Comunicato Stampa del Consigliere Regionale Gienzo Renzi (AN-PDL) Contro l'Abusivismo Commerciale la nostra Campagna del 2008

Comprare merce dagliabusivi danneggia tutti gli Italiani Rimini 29/07/2008 Il Consigliere Regionale Gioenzo Renzi(AN-PDL) ha presentato, questa mattina, la Campagna 2008, contro l'abusivismo commerciale.

29/lug/2008 20.30.00 Elena Bagnoli Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Renzi (AN.PDL): Contro l’AbusivismoCommerciale la nostra Campagna del 2008: Pensaci due Volte! Comprare merce dagliabusivi danneggia tutti gli Italiani

                                            

Rimini 29/07/2008  Il Consigliere Regionale Gioenzo Renzi(AN-PDL) ha presentato, questa mattina, la Campagna 2008, contro l’abusivismo commerciale.

 

Nella Campagna dell’anno scorso– ha dichiarato il Consigliere in apertura della Conferenza Stampa - chiedevamoil Patto sulla Sicurezza per Rimini, (più uomini, più mezzi e più controlli perliberare Rimini dall’Abusivismo Commerciale e dall’Illegalità)obiettivo che finalmente quest’anno sembra sia stato condiviso anche dalComune, dalla Provincia e dalla Regione.

Quel Patto sulla Sicurezza – ha sottolineato Renzi  - che se fosse stato realizzato nel 2007, probabilmente ciavrebbe consentito di avere un maggior numero di rinforzi già a partire dallacorrente stagione estiva.

 

Con la Campagna di quest’anno,invece, vogliamo sensibilizzare l’altra componente che indirettamentealimenta il fenomeno dell’abusivismo commerciale: i clienti.

Riteniamo infatti indispensabile,che per debellare l’abusivismo commerciale sia necessario agire su duefronti, da unaparte è essenziale che le Forze dell’Ordine facciano rispettare lalegalità attraverso un’azione persistente di  controlli el’anno prossimo ci auguriamo di vedere il pattuglione interforze sullaspiaggia non solo il sabato e la domenica, dall’altra diventafondamentale responsabilizzare i turisti Italiani affinché evitino di compraremerce dagli abusivi.

 

Una responsabilizzazione, però non“alla Biagini” che oltre tutto utilizza il nome della ProtezioneCivile in maniera impropria.

A differenza, infatti, dellacampagna promossa dall’Assessore alla Sicurezza, prima di tutto la nostra èincentrata su un unico messaggio e cioè:  comprare merce dagli abusivi èvietato e danneggia tutti gli Italiani, quindi indirettamente anche il turistastesso che sta eseguendo l’acquisto.

 

È vietato comprare merce dagliabusivi perché si infrange la legge, si rischiano sanzioni fino ai 10.000 euroe la denuncia penale, si mortifica l’immagine della spiaggia e dellacittà, si crea concorrenza sleale verso il lavoro in regola, si assecondal’evasione fiscale, si colpisce la nostra economia, si finanzia lacriminalità organizzata, si creano gravi problemi di sicurezza, e si rende vanal’azione di contrasto delle Forze dell’Ordine stipendiate anche conle tasse di tutti quanti.

 

La nostra campagna – ha precisatoRenzi - non cercavolontari, e i nostri volantini, 25.000,  verranno distribuiti dai nostrimilitanti, iscritti e simpatizzanti, ai negozianti,  agli albergatori e aibagnini chiedendo proprio a quest’ultimi la loro collaborazione perconsegnarlo ai loro clienti e sottolineare l’importanza di non compraremerce dagli abusivi.

Siamo convinti che perresponsabilizzare in maniera efficace il turista Italiano di evitare diacquistare merce dagli abusivi, sia necessario fargli trovare questo messaggionelle stanze degli alberghi, nei negozi, nei locali pubblici e neglistabilimenti balneari.

 

Ci auguriamo, inoltre, chel’anno prossimo questa nostra iniziativa sia fatta propria dalleIstituzioni con l’obbiettivo, per esempio, di creare e fissare nei luoghipubblici della città il divieto di comprare merce dagli abusivi, nello stessomodo in cui viene affisso il divieto di fumare.

Chiederemo, altresì,all’Amministrazione Comunale di predisporre degli appositi cartelli conquesto tipo di divieto anche in spiaggia.

 

Dobbiamo utilizzare tutti i mezzid’informazione possibile e la collaborazione di tutti i portatorid’interesse coinvolti (albergatori, bagnini, commercianti, ecc..) affinchégli Italiani riscoprano quel senso dello Stato e della Nazione, tanto dainfluire nei loro singoli comportamenti, perché meno abusivismo commerciale, significa,più sicurezza per Rimini, meno Forze dell’Ordine impegnate nei controllie quindi meno costi per lo Stato, un’immagine della nostra spiaggiasicuramente più attraente, e soprattutto meno soldi alla criminalitàorganizzata, a chi evade le tasse e a chi fa concorrenza sleale al nostrolavoro e alle nostre attività.

                                                                                   

                                                                                                                                               L’UfficioStampa

 

 

Segreteria - Ufficio Stampa

Consigliere Regionale Gioenzo Renzi

Gruppo Alleanza Nazionale-PDL

Regione Emilia Romagna

www.gioenzorenzi.it

Tel.: 051/639.57.74 - Cell.: 335/57.28.706

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl