COMUNICATO STAMPA

31/mag/2010 17.10.48 Coord. Nazionale Giovani Italia dei Valori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ISRAELE ATTACCA CONVOGLIO AIUTI UMANITARI

La marina militare israeliana ha assaltato nella notte una nave del convoglio Freedom Flotilla, organizzato dalle ong internazionali che si dirigevano verso Gaza nel tentativo di portare aiuti di vitale importanza ai palestinesi imprigionati nella striscia, provocando almeno 16 morti.

L'attacco è avvenuto in acque internazionali, a 75 miglia al largo della costa di Israele, in violazione del diritto internazionale. La Convenzione di Montego Bay sul dritto del mare infatti stabilisce che le navi da guerra di qualsiasi Stato possono abbordare e perquisire in acque internazionali navi sospette di violare norme di diritto internazionale (pirateria, traffico di stupefacenti, tratta degli schiavi …) o che minacciano la sicurezza di uno Stato, ma MAI in nessun caso è ammesso l’uso incondizionato e preventivo della forza, soprattutto se si tratta di una nave civile e dunque priva di mezzi di combattimento e che a 75 miglia marine dalla costa non può rappresentare il benché minimo pericolo per la sicurezza dello Stato costiero

Noi Giovani dell’Italia dei Valori spinti da un incondizionato spirito pacifista che ci contraddistingue proviamo la stessa amarezza e shock di tutti i concittadini europei i quali hanno espresso attraverso i propri capi di Stato o di Governo il proprio disappunto più totale. Ripetiamo le parole del Ministro degli esteri francese il quale sostiene che "nulla potrebbe giustificare l'uso di una violenza del genere", nel ribadire la nostra più totale contrarietà nei confronti di un tale uso sproporzionato della forza da parte di una nave da guerra di uno Stato riconosciuto quale civile e democratico.

Chiediamo agli organi internazionali competenti di avviare un’inchiesta che accerti le responsabilità sulla vicenda, affinché venga fatta chiarezza su un atto assolutamente “inattuale”, il cui unico risvolto sarà quello di incrementare l’odio e la violenza in un’area (come quella israeliano-palestinese) in cui l’odio e la violenza si perpetrano da troppo tempo.

Chissà se un giorno vedremo israeliani e palestinesi deporre le loro armi ed il loro odio reciproco per fare spazio ad una nuova fratellanza che prescinde dalle caratteristiche etnico-religiosi dei due popoli...noi idealisti ci crediamo ancora!

Rudi Russo

Coordinatore Nazionale Giovani Idv

Consigliere Regione Toscana
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl