CASO RUBY-MURA(IDV): QUANTO HA SPESO LA CAMERA PER LA CAUSA E PERCHE' SI E' AFFIDATA AD UN AVVOCATO ESTERNO?

CASO RUBY-MURA(IDV): QUANTO HA SPESO LA CAMERA PER LA CAUSA E PERCHE' SI È AFFIDATA AD UN AVVOCATO ESTERNO?.

Persone Gianluca De Filio, Roberto Nania, Fini, Silvana Mura, PERCHE', RUBY-MURA
Organizzazioni Camera dei deputati, Senato, Corte Costituzionale, Italia dei Valori
Argomenti politica, diritto, parlamento, istituzioni

15/feb/2012 11.13.57 Silvana Mura Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CASO RUBY-MURA(IDV): QUANTO HA SPESO LA CAMERA PER LA CAUSA E PERCHE’ SI E’ AFFIDATA AD UN AVVOCATO ESTERNO?

Lo schiaffone in faccia che la Consulta ha meritatamente assestato a Camera e Senato che, come ottusi soldatini si sono lanciate allo sbaraglio su un conflitto di attribuzioni che non aveva ne capo né coda, arreca un danno di immagine clamoroso alle due istituzioni, le quali si sono costituite in giudizio per asserire che Ruby era la nipotina di Mubarak. - Lo dichiara l’on. Silvana Mura deputata di Idv - A questo danno se ne aggiunge un altro che riguarda il lato economico. La Camera, infatti, non si è fatta rappresentare dalla pur valentissima avvocatura interna, ma si è affidata ad un legale esterno probabilmente pagando un cospicuo onorario. A questo punto, vista l’attenzione e la trasparenza che ha fin qui dimostrato il presidente Fini al tema delle spese della Camera, sarebbe corretto far sapere a quanto ammonta la parcella che pagheremo all’avvocato Roberto Nania, e quali siano stati i motivi perché ci si è voluti affidare ad un avvocato esterno. Chiaramente se anche il Senato ha fatto lo stesso, sarebbe opportuno che anche Schifani fornisse spiegazioni ai cittadini che allo stato appaiono più che opportune. In tempi in cui la sobrietà impera non ci possiamo permettere di fare finta di nulla rispetto a quello che è successo, ovvero aver fatto ridere il mondo con un doppio voto di Camera e Senato che asseriva che il capo del governo fosse stato leso nelle sue prerogative dall’inchiesta Ruby. L’apertura di un giudizio davanti alla Corte Costituzionale, e come se questo non bastasse averci speso pure dei soldi pubblici, che in parte potevano essere risparmiati.

 

15 FEBBRAIO 2012

Gianluca De Filio 

Addetto Stampa

On. Silvana Mura

cell. 3358782694

AVVISO: Questo messaggio ed i suoi eventuali allegati sono rivolti esclusivamente ai destinatari e possono contenere informazioni riservate. Qualsiasi utilizzo, diffusione o riproduzione senza autorizzazione è proibita. Qualora vi fosse pervenuto questo messaggio per errore, esso va cancellato immediatamente con preghiera di avvisare il mittente. Grazie.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl