SBARRA TREVISO

02/nov/2006 17.10.00 Partito Socialista Treviso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

GiampaoloSbarra ha proprio ragione.

 

Basta leggere la risposta di Eugenio Gallina, segretariodella sezione DS di treviso “Enrico Berlinguer”, per dire cheSbarra ha fatto benissimo a sollevare subito il problema delle prossimeElezioni di Treviso e soprattutto su  come viene gestita la politicacittadina da alcuni partiti del Centrosinistra.

 

Il metodo per la scelta dei candidati proposto Da Gallina,passa da: prima una decisione interna, poi per l’Ulivo   (maquale Ulivo? e il partito democratico?), poi per il Centrosinistra. Sperandoche nel frattempo non nasca qualche altra aggregazione!.

 

Si tratta esattamente del metodo seguito per le candidature Cacciari, Bottacin e Carraro alle regionali, Bottacin e Biagi alleprovinciali, Campagner, Pavan, Milani ecc. alle comunali.

 

Un metodo che in realtà si risolve in uno scontroall’arma bianca tra DS e Margherita, con decisione dell’ultimomomento e che ha generato tutte le disastrose sconfitte con cui ilCentrosinistra a riempito la storia, con candidati che,  salvo eccezioni,hanno poi abbandonato la gestione dell’incarico per cui erano stativotati.

 

Non è uncaso che l’unico risultato positivo si è avuto proprio a Mogliano, in cuiil candidato finale è stato scelto proprio con il metodo proposto da Sbarra per Treviso ed era alternativo a quello proposto dalla maggioranza deipartiti dell’Unione.

 

Ben venga quindi la “Provocazione Sbarra”peraltro ben accolta proprio da altri all’interno dei DS e da altre forzepolitiche.

 

A questo punto una Candidatura c’è e permetterà diavviare subito il confronto sui programmi, sulle alleanze necessarie perchèquesti possano diventare programma di governo, partendo dalle esigenze dellacittà e non dalla ricerca di una alleanza qualsiasi pur di vincere, comeproposto di recente dal Segretario Regionale della Margherita Bottacin.

 

Evidentemente ci si dimentica che Il metodo“Gallina” era stato ampiamente criticato da tutti prima delleprovinciali, e che il segretario Trentin era stato letteralmente aggreditoproprio sulle alleanze esterne al centrosinistra, oggi tranquillamentediventato il metodo proposto da Bottacin e quindi probabilmente anche delfuturo partito Democratico.

 

Per quanto ci riguarda intendiamo lavorare perchè si diaavvia ad un metodo nuovo, non solo nel Comune di Treviso, ma anche in tutte lerealtà in cui si andrà al voto il prossimo anno, Conegliano per primo, facendodella discussione sui programmi, dell’apertura a tutte le realtàdisponibili a cambiare una realtà di governo egemonizzata dalla Lega, il metododa cui far scaturire programmi e Candidati.

 

 

Ottavio Pasquotti

 

ROSA NEL PUGNO TREVISO

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl