in Australia, morta a soli 32 anni nel 2012. Sette storie di coraggio e pionierismo per ribadire che la lotta alla violenza di genere, alla discriminazione e all’abilismo sono un impegno quotidiano. Sette storie - spesso dimenticate - che parlano di autodeterminazione, r-esistenza e di ribellione alle norme imposte e del prezzo che si paga  per la libertà.   
"Per noi l’8 marzo - spiega Natascia Maesi, responsabile Politiche di genere nella segreteria nazionale di Arcigay - è una giornata di rivendicazione e di lotta nella quale i nostri corpi si uniscono a quelli delle compagne di Non una di meno e di tutti coloro che si riconoscono nella piattaforma politica dello sciopero globale transfemminista.  Sentirsi parte della marea transfemminista che attraverserà le strade, occuperà le piazze, invaderà i luoghi di lavoro e di cura e aderire alle modalità di sciopero previste, significa mettere in discussione l’eterosessualità obbligatoria, i ruoli sociali imposti, i derivati della mascolinità tossica, i rigidi modelli familistici basati esclusivamente sulla coppia; significa difendere il diritto all’autodeterminazione sui corpi contro le patologizzazioni e psichiatrizzazioni imposte alle persone trans e intersex, e combattere l’abilismo che discrimina le persone differentemente abili, ma anche il diritto a un permesso di soggiorno europeo senza condizioni, rifiutando ogni forma di violenza razzista e istituzionale contro le persone migranti. Sentirsi parte della marea transfemminista, significa rifiutare narrazioni violente e piene di mistificazioni che parlano di “ideologia gender”, denunciando le nostre difficoltà nel promuovere programmi di educazione sessuale e affettiva, alle differenze e al consenso nelle scuole; significa ribellarci alle stereotipizzazioni binarie ma anche mettere in discussione i privilegi maschili e la misoginia delle nostra stessa comunità prendendo le distanze da posizioni escludenti e discriminatorie nei confronti delle donne trans* (TERF) e delle sex workers (SWERF); significa  ribellarsi alla maternità imposta difendendo il diritto all’aborto libero, sicuro e gratuito, rimettere al centro il diritto al desiderio e al piacere, ma anche distinguere tra genitorialità e maternità, rifiutando ogni forma di sovradeterminazione delle donne.  La nostra comunità conosce la violenza che ti costringe a scappare di casa, che ti tiene sotto ricatto al lavoro, la violenza dello stigma agito sui nostri orientamenti, sui nostri copri non conformi, sulle nostre identità non binarie, sulle nostre famiglie non riconosciute e tutelate pienamente, sulle nostre relazioni non normate", conclude. 


I materiali della campagna sono scaricabili dal link:  https://www.arcigay.it/ogni-giorno-lottomarzo/#.XH_BR6TSIlQ

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)




]]>
Continua la campagna "Un mondo libero dalla droga" nei locali notturni di Torino. Wed, 06 Mar 2019 12:55:38 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530391.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/530391.html terra di libertà terra di libertà Torino 6 Marzo 2019

Maria Grazia Scaglione
]]>
Comunicato Stampa | Premiazione ABI - FIABA - FEDUF Premio giornalistico "Finanza per il sociale" Wed, 27 Feb 2019 15:31:22 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528386.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528386.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS Cerimonia premiazione premio giornalistico “Finanza per il Sociale”

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Image

Con preghiera di pubblicazione

 

 

Comunicato Stampa

 

Premio Abi-Fiaba-Feduf “Finanza per il Sociale”

Oggi la cerimonia di premiazione

 

Il premio ha il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti

Al Master in Giornalismo dell'Università di Bologna va il riconoscimento della quarta edizione

 

Il Premio Abi, Feduf, Fiaba “Finanza per il Sociale” va all’articolo di Immacolata Carmela Baccelliere, Vittorio Russo e Giorgia Tisselli, allievi del Master in giornalismo dell’Università di Bologna. L’elaborato “Siamo (quasi) tutti analfabeti finanziari” vince la quarta edizione del concorso giornalistico sul tema dell’eduzione finanziaria e al risparmio come strumento di inclusione sociale, promosso da Abi, Feduf, Fiaba, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. La cerimonia di premiazione ha avuto luogo oggi a Firenze, nell’ambito del convegno “Educazione finanziaria per la crescita del Paese, l’informazione, la tutela del risparmio, la sostenibilità e la cultura”, organizzato da Abi, Acri e Feduf per promuovere una riflessione a più voci sul tema.

 

Il Premio è stato consegnato dal Presidente Abi, Antonio Patuelli, dal Presidente Fiaba, Giuseppe Trieste, e per Feduf da Corrado Sforza Fogliani.

 

Il tema che ha dato avvio alla quarta edizione del premio Abi, Feduf, Fiaba è “Il ruolo dell’educazione finanziaria e al risparmio come strumento di inclusione sociale. Sfide e prospettive formative per le fasce più vulnerabili della popolazione”. L’elaborato premiato si caratterizza quindi per la capacità di raccontare come il rafforzamento delle competenze di educazione finanziaria sia un elemento indispensabile per il cittadino nella gestione dei risparmi, e contribuisca a una sua partecipazione più attiva e consapevole nei vari contesti sociali e lavorativi.

 

Una menzione speciale è stata assegnata all’articolo “Il colore dei soldi”, testo di Marco Procopio, studente del Master di giornalismo della scuola Walter Tobagi di Milano per l’aver individuato e messo in luce l’importanza del ruolo dell’educazione finanziaria e al risparmio come strumento di inclusione sociale.

 

Il premio “Finanza per il sociale” è rivolto ai praticanti e agli allievi delle scuole di giornalismo o master riconosciuti dall’Ordine dei Giornalisti. Per maggiori informazioni riguardanti il premio è possibile consultare i siti internet di Abi www.abi.it, Fiaba www.fiaba.org e Feduf www.feduf.it.

 

 

Firenze, 27 febbraio 2019

 

Image
Image

Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
Phase Change Materials Industry 2019-2024 Market Size, Share, Manufacturers, Applications, Demand and Forecast Research Report Wed, 27 Feb 2019 14:01:54 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528285.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528285.html usha usha Global Phase Change Materials Industry Report 2018 analyzes the important factors of the phase change materials market based on present situations industry, market demands, supply, business strategies Utilized by phase change materials market players and their growth synopsis. This report divides the key players, type and regions with the structure and driving factor analysis

For Sample Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/819529     

Rise in demand for Phase Change Materials for the end use application is projected to create an opportunity for the growth of this market. Emerging trend of using green solvents is likely to hamper the demand and growth of this market. Geographically, Asia Pacific region accounted for the largest market share in 2017 owing to the owing to growing housing and infrastructure sectors and rising disposable income in this region.

Global Phase Change Materials Industry 2019 Market Research Report is spread across 121 pages and provides exclusive vital statistics, data, information, trends and competitive landscape details in this niche sector.

Order Copy of this Report 2019 @ https://www.orianresearch.com/checkout/819529    

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • DowDuPont, Microtek Laboratories, Henkel, Croda, TCP, and Parker and others.             

Key Benefits of the Report:

  • Global, Regional, Country, Application Type, and Types Market Size and Forecast from 2014-2025         
  • Detailed market dynamics, industry outlook with market specific PESTLE, Value Chain, Supply Chain, and SWOT Analysis to better understand the market and build strategies
  • Identification of key companies that can influence this market on a global and regional scale
  • Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook and factors impacting vendors short term and long term strategies
  • Detailed insights on emerging regions, Types & application Type, and competitive landscape with qualitative and quantitative information and facts

Target Audience:

  •  Phase Change Materials providers
  •  Traders, Importer and Exporter
  •  Raw material suppliers and distributors
  •  Research and consulting firms
  •  Government and research organizations
  •  Associations and industry bodies

Inquire more about Phase Change Materials Market report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/819529      

Research Methodology

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective like analyst report of investment banks. The secondary research forms the base of our study where we conducted extensive data mining, referring to verified data sources such as white papers government and regulatory published materials, technical journals, trade magazines, and paid data sources.

For forecasting, regional demand & supply factor, investment, market dynamics including technical scenario, consumer behavior, and end use industry trends and dynamics, capacity Types, spending were taken into consideration.

We have assigned weights to these parameters and quantified their market impacts using the weighted average analysis to derive the expected market growth rate.

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the

Key Industry Participants (KIPs) which typically include:

  • Original Equipment Manufacturer
  • Component Supplier
  • Distributors
  • Government Body & Associations
  • Research Institute

Table of Content

1 Executive Summary

2 Methodology And Market Scope

3 Phase Change Materials Market — Industry Outlook

4 Phase Change Materials Market By End User

5 Phase Change Materials Market Type

6 Phase Change Materials Market Regional Outlook

7 Competitive Landscape

End of the report                            

Disclaimer

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository of over 500,000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository to provide our clients with easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndication research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez                    

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

Follow Us on LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
HIV, DAL GARANTE VIA LIBERA A TEST HIV PER I MINORI SENZA CONSENSO OBBLIGATORIO DEI GENITORI. ARCIGAY: “OTTIMA NOTIZIA. ORA SUBITO NUOVE NORME” Tue, 26 Feb 2019 16:22:01 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528000.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/528000.html Arcigay Arcigay HIV, DAL GARANTE VIA LIBERA A TEST HIV PER I MINORI SENZA CONSENSO OBBLIGATORIO DEI GENITORI. ARCIGAY: “OTTIMA NOTIZIA. ORA SUBITO NUOVE NORME”

Bologna, 26 febbraio 2019 - “Il via libera da parte del Garante dell’Infanzia al Ministro della Sanità Giulia Grillo per una nuova regolamentazione dell’accesso al test HIV da parte dei minori, che non obblighi al consenso genitoriale, è un’ottima notizia che dà risposta a quanto chiediamo da tempo”: così Gabriele Piazzoni, segretario generale Arcigay. Che prosegue: “Già il PNAIDS (Piano Nazionale AIDS) del Ministero, prezioso documento di indirizzo sull'HIV elaborato anche grazie alle associazioni, prevede il superamento dell'obbligo del consenso genitoriale, ma attendevamo proprio il via libera del Garante dell'Infanzia per iniziare un percorso normativo innovativo”. 
“L’obbligo del consenso genitoriale, come ha opportunamente detto la ministra Grillo - prosegue Michele Breveglieri, responsabile Salute nella segreteria di Arcigay -  è di fatto un ostacolo al test, ma lo è tanto più per minori LGBTI che aggiungono alla difficoltà di aprirsi con i genitori sulla propria vita sessuale e i rischi eventualmente corsi, anche quella di aprirsi in relazione al proprio orientamento sessuale o identità di genere. Auspichiamo che la definizione di una norma più adeguata ai tempi avvenga ora con un dialogo serrato con le associazioni, anche tramite i percorsi già intrapresi nei tavoli  del Comitato Tecnico Sanitario, al fine di evitare che ad un meccanismo oggi di fatto ostativo per i minori se ne sostituisca un altro magari non del tutto ostacolante ma solo diversamente farraginoso e disincentivante. Al giorno d’oggi è tempo di prendere atto che  sempre più minorenni hanno una vita sessuale e che quindi è importante per tutti, ma soprattutto per loro stessi, che abbiano tutti gli strumenti per mantenere il controllo sulla propria salute sessuale”, conclude Breveglieri.
--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (348.6839779 - 338.1350946)


]]>
Lactobionic Acid Industry 2019-2024 Market Size, Growth, Demand Analysis, Top Key Players, Applications and Forecast Research Tue, 26 Feb 2019 06:51:38 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/527646.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/527646.html Swapnil Pawar Swapnil Pawar Lactobionic Acid (ZnSe) is a light-yellow, it is a kind of inorganic compound, solid bright yellow ..

Global giant manufactures mainly distributed in United States. The manufacturers in the USA have a long history and unshakable status in this field. Manufacturers such as II-VI Incorporated have related higher level of product's quality.

In technology, fiber laser, compared to solid-state lasers and carbon dioxide lasers have great advantages in terms of cost and maintenance, but the stability is still not as good as CO2 laser, so the next few years, the share of high-power fiber lasers will increasing. Therefore, for the ZnSe market will have a relatively large impact in the few years later.

For Sample Copy of this Report at https://www.orianresearch.com/request-sample/810438      

Scope of the Report:

This report focuses on the Lactobionic Acid in global market, especially in North America, Europe, Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, types and applications.

In consumption market, the growth rate of global consumption is smooth relatively. USA and Europe are still the mainly consumption regions due to the advanced production technology and rapid development of economy.

The major raw material for lactobionic acid is lactose. On the global market, supply of raw materials is full. Fluctuations in the price of the upstream product will impact on the production cost of lactobionic acid industry.

Lactobionic Acid Industry 2019 Market Research Report is spread across 115 pages and provides exclusive vital statistics, data, information, trends and competitive landscape details in this niche sector.   

Inquire more or share questions if any before the purchase on report https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/810438                        

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • Reliable Biopharmaceutical
  • Global Lactobionic Acid
  • Bio-sugars Technology
  • Manus Aktteva Biopharma
  • Carbosynth
  • Shanghai Hongbang Medical Technology
  • BOC Sciences

Market Segment by Type, covers:

  • Lactobionic Acid Solution
  • Lactobionic Acid Powder

Market Segment by Applications, can be divided into:

  • Medicine
  • Cosmetic
  • Food and Beverage
  • Chemical Industry
  • Others

Order Copy Lactobionic Acid Market of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/810438        

There are 15 Chapters to deeply display the global Lactobionic Acid market.

Chapter 1: Describe Lactobionic Acid Introduction, product scope, market overview, market opportunities, market risk, and market driving force.

Chapter 2: Analyze the top manufacturers of Lactobionic Acid Tablet, with sales, revenue, and price of Lactobionic Acid Tablet, in 2015 and 201.2.

Chapter 3: Display the competitive situation among the top manufacturers, with sales, revenue and market share in 2015 and 201.2.              

Chapter 4: Show the global market by regions, with sales, revenue and market share of Lactobionic Acid Tablet, for each region, from 2011 to 201.2.

Chapter 5, 6, 7, 8 and 9: Analyze and talked about the key regions, with sales, revenue and market share by key countries in these regions.

Chapter 10 and 11: Show the market by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2011 to 201.2.

Chapter 12: In Chapter Eleven Lactobionic Acid market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 201.2 to 2022.

Chapter 13, 14 and 15: Describe Lactobionic Acid sales channel, distributors, traders, dealers, appendix and data source.

About Us
Orian Research  is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository to provide our clients with easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndication research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez                            

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

Follow Us on LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
MALATTIE RARE:L'INFORMAZIONE COMINCIA DA NOI Wed, 20 Feb 2019 17:50:02 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/526332.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/526332.html P63 SINDROME E.E.C. P63 SINDROME E.E.C. Comunicato Stampa con preghiera di diffusione 

23 febbraio 2019-Torre di Malta Cittadella Padova

Ospiti della meravigliosa città murata di Cittadella, il giorno 23 febbraio 2019 dalle ore 15.30 alle ore 17.30, presenteremo in collaborazione con l'Associazione AIRONE e l'Assessorato alle Politiche Sociali e alla Famiglia del Comune di Cittadella, con l’Assessore Marina Beltrame, il docu film RAREDUCANDO l’informazione comincia dalla scuola, il progetto promosso dai giovani volontari dell’Associazione p63 Sindrome E.E.C International Onlus.

Alla presenza di esperti, seguirà la relazione degli operatori della ONLUS e della presidente dott.ssa Giulia Volpato.

 Saranno inoltre relatori, importanti nomi della giurisprudenza e della tutela della persona in ambito sociosanitario e del diritto. Al centro della discussione l'importante realtà  quotidiana dell'inclusione sociale delle persone con malattia rara e della persona fragile in genere, sottolineando la concreta diversità tra termine disabile e Malattia Rara.

 Sarà siglata in questa occasione l'importante protocollo di collaborazione in rete dello sportello Centro Servizi Malattie Rare sito a Padova presso la Casa della Salute Via dei Colli n° 4 e gestito dall'Associazione p63 Sindrome E.E.C International Onlus e operativo online dal 2013 e fisicamente da maggio 2018, e lo sportello DISABILITA’ sito in Cittadella e gestito dall'Associazione AIRONE.

Il 23 febbraio 2019 sarà quindi la giornata dedicata alla rete, nella consapevolezza e conoscenza. La collaborazione nasce dalla volontà della Presidente Giulia Volpato e della Presidente Katia Molletta, per dare una risposta concreta a chi esprime nel quotidiano la sua fatica a conviver con una disabilità e/o una malattia rara.

Le ottomila malattie rare ad oggi conosciute, fanno nascere tra i presidenti di nuova generazione, delle relazioni in rete, coinvolgendo le Istituzioni e le comunità, nel linguaggio comune della conoscenza e della responsabilità sociale.

“Vogliamo accogliere e ascoltare le famiglie” sostengono le due presidenti, una “paziente” e una “mamma rara”, nelle loro necessità del quotidiano e dare delle informazioni specifiche, secondo competenze e possibilità. L’impegno, ammirevole quanto eroico, si basa esclusivamente sul volontariato, motivo in più per coinvolgere le Istituzioni e le amministrazioni a sostegno di un percorso accessibile e duraturo.

Un primo passo importante a servizio dei cittadini, che già esprime la volontà di crescere in una rete nel territorio Veneto ed extra regionale, motivo per creare una rete importante per la quale ha già stretto protocollo di collaborazione.

L’evento è pubblico e gratuito.
Tutta la
 cittadinanza è invitata a partecipare. 

Per info e contatti: 

centroservizimalattierare@gmail.com 

segreteria-international@sindrome-eec.it 

]]>
MALATTIE RARE:L'INFORMAZIONE COMINCIA DA NOI Wed, 20 Feb 2019 17:49:24 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/526331.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/526331.html P63 SINDROME E.E.C. P63 SINDROME E.E.C. Comunicato Stampa con preghiera di diffusione 

23 febbraio 2019-Torre di Malta Cittadella Padova

Ospiti della meravigliosa città murata di Cittadella, il giorno 23 febbraio 2019 dalle ore 15.30 alle ore 17.30, presenteremo in collaborazione con l'Associazione AIRONE e l'Assessorato alle Politiche Sociali e alla Famiglia del Comune di Cittadella, con l’Assessore Marina Beltrame, il docu film RAREDUCANDO l’informazione comincia dalla scuola, il progetto promosso dai giovani volontari dell’Associazione p63 Sindrome E.E.C International Onlus.

Alla presenza di esperti, seguirà la relazione degli operatori della ONLUS e della presidente dott.ssa Giulia Volpato.

 Saranno inoltre relatori, importanti nomi della giurisprudenza e della tutela della persona in ambito sociosanitario e del diritto. Al centro della discussione l'importante realtà  quotidiana dell'inclusione sociale delle persone con malattia rara e della persona fragile in genere, sottolineando la concreta diversità tra termine disabile e Malattia Rara.

 Sarà siglata in questa occasione l'importante protocollo di collaborazione in rete dello sportello Centro Servizi Malattie Rare sito a Padova presso la Casa della Salute Via dei Colli n° 4 e gestito dall'Associazione p63 Sindrome E.E.C International Onlus e operativo online dal 2013 e fisicamente da maggio 2018, e lo sportello DISABILITA’ sito in Cittadella e gestito dall'Associazione AIRONE.

Il 23 febbraio 2019 sarà quindi la giornata dedicata alla rete, nella consapevolezza e conoscenza. La collaborazione nasce dalla volontà della Presidente Giulia Volpato e della Presidente Katia Molletta, per dare una risposta concreta a chi esprime nel quotidiano la sua fatica a conviver con una disabilità e/o una malattia rara.

Le ottomila malattie rare ad oggi conosciute, fanno nascere tra i presidenti di nuova generazione, delle relazioni in rete, coinvolgendo le Istituzioni e le comunità, nel linguaggio comune della conoscenza e della responsabilità sociale.

“Vogliamo accogliere e ascoltare le famiglie” sostengono le due presidenti, una “paziente” e una “mamma rara”, nelle loro necessità del quotidiano e dare delle informazioni specifiche, secondo competenze e possibilità. L’impegno, ammirevole quanto eroico, si basa esclusivamente sul volontariato, motivo in più per coinvolgere le Istituzioni e le amministrazioni a sostegno di un percorso accessibile e duraturo.

Un primo passo importante a servizio dei cittadini, che già esprime la volontà di crescere in una rete nel territorio Veneto ed extra regionale, motivo per creare una rete importante per la quale ha già stretto protocollo di collaborazione.

L’evento è pubblico e gratuito.
Tutta la
 cittadinanza è invitata a partecipare. 

Per info e contatti: 

centroservizimalattierare@gmail.com 

segreteria-international@sindrome-eec.it 

]]>
Italia. Educazione civica e disservizi. Tue, 19 Feb 2019 10:03:35 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/525872.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/525872.html ASSOCIAZIONE CONTRO TUTTE LE MAFIE ASSOCIAZIONE CONTRO TUTTE LE MAFIE

Italia. Educazione civica e disservizi.

Sosta selvaggia e raccolta differenziata dei rifiuti.

Lo scrittore e sociologo storico Antonio Giangrande, nel suo ultimo libro (L’Italia allo Specchio. Il DNA degli italiani. Anno 2019. Prima parte. In vendita su Amazon in formato Book o ebook) parla dei parcheggi e della raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Italia. Sosta selvaggia ed incompetenza.

I turisti, nel mettere piede in Italia, la prima cosa che notano è che sulla strada ognuno fa quel che gli pare. E’ abbastanza irregolare la circolazione, ma allucinante è il comportamento di chi si ferma con il suo veicolo. Un codice della strada fai da te, insomma.

Il fenomeno più appariscente è la sosta selvaggia.

Ma è possibile che in Italia ognuno parcheggia come gli pare, con il benestare dei vigili urbani e delle amministrazioni comunali?

La trasmissione televisiva di Mediaset, Striscia la Notizia, da sempre e stranamente si occupa solo dei parcheggi riservati ai disabili, occupati da chi non ne ha diritto.

Addirittura, chi si ritiene il più onesto del firmamento, cade nella tentazione della sosta selvaggia: “Multe per doppia fila al comizio della Raggi. I grillini: è un complotto - scrive il lunedì 23 maggio 2016 Carlo Marini su Secolo d’Italia.- Comizio di Virginia Raggi a Roma. A Piana del Sole, periferia romana, gli slogan sono i soliti: “Onestà, onestà”. Ma basta l’arrivo dei vigili urbani per mandare nel panico l’aspirante sindaco M5S e i suoi sostenitori. Una voce dalla platea lancia l’allarme: «Stanno a fa’ le multe». «Proprio adesso dovevano venì». I grillini, che vedono “microchip sotto la pelle” e “complotti” dappertutto, non hanno dubbi. Li palesa il deputato pentastellato al tavolo della Raggi, Stefano Vignaroli «Cioè a Piana del Sole non si vede un vigile nemmeno…». Virginia tace e sorride imbarazzata. Il rispetto delle regole dovrebbe valere per tutti. Anche per chi sa solo gridare “onestà, onestà”.

Eppure in Italia è consentito parcheggiare, ovunque, anche quando non ci sono le strisce che delimitano l’area di sosta, e comunque, come in doppia fila. Il tutto salvo che non ci sia un espresso divieto di legge od amministrativo e che ci sia qualcuno che lo faccia rispettare.

Quindi, lungo la carreggiata cittadina, anche a doppio senso di circolazione, ove l’area di sosta non è delimitata dalle strisce bianche o blu, auto, camper e roulotte, autocarri con rimorchio ed autoarticolati, autobus ed autosnodati possono parcheggiare come, quando e quanto vogliono, pur se intralciano il traffico? 

Per il codice della strada e per la Corte di Cassazione: Sì. Basta che ci sia lo spazio di transito pari almeno a 3 metri.

E per quanto riguarda la sosta in seconda o terza fila?

Il parcheggio in doppia fila è una pratica piuttosto diffusa, soprattutto nelle grandi città dove la carenza cronica di parcheggi crea molti disagi soprattutto a chi ha bisogno di fare una sosta breve, “al volo”, per fare una veloce commissione. Il nostro “5 minuti e poi la sposto” può creare gravi problemi alle auto che risultano bloccate e che non possono muoversi. Oltre ad intralciare la circolazione. “La lascio qui due secondi e torno subito” pensiamo, non rendendoci conto che stiamo infrangendo non solo il Codice della Strada, ma anche il Codice Penale, commettendo un vero reato. Quante volte è capitato di vedere un’auto parcheggiata in doppia fila e di augurarsi che un vigile facesse un’improvvisa comparizione per punire il colpevole?

La sosta in doppia fila è esplicitamente vietata dal Codice della Strada, all’articolo 158, comma 2, lettera c, dove stabilisce, con la stessa occasione, anche la sanzione amministrativa pecuniaria, che oscillerà tra un minimo di 41€ e un massimo di 168€ per i mezzi a quattro ruote, e tra un minimo di 24€ e un massimo di 97€ per le due ruote a motore. L’articolo successivo (art. 159 C.P.) sancisce addirittura la possibilità per gli agenti di Polizia di provvedere ad ordinare la rimozione forzata, nel caso in cui la sosta vietata costituisca un pericolo o un grave intralcio alla circolazione degli altri veicoli. La situazione può però aggravarsi e diventare persino un reato (quindi un’infrazione del Codice Penale), almeno secondo l’interpretazione della Cassazione. I Giudici infatti hanno stabilito con le sentenze 24614/2005 e 32720/2014 che la sosta in doppia fila è idonea ad integrare il reato di violenza privata, proprio a causa dell’ostruzione dell’unica via d’uscita di un altro veicolo.

Quando la legge chiude un occhio. Attenzione però, perché esistono delle situazioni in cui il parcheggio in doppia fila è tollerato. Questo significa che, anche nel caso in cui all’automobilista venga notificata la violazione dell’articolo 158, comma 2, lett. c, del Codice della Strada, egli potrà presentare ricorso e ottenere l’annullamento della sanzione. Ma quali sono questi casi e come individuarli chiaramente? Come è facile immaginare, la legge non specifica i singoli casi in cui sia possibile adottare o meno un certo comportamento, ma si limita a definire i principi fondamentali. I quali, nello specifico, si ritrovano nell’articolo 54 del Codice Penale, che recita: “Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo”.

Il caso specifico delle eccezioni. Per passare dai principi generali all’applicazione della legge, quand’è che la sosta in doppia fila è consentita? Si tratta di tutti quei casi in cui si prefigurino:

Carattere d’urgenza e imminenza;

Situazione di pericolo non evitabile (non esistono soluzioni alternative);

Condizione di gravità della situazione che si vuole evitare.

Ci penserà l’italica genialità a trovare l’eccezione e la latina persuasione a porre rimedio.

Rifiuti. Affari, ma non per tutti.

Oggetto di raccolta sono i rifiuti domestici e quelli cosiddetti assimilati ovvero quelli derivanti da attività economiche, artigianali, industriali che possono essere assimilati (con decisione del comune tramite apposita delibera) per qualità a quelli domestici.

Natura della tassa sui rifiuti. Il presupposto della tassa è l'occupazione di uno o più spazi, adibiti a qualsiasi uso e giacenti sul territorio del comune dove il servizio di smaltimento rifiuti è reso in maniera continuativa. Quindi, il presupposto impositivo non è il servizio prestato dal comune, ma la potenziale attitudine a produrre rifiuti da parte dei soggetti detentori degli spazi. Infatti, fatta eccezione per i comuni con popolazione inferiore a 35.000 abitanti, l'importo da corrispondere per questa tassa non è commisurato ai rifiuti prodotti, ma alla quantità di spazi occupati. Tali presupposti danno a questa tassa natura di imposta anziché di tassa, il cui importo viene invece commisurato al servizio prestato. Un altro elemento che lascia propendere verso la natura di tributo è dato dal fatto che la Tassa non è soggetta a IVA, come lo sarebbe invece stato qualunque tipo di servizio.

Ma come mai più si differenzia, più si paga?

Più si conferiva il tal quale indifferenziato, meno si pagava. Che strano ambientalismo!

Prima c’erano i cassonetti dell’indifferenziata. Poche spese e pochi operatori ecologici. In alcune zone scatta l’emergenza dei rifiuti, più per complotti politici e speculazioni economiche per la gestione delle discariche.

Poi ai tradizionali cassonetti si sono aggiunti i contenitori per carta, plastica, vetro, formando le isole ecologiche. Più spese e più operatori ecologici, ma anche più guadagni per la vendita del differenziato. In alcune zone aumenta l’emergenza dei rifiuti, più per complotti politici, ma crescono le speculazioni economiche: per la gestione delle discariche e per gli affari sul differenziato.

La politica si inventa l’ecotassa. Tributo speciale per il deposito dei rifiuti solidi in discarica.

Poi siamo arrivati all’oggi. Raccolta porta a porta dei rifiuti. Distribuzione dei contenitori per il conferimento dei vari rifiuti, divisi per specie. In alcuni paesi cinque, ad altri solo due. I colori sono differenti da paese a paese.

Ogni bidone (utenze non domestiche) o bidoncino (utenze domestiche) avrà il suo giorno stabilito per essere svuotato.

L’utente ha bisogno di una laurea. Finisce come la parodia di Ficarra e Picone nel film: l’Ora legale. Ficarra si mangia la buccia del melone, non sapendo dove buttarla e chiede: “Voi a Milano i tovaglioli sporchi di sugo dove li buttate?”

OGNI BIDONE UN COLORE, OGNI COLORE UN TIPO DI SPAZZATURA, TU LI SAI?

Cerchiamo di capire quali sono i colori più utilizzati per i bidoni della spazzatura nella raccolta differenziata dei rifiuti, non esiste ancora uno standard, ma in linea di massima queste sono le colorazioni più usate.

Pur non essendo ancora ufficialmente uno standard, si può dire che per la raccolta differenziata i vari colori dei bidoni seguono questo schema:

Bianco: Carta, cartone (riviste, giornali e materiali cellulosici in generale)

Verde: Vetro (bottiglie, barattoli, specchi, etc.)

Rosso o marroncino: Organico (umido)

Giallo: Plastica riciclabile (bottiglie di bevande, detersivi, prodotti per l’igiene, etc.)

Blu: Alluminio (lattine, imballaggi, bombolette spray, etc.)

Va comunque detto che essendo i comuni gli assegnatari dei vari colori in alcune zone potrebbero esserci delle variazioni, infatti ci sono zone in cui i bidoni blu sono destinati a carta e cartone, quelli verdi a vetro e lattine, quelli gialli alla plastica, quelli marroni o rossi ai rifiuti non riciclabili, quelli arancioni all'indifferenziata e quelli neri ai rifiuti organici. Ma non è finita qui, ad ogni sacco un colore, ad ogni colore un tipo di spazzatura, secondo voi vale la stessa regola e lo stesso abbinamento di colori che abbiamo appena visto per i bidoni? 

Sempre che i bidoni rimangano in nostro possesso in comodato d’uso, perché un nuovo sport prende piede: il furto di bidoni e bidoncini. Le denunce presentate posso riempire centinaia di questi bidoni. E la burocrazia anche in questi casi punisce in modo grave. Dopo la denuncia seguono giorni di attesa e di adempimenti per la sostituzione di un bidoncino di pochi euro di valore.

Poi bisogna combattere anche con l’arroganza degli operatori che ti riprendono per ogni errore: smaltire un certo tipo di rifiuti in giorni sbagliati o in orari sbagliati.

Se poi gli operatori minacciano di sanzione in caso di errore, allora l’ansia cresce.

Intanto le utenze domestiche diventano bombe ecologiche, con tanti contenitori sparsi per casa che non trovano posto.

E che dire delle città e dei paesi che sono delle vere bidonville maleodoranti, ossia strade invase da bidoni perenni posti sui marciapiedi (da 2 a 5 per utenza non domestica, come negozi, ristoranti, attività artigianali e professionali, ecc.).

Dove ci sono loro (i bidoni) è impedito il transito ai pedoni.

Intanto i pseudo ambientalisti osteggiano i termovalorizzatori per meri intenti speculativi.

Rifiuti organici, in Italia un giro d'affari da 1,8 miliardi di euro. Aumenta la raccolta nel 2017, a livello nazionale passa da 107 a 108 kg la raccolta annuale procapite. Lombardia in testa per produzione, scrive La Repubblica il 16 Febbraio 2019.

Sulle tariffe rifiuti, l’Italia non è unita (e i virtuosi sono pochi). I dati sulle tariffe rifiuti fotografano un Paese iperframmentato: i virtuosi pagano meno e solo al top per raccolta differenziata e tariffazione puntuale, scrive Rosy Battaglia il 14.12.2018 su valori.it. Se il giro d’affari dell’industria del riciclo è stimato in 88 miliardi di fatturato, con ben 22 miliardi di valore aggiunto, ovvero l’1,5% di quello nazionale, come riporta lo studio di Ambiente Italia (promosso da Conai e da Cial, Comieco, Corepla e Ricrea) quanto costano, invece, i rifiuti alle famiglie italiane?

I miliardi nel cassonetto: chi vince e chi perde nel grande business dei rifiuti. Un giro d’affari di 11 miliardi: i profitti tutti al Nord e all’estero, dove arrivano centinaia di treni e camion dalle regioni del Centrosud rimaste gravemente indietro, che non possono fare altro che imporre tasse più alte, scrive Daniele Autieri su La Repubblica il 22 maggio 2017.

Raccolta differenziata, tra conflitti di interesse e dati segreti: “Costi a carico delle casse pubbliche”. Tra opacità e critiche dell'Antitrust, il sistema Conai non garantisce la copertura dei costi di raccolta a carico dei Comuni con i prezzi di fatto definiti dai produttori di imballaggi. Una situazione capovolta rispetto a quella di altri Paesi europei, scrive Luigi Franco l'8 Ottobre 2016 su Il Fatto Quotidiano. Domanda numero uno: quanta plastica, carta o vetro da riciclare ha raccolto il tal comune? Domanda numero due: lo stesso comune quanti contributi che gli spettano per legge ha incassato a fronte dei costi sostenuti per la raccolta differenziata degli imballaggi? Due domande le cui risposte sono contenute nella banca dati Anci�“Conai prevista dagli accordi tra l’Associazione nazionale dei comuni italiani e il Conai, ovvero il consorzio privato che è al centro del sistema della raccolta differenziata degli imballaggi. Numeri non diffusi ai cittadini, che possono contare solo su un report annuale con dati aggregati. Ma i dati aggregati non sempre vanno d’accordo con la trasparenza. E soprattutto non rendono conto delle incongruenze di una situazione su cui l’Antitrust di recente ha espresso le sue critiche, mettendo nero su bianco che “il finanziamento da parte dei produttori di imballaggi dei costi della raccolta differenziata non supera il 20% del totale, laddove invece, dovrebbe essere per intero a loro carico”. Con la conseguenza che a rimetterci sono le casse pubbliche, visto che tocca ai comuni coprire gran parte di quei costi.

Inceneritori in Italia, dove sono e qual è la differenza coi termovalorizzatori. Diversamente dai primi, i termoutilizzatori producono elettricità e non inquinano. Ma c'è il problema CO2. Da Nord a Sud, la mappa completa, scrive Paco Misale il 19 novembre 2018 su Quotidiano.net. Inceneritori e termovalorizzatori. In molti li identificano come la stessa cosa. In realtà, non è così. I primi sono impianti che bruciano i rifiuti e basta, mentre i secondi sono impianti che bruciano i rifiuti per generare energia. Gli inceneritori sono impianti vecchi, che oggi non si costruiscono più: si preferiscono i termovalorizzatori, che permettono non solo di distruggere i rifiuti, ma anche di produrre elettricità.

Termovalorizzatori e inceneritori, ecco verità e bufale, scrive Nino Galloni su Starmag il 19 novembre 2018. Perché si confondono termovalorizzatori e inceneritori? Ha ragione Matteo Salvini, per due ordini di motivi:

1) né le discariche né la differenziata rappresentano la soluzione del problema;

2) il patto o contratto di governo è fondamentale (come rispettare il sabato) ma se ti cade l’asino nel pozzo lo vai a tirar fuori anche se è sabato.

Tuttavia, sia Salvini, sia la stampa e la televisione hanno parlato di termovalorizzatori e di inceneritori. Bene, quarant’anni fa c’erano gli inceneritori e una discreta mafia se ne interessò, ma la loro capacità di inquinare e rilasciare diossina quando gli impianti si raffreddavano era massima. Vent’anni fa arrivarono i termovalorizzatori �“ dotati di filtri �“ riducevano l’inquinamento del bruciare, ma non abbastanza, in cambio fornivano energia elettrica da combustione (legno, rifiuti, gasolio, tutto può bruciare). Oggi esistono gli Apparati di Pirolisi; due brevetti italiani, Italgas e Ansaldo. Oggi, dunque, esistono Pirolizzatori di cui un tipo che emette gas combustibile, inerti ed anidride carbonica; ed un altro che non emette l’anidride carbonica perché svolge al chiuso i processi. Perché non si parla di dotare l’Italia di questi apparati attuali? Perché si confondono termovalorizzatori e inceneritori? Perché la mafia non solo non si è interessata ai Pirolizzatori, ma anzi, li ha osteggiati in tutti i modi entrando nella politica e nell’economia per impedirne la diffusione? Perché a Roma Virginia Raggi ed il suo staff non hanno voluto prendere in considerazione tale proposta? Ci sono anche altre tecniche non aerobiche �“ in cui, sempre al chiuso, intervengono i batteri �“ e che consentono di trasformare la risorsa “rifiuti” in concimi, fertilizzanti e gas naturali, combustibili, a impatto ambientale negativo (cioè risolvono più problemi dell’abbandonare i rifiuti �“ come tali �“ a sé stessi o cercare di riciclarli in modo non efficiente). Intendiamoci, la differenziata e l’economia circolare sono buonissime idee; ma perché vetro, metalli, plastica eccetera vengano recuperati occorre dotare le città di industrie adeguate, non mandare tali risorse in Svezia o in Germania (che, invece, al pari di alcuni lodevolissimi comuni italiani �“ ma l’eccezione conferma la regola- sanno approfittare di tali opportunità. Credo che dell’ambiente �“ e non solo �“ si debba ragionare in modo non propagandistico, valutando bene, di ogni cosa, l’impatto economico, finanziario e sociale. (Estratto di un articolo tratto da Scenari economici)

Rifiuti. Cosa fanno a Parigi. Scrive il Consorzio Recuperi Energetici. Un termovalorizzatore in parte interrato che tratta 460 mila tonnellate di rifiuti l’anno sull’argine della Senna. Vi sembra una fantasia? No è la realtà dell’impianto di Syctom Isseane, a Issy -les- Moulineeaux, un Comune della cintura di Parigi. Il progetto raggruppa 48 Comuni che hanno aderito ad un medesimo piano e si sono messi insieme per smaltire i rifiuti, realizzando quest’impianto. Dal 2007 il centro tratta i rifiuti prodotti di circa un milione di abitanti...Un’apposita carta della qualità ambientale è stata sottoscritta con il comune di Issy che garantisce le condizioni di qualità, di sicurezza e di protezione dell’ambiente. L’impatto sulla salubrità dell’ambiente è regolato da limiti rigorosissimi. Un impianto simile e forse anche più avanzato è quello di Firenze almeno sul ciclo dei rifiuti. Qui si raggiunge il 54% della raccolta differenziata ed entro il 2020 è previsto il 70%. Il termovalorizzatore di Case Passerini eviterà che i rifiuti residui, ossia quelli non riciclabili, siano inviati altrove producendo energia elettrica equivalente al fabbisogno annuo di 40 mila persone, climatizzando l’intero aeroporto ed eliminando lo smog causato dai camion che trasportano rifiuti nelle discariche.

Copenaghen, l'inceneritore con pista da sci sul tetto. Di Maio: "Ce la vedo ad Acerra..." Tutto pronto per il nuovo termovalorizzatore costato 670 milioni di dollari. Produrrà energia a impatto zero. Attorno un parco con piste ciclabili e impianti sportivi. Sul lato più alto della struttura la parete artificiale d'arrampicata più alta del mondo, scrive Paco Misale il 19 novembre 2018 su Quotidiano.net

A cura del dr Antonio Giangrande. Scrittore, sociologo storico, giurista, blogger, videomaker, presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie ONLUS. 099.9708396 �“ 328.9163996

Scegli i libri di Antonio Giangrande su Amazon.it o su Lulu.com su Google Libri

Antonio Giangrande è sui Social Network

 

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Long Term Food Storage Market Expert Research on Current Industry Scenario, New Tech Developments, Emerging Trends, Product Analysis & Regional Outlook from 2019 To 2024 Fri, 15 Feb 2019 12:04:59 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/525056.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/525056.html Archana Nayak Archana Nayak Long term food storage refers to food and dried or freeze-dried so that the food can be stored longer. Long Term Food Storage is used in Military, NASA and Civilian Retailers. Report data showed that 56.8% of the Long Term Food Market demand storage in military applications, 27.7% in Civilian Retailers application, and 15.5% in NASA application in 2015. 

For Sample Copy of this Report at https://www.orianresearch.com/request-sample/799018      

Scope of the Report:

This report focuses on the Long Term Food Storage in global markets, especially in North America, Europe, Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, types and applications.

Enter the Long Term Food Storage industry in the world, especially in the USA. The main market players, OFD Food, Freeze-Dry Foods Ltd, Wise Company, Blue Chip Group, etc. The salt of Long Term Food Storage in the USA is about 32 K MT in 2015.

Long Term Food Storage Industry 2019 Market Research Report is spread across 118 pages and provides exclusive vital statistics, data, information, trends and competitive landscape in this sector.               

Inquire more or share questions if any before the purchase on report https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/799018                        

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • OFD Food
  • Freeze-Dry Foods Ltd
  • Wise Company
  • Blue Chip Group
  • Astronaut Foods

Market Segment by Type, covers:

  • Dehydrated Food
  • Freeze-dried food

Market Segment by Applications, can be divided into:

  • Military
  • NASA
  • Civilian Retailers

Order Long Term Copy Food Storage Market of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/799018        

There are 15 Chapters to deeply display the global Long Term Food Storage market.

Chapter 1 : Describe Long Term Food Storage Introduction, product scope, market overview, market opportunities, market risk, and market driving force.

Chapter 2 : Analyze the top of the Long Term Food Storage Tablet, with sales, revenue, and price of the Long Term Food Storage Tablet, in 2015 and 2017.

Chapter 3 : Display the competitive situation among the top manufacturers, with sales, revenue and market share in 2015 and 2017.               

Chapter 4 : Show the global market by regions, with sales, revenueand market share of Long Term Food Storage Tablet, for each region, from 2011 to 2017.

Chapter 5, 6, 7, 8 and 9 : Analyze and talked about the key regions, with sales, revenue and market share.

Chapter 10 and 11 : Show the market by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2011 to 2017.

Chapter 12 : In Chapter Eleven Long Term Food Storage market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 2017 to 2022.

Chapter 13, 14 and 15 : Describe Long Term Food Storage sales channels, distributors, traders, dealers, appendix and data source.

About Us
Orian Research  is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository to provide our clients with easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndication research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez                            

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

]]>
OMOFOBIA, RECUDESCENZE IN CECENIA E IN ALGERIA. ARCIGAY: "GOVERNO ITALIANO E EUROPARLAMENTO ROMPANO IL SILENZIO" Thu, 14 Feb 2019 11:50:03 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/524805.html http://www.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/524805.html Arcigay Arcigay OMOFOBIA, RECUDESCENZE IN CECENIA E IN ALGERIA. ARCIGAY: "GOVERNO ITALIANO E EUROPARLAMENTO ROMPANO IL SILENZIO"
Bologna, 14 febbraio 2019 - "Le gravi notizie di violenze omotransfobiche che in queste settimane ci giungono dalla Cecenia e dall'Algeria non possono passare sotto silenzio nel nostro Paese e ancora di più nelle sedi dell'Unione europea": così Gabriele Piazzoni, segretario generale Arcigay. Che prosegue: "Nei giorni scorsi uno studente di 21 anni è stato sgozzato nel suo appartamento ad Algeri  e il suo sangue è stato utilizzato per marchiare con la scritta gay le pareti di quella stanza. Pochi giorni prima, il primo ministro algerino Ouyahia aveva rilasciato un'intervista nella quale respingeva categoricamente i tentativi di modificare la legge di quel Paese, che attualmente considera l'omosessualità un reato. Analogamente, negli ultimi giorni ha ripreso forza la violenta ondata di repressione ai danni delle persone lgbti in Cecenia: stando alle cronache, dall'inizio dell'anno oltre 40 persone sono state arrestate e torturate in quel Paese perché ritenute omosessuali. Su queste vicende non è possibile restare indifferenti - protesta Piazzoni -, anzi sono quantomeno doverose una presa di parola ufficiale e azioni diplomatiche per contrastare questi fenomeni. Ad oggi solo gli attivisti delle reti internazionali sono mobilitati, in totale solitudine. La politica resta silente e questo è inaccettabile", conclude.  

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>