COMUNICATO STAMPA. SUL CASO ENGLARO LOMBARDI SI MUOVE IN REGIONE, INCALZA TONINI E SFIDA VITALI.

SUL CASO ENGLARO LOMBARDI SI MUOVE IN REGIONE, INCALZA TONINI E SFIDA VITALI.

19/gen/2009 16.28.50 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Allego quanto ad oggetto con preghiera di pubblicazione.
Distinti saluti.
Alessandro Albani
 

Bozza risoluzione

L’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna,

in considerazione degli appelli che si stanno susseguendo in queste settimane, con segno, motivazioni e richieste diverse, indirizzati anche formalmente al presidente della Regione ed all’assessore alle politiche per la salute, circa l’ipotesi che Eluana Englaro venga accolta in una struttura dell’Emilia-Romagna al fine di interromperle l’alimentazione oggi necessaria,

dopo opportuno dibattito, confronto ed ascoltate le ragioni espresse sia nei citati appelli, sia in posizione politiche ed ideali, sia nella indicazioni fornire dal titolare del Ministero nazionale competente in materia,

ritiene che le strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna abbiano come scopo fondamentale e non derogabile quello di assistere la vita, non di favorire la morte, ed evidenzia che tale scopo rappresenta il fondamento coerente della stessa immagine che questa regione si è sempre voluta dare, ovvero di essere una regione di solidarietà e coesione sociale,

non ritiene pertanto che possa rappresentare un progresso ed un avanzamento sul piano della solidarietà, oltreché del diritto, che questa Regione voglia – implicitamente od esplicitamente - assumere il profilo di una terra e di una istituzione che si faccia di fatto portavoce o apripista di percorsi di eutanasia,

ritiete altresì che il Ministro competente in materia abbia saputo fornire indicazioni appropriate, con toni, contenuti e modalità adeguate e che pertanto si debba esprimere solidarietà al Ministro, nel momento in cui è stato oggetto di una imputazione giuridica non condivisibile,

invita la Giunta regionale, per quanto di propria competenza, a non avvallare, favorire o accettare formalmente o informalmente che strutture sanitarie di questa regione si prestino all’interruzione dell’alimentazione necessaria alla vita di una persona, ancorché in condizioni drammatiche ed estreme.

 

P Per favore, pensa all'ambiente prima di stampare questo messaggio
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl