Decidere di essere Rosa Nel Pugno

Allegati

07/mar/2006 07.17.35 Rosa Nel Pugno Venezia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Come in tutte le regioni anche in Veneto sono state consegnate e convalidate le liste della Rosa Nel Pugno per le elezioni del 9-10 aprile. Ugo Intini e Marco Pannella capolisti al Senato, Enrico Boselli e Emma Bonino capolisti nelle circoscrizioni Veneto1 e Veneto2 per la Camera.
Il lavoro per la raccolta firme è stato sicuramente faticoso, ma ci aspetta ora un impegno molto più grande per riuscire a far conoscere le nostre proposte politche. Troppe volte in questi giorni assistiamo ad una rappresentazione caricaturale delle nostre idee, si cerca di sminuirle per ridurle a questioni marginali o esageratamente faziose. Si cerca in realtà di celare ai cittadini come le nostre proposte siano centrali nella vita di tutti giorni, fondamentali per il presente e il futuro del nostro paese.
Conquista di nuove libertà individuali per corrispondere alle nuove esigenze dei cittadini e difesa di quanto fino ad oggi conquistato, affermazione della laicità delle istutuzioni quale antidoto contro ogni forma di dogmatismo, sviluppo della scuola pubblica perché questa sia in grado di fornire alle nuove generazioni strumenti per competere nel mondo della ricerca, dell'innovazione e dello sviluppo, ammodernamento del mondo del lavoro attraverso l'eliminazione dei corporativismi rendendo così più agevole l'ingresso nel mondo produttivo, sviluppo di strumenti formativi che consentano ai lavoratori di rimanere professionalemente aggiornati ed in grado di seguire lo sviluppo del mercato del lavoro. Una politica estera capace di guardare lontano e comprendere che il mondo non è solo la vecchia Europa, che sappia essere libera da pregiudizi e interessi di bottega, una politica in grado di promuovere lo sviluppo democratico in tutti i paesi sostituendo le complicità con i dittatori con l'aiuto alle organizzazioni democratiche che esistono e chiedono solo di avere gli strumenti per esprimersi.
Queste sono le proposte, questo e ciò che dobbiamo riuscire a far conoscere ai cittadini. Lo dobbiamo fare disponendo di scarsissimi mezzi sapendo che sarà fondamentale per il successo la collaborazione di quanti decideranno di "dare gambe" attraverso l'impegno diretto e personale, sono ancora moltissimi in Italia a non sapere nulla della Rosa Nel Pugno, a non conoscerne neppure il simbolo. Ora è tutto nelle nostre mani, spetta a ciascuno di noi decidere di essere Rosa Nel Pugno.
 
Franco Fois
Coordinatore Regionale Rosa Nel Pugno
 
www.rosanelpugno.it        rosanelpugno.ve@email.it
 
 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl