Comunicato Stampa. Cottitto (capogruppo F.I.) ed "I GIOVANI DI VIA CANGIAMILA": scandalosa la chiusura della Guardia Medica

Il nostro territorio dimenticato dalle autorità politiche, le quali si ricordano della nostra esistenza solo quando c'è da penalizzare il nostro già martoriato territorio.

26/dic/2007 15.00.00 Forza Italia Palma di Montechiaro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I GIOVANI DI VIA CANGIAMILA
      e il Consigliere Comunale Angelo Cottitto (F.I.)           

 

 

REGALO NATALIZIO: la chiusura di una guardia medica nel nostro comune.

 

Alla vigilia del Santo Natale, un inaspettato e non desiderato regalo colpisce la nostra città di Palma, mentre tutti eravamo indaffarati per organizzare le feste natalizie dalla regione siciliana arriva il decreto di chiusura di uno dei due presidi di guardia medica della nostra città.

La decisione di chiudere una delle due guardie mediche di Palma di Montechiaro, appare come un atto punitivo contro i cittadini della nostra comunità.

Il nostro territorio dimenticato dalle autorità politiche, le quali si ricordano della nostra esistenza solo quando c’è da penalizzare il nostro già martoriato territorio.

Tale provvedimento viene calato in una realtà sanitaria palmese già di per se critica, ricordiamo che per solo l’opera del Dott. Racalbuto, Diretto Sanitario Palma - Licata, aveva consentito la riapertura del presidio di piazza Matteotti, intervento meritorio, compiuto da  UN NOSTRO CONCITTADINO, che viene vanificato da questa mannaia.

Ricordiamo inoltre che  a Palma non solo non vi è un ospedale, ma manca anche un centro di primo soccorso, se a questo aggiungiamo l’allarmante quadro infrastrutturale che non consente al cittadino palmese, per esempio vittima di episodio cardiaco serio, di raggiungere in tempo per salvarsi la vita, un centro che possa fornire le prime ed indispensabili cure, visto che “dulcis in fundo” il servizio di 118 a Palma non è medicalizzato, alla fine l’intervento dell’ambulanza equivale alla chiamata di un taxi…

Di fronte a tutto ciò la classe politica perdura in una imbarazzante quanto avvilente inattività.

Inoltre, va sottolineato che non si può addurre il motivo di forza maggiore, perché è lapalissiana  l’inutilità di questo provvedimento per quanto riguarda il risparmio.

Il risanamento delle voragini del bilancio della sanità regionale, consentendo il cosiddetto rientro della spesa nella Sanità siciliana, non può e non deve essere attuato con la penalizzazione dei più deboli e bisognosi.

Chiediamo a tutta la classe politica agrigentina e siciliana di desistere da questa nefasta operazione, ed anzi chiediamo loro di adoperarsi per la conversione di questi due presidi in un centro di primo soccorso operante 24h/24h. In attesa che questo avvenga non può essere  chiuso nessun presidio di guardia medica a Palma di Montechiaro.

Noi giovani di Palma di Montechiaro, faremo tutto quanto è in nostro potere per bloccare ,questo provvedimento, stiamo organizzando un comitato cittadino in difesa della salute, minacciata giorno per giorno dall’immobilismo politico.

Invitiamo la cittadinanza tutta ad opporsi a questo gravissimo torto, siamo convinti che la città non rimarrà in silenzio, perché dopo aver bloccato lo sviluppo economico e sociale nell’ultimo cinquantennio adesso mettono in pericolo la nostra vita.

Questo episodio deve farci riflettere per andare liberi all’esercizio del voto, non condizionati da vincoli inutili di parentela e di altra natura, ma guidati dal solo spirito di migliora la nostra città,  guidati dallo spirito di libertà.

Il nostro momento di forza  e di libertà è il voto esercitiamolo in modo libero, intelligente e scevro da dannosi condizionamenti di qualunque natura.

In nostro movimento farà in modo che siano gli stessi cittadini di ogni età, reddito e condizione sociale a scendere in campo e a lottare, in prima persona, perché si rompa quel cerchio di immobilismo in cui si è rinchiuso un sistema politico oggi talmente frammentato e auto-referenziale da essere, di fatto, incapace, a causa dei suoi continui ed esasperanti conflitti interni, di risolvere i tanti problemi di questo paese, di questa provincia, di questa regione, di questa nostra amata Italia.

 

          IL RAPPRESENTANTE                                                                        IL CONSIGLIERE COMUNALE F.I.                            

     DEI GIOVANI DI VIA CANGIAMILA          

             Stefano Castellino                                                                                                         Angelo Cottitto                                   

 

Il Direttivo

Gaetano Castronovo, Maria Concetta Sarrusca, Angelo Vaccaro, Benedetto Lombardo, Rosario Alotto, Filippo Catania, Rosaria Lumia, Giovanni Priolo, Calogero Mazza, Francesco Gulino, Pio Attardo, Giusy Castellino.

 

               

 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330 

Cell:328/6573125

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl