GIOVANI CREMA ASSICURAZIONI ISVAP ROSA NEL PUGNO

27/set/2006 17.49.00 Partito Socialista Treviso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

GIOVANI CREMA ASSICURAZIONIISVAP ROSA NEL PUGNO

 

INTERROGAZIONEA RISPOSTA SCRITTA

 

Al Ministro delloSviluppo Economico:

 

Per richiedere se ilMinistro dello Sviluppo Economico abbia avuto adeguata conoscenza e qualiiniziative e provvedimenti intenda assumere circa la bozza di regolamentoconcernente la disciplina dell’attività di intermediazione assicurativa eriassicurativa pubblicata dall’Isvap per l’attuazione delle normecontenute nel D. Lgs. 7 settembre 2005 n. 209.

Se risulta, in specifico,al Ministro che la bozza di regolamento pubblicata dall’Isvap contienenormative che rischiano di rendere in concreto impraticabilel’intermediazione assicurativa in regime di plurimandato, così comeprevisto dall’art. 8 della Legge sulle liberalizzazioni del mercatoassicurativo.

Se risulta, in proposito,che il Sindacato Nazionale Agenti abbia inoltrato all’Antitrustosservazioni su tale bozza di regolamento denunziandone le gravi limitazionialla libertà di concorrenza.

Se gli risulti, altresì,che il Sindacato Nazionale Agenti lamenta una grave intromissione da partedell’Isvap nei rapporti tra gli Agenti e le Compagnie mandanti, con graveabuso del potere regolamentare che non trova riscontro alcuno nel D. Lgs. 7settembre 2005 n. 209.

Se risulti, infine, chegli Agenti di assicurazione hanno proclamato una giornata di sciopero contro labozza di regolamento Isvap, denunziata non solo come arbitraria ma anchepredisposta in danno degli agenti e in favore delle Compagnie.

 

Si chiede se il Ministrocondivida il principio costituzionale secondo cui i regolamenti costituisconofonte di normazione secondaria attuativi e specificativi delle norme primariecontenute in leggi o altre fonti ad esse equiparate e non una normazioneautonoma e indipendente che può estendere la sua disciplina a temi e istitutinon previsti dalla fonte primaria e, quindi, si chiede quali iniziative intendeintraprendere per ricondurre l’azione dell’istituto di vigilanzanei limiti che la legge gli demanda.

 

Roma, 27 settembre 2006

 

On. Giovanni Crema

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl