ROSA NEL PUGNO TREVISO MOGLIANO AZZALINI

ROSA NEL PUGNO TREVISO MOGLIANO AZZALINI

Allegati

28/mar/2006 09.03.46 Partito Socialista Treviso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

ROSA NEL PUGNO TREVISO  MOGLIANO 

 ROSA NEL PUGNO TREVISO MOGLIANO AZZALINI

Si riapre la discussione sulle primarie di Mogliano, oltretutto con motivazioni che vanno ben oltre i confini del Comune e rimettono in discussione la strategia complessiva delle primarie. Lasciamo ad altri queste valutazioni, ma per quanto ci riguarda intendiamo difendere un principio: non è possibile che l’unico modo per avere un candidato condiviso sia quello di sceglierne uno  indicato dalla Margherita.

In Provincia di Treviso abbiamo concordato all’unanimità che Lorenzo Biagi sia il candidato di tutti a Presidente della Provincia, indicato direttamente dai Partiti dell’UNIONE, a Mogliano abbiamo altrettanto unanimemente concordato che il candidato sia quello indicato dai Cittadini attraverso le primarie.

La Discussione per quanto ci riguarda è pertanto chiusa e Azzolini è il candidato di tutte le forze politiche e sociali che hanno partecipato alle primarie.

Va poi ricordato inoltre, che impegno di tutte le forze politiche era quello di individuare candidati in grado di allargare l’area del consenso all’elettorato che tradizionalmente non si riconosce nel Centrosinistra, con un unico obiettivo, mandare all’opposizione la Lega.

Cosa si rimprovera ad Azzolini? Di avere un consenso che va oltre l’elettorato di centro sinistra?, di avere elettori del Centrodestra che votano per lui?.  Ma se questo è l’obbiettivo comune perchè deve valere a Treviso e non a Mogliano ?.

Premesso che non comprendiamo come possano essere fatte analisi e dati giudizi su quanti hanno partecipato alle primarie e su come abbiano votato, riteniamo che ben faccia Azzolini nel cercare il più ampio consenso attorno al suo programma elettorale, che per quanto ci riguarda condividiamo (soprattutto nella parte che chiede una attenta riflessione sulle grandi scelte urbanistiche)  e ci impegniamo a sostenere.

Deve essere assolutamente chiaro che rimettere in discussione gli impegni già presi, in particolare sulle procedure scelte per l’indicazione dei candidati e per l’allargamento dell’area elettorale,  vuol dire ridiscutere l’intero quadro Provinciale.

Riteniamo anche che le Posizioni vadano chiarite subito, e che soprattutto i Moglianesi debbano essere informati delle rispettive posizioni prima delle elezioni politiche perchè  anche da questo possano trarre indicazioni per la loro scelta elettorale.

Treviso  27 marzo 2003   Corrado Tegon - Ottavio Pasquotti -Raffaele Ferraro

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl