Battilocchio: Basta discriminare giovani in bandi. (Nuovo Psi)

(Nuovo Psi) In data odierna il bando di due concorsi per posti da funzionari e assistenti nelle istituzioni unitarie non è ancora disponibile in lingua italiana.

16/apr/2007 21.20.00 www.nuovopsi.com Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In data odierna il bando di due concorsi per posti da funzionari e assistenti nelle istituzioni unitarie non è ancora disponibile in lingua italiana. E tuttavia la scadenza per la presentazione delle domande era il 28 marzo, come ben specificato nei documenti, facilmente reperibili, in inglese, francese e tedesco". E' quanto dichiara Alessandro Battilocchio, capo delegazione del Nuovo Psi al Parlamento Europeo, che già in tre occasioni, l'ultima meno di un mese fa, ha interrogato la Commissione Europea sulla mancata applicazione del principio di non discriminazione tra le 23 lingue dell'UE. "Una volta di troppo - aggiunge Battilocchio - la lingua del nostro Paese (fondatore dell'Unione Europea), quarta lingua per diffusione, è stata dimenticata, e questa volta, trattandosi di un concorso pubblico, la questione è particolarmente grave. Sostengo quindi appieno la decisione, presa dall'avvocatura dello Stato, di presentare ricorso presso la Corte di Giustizia dellaComunità Europea". "Sono infatti convinto - prosegue - che non si puo' pretendere di avvicinare i cittadini all'Europa senza assicurare loro la più completa trasparenza attraverso la disponibilità in tutte le lingue dei documenti e siti che direttamente si indirizzano ai cittadini. Nonostante la promozione del 2007 quale anno per le pari opportunità, nonché l'istituzione di una Direzione Generale per il multilinguismo, la Commissione Europea continua a preferire, in modo sempre più evidente, l'utilizzo delle solite due o tre lingue. Mi auguro che il nuovo commissario Orben voglia prendere provvedimenti concreti per affrontare il problema. Credo sia giunto il momento per il Governo, e per noi rappresentanti nelle Istituzioni, di agire in tal senso per difendere la dignità della nostra lingua e della nostra cultura, entrambe profondamente radicate nell'identità europea. Non piu'schiaffi all'Italia: ne abbiamo presi troppi - conclude - negli ultimi anni".

Ahhh...imagining that irresistible "new car" smell?
Check out new cars at Yahoo! Autos.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl