MISSIONI-MURA(IDV): IN LIBIA AEREI E NAVI ITALIANE CONTINUANO A PARTECIPARE AD AZIONI BELLICHE?

Allegati

07/lug/2011 12.41.12 Silvana Mura Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MISSIONI-MURA(IDV): IN LIBIA AEREI E NAVI ITALIANE CONTINUANO A PARTECIPARE AD AZIONI BELLICHE?

La confusione di cui è preda il governo emerge anche dalla soluzione individuata sulle missioni di pace internazionali, in particolare per quanto riguarda la Libia. Su questa missione si confrontano da sempre due posizioni, quella di chi come l’Italia dei Valori è contraria ad un impegno militare che, di fatto, influisca sull’esito di una guerra civile in corso, e quella di chi ritiene per diverse ragioni che l’Italia debba invece partecipare attivamente insieme ad altri partner europei. - Lo dichiara l’on. Silvana Mura deputata di Idv - Con la soluzione esposta oggi dai ministri Calderoli e La Russa mi sembra si falliscano entrambe gli obiettivi e che, come al solito trionfi l’ipocrisia. Il ministro della difesa oltre alla sostituzione della nave Garibaldi parla di no fly-zone che ha raggiunto l’obiettivo al 100%, sarebbe utile capire se con questo giro di parole si vuole affermare che i nostri aerei continueranno a partecipare alle azioni e ai bombardamenti sui cieli di Libia, oppure no, e soprattutto cosa accadrà se a settembre, che costituisce il limite del finanziamento della missione, la situazione in Libia non sarà ancora risolta?

 

7 luglio 2010

Gianluca De Filio 

Addetto Stampa

On. Silvana Mura

cell. 3358782694

AVVISO: Questo messaggio ed i suoi eventuali allegati sono rivolti esclusivamente ai destinatari e possono contenere informazioni riservate. Qualsiasi utilizzo, diffusione o riproduzione senza autorizzazione è proibita. Qualora vi fosse pervenuto questo messaggio per errore, esso va cancellato immediatamente con preghiera di avvisare il mittente. Grazie.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl