Segni: "Il berlusconismo ha bloccato il paese, ora il vaccino di Montanelli incomincia a funzionare"

Segni: "Il berlusconismo ha bloccato il paese, ora il vaccino di Montanelli incomincia a funzionare"

Allegati

09/giu/2004 20.17.07 Ufficio stampa Partito dei liberaldemocratici Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

Segni: “Il berlusconismo ha bloccato il paese, ora il vaccino di Montanelli incomincia a funzionare”

 

“Dieci anni fa i referendum elettorali ci diedero istituzioni moderne e una grande speranza di rinnovamento. Le istituzioni sono rimaste, il rinnovamento non c’è stato. Il paese si è innamorato di Berlusconi e si à affidato a lui, e il berlusconismo ha bloccato il cambiamento.” Così ha dichiarato il segretario del Patto, Mario Segni alla manifestazione a piazza Navona, dove il Patto ha concluso la campagna elettorale celebrando l’anniversario del referendum del 9 giugno 1991.

 “Dopo i referendum che hanno spazzato una partitocrazia corrotta occorreva inaugurare una politica trasparente, ispirata al massimo senso dello Stato e al pieno rispetto delle regole. Il conflitto di interessi e il partito azienda hanno mandato un messaggio opposto: leggi e regole non contano niente. Ci voleva una grande liberalizzazione e abbiamo avuto invece il rafforzamento del monopolio nell’informazione. Occorreva - continua Segni - dare un cuore a una politica che l’aveva persa, e si è inaugurata una politica da telenovela americana. L’Italia ha avuto la sfortuna di avere, di fronte a Berlusconi, una sinistra, che tolta la fase dell’ingresso nell’euro, è ricaduta nella vecchia rissosità e vede avanzare un massimalismo alla Bertinotti sempre più forte.”

Conclude Segni: “Per questo noi lanciamo il partito veramente liberaldemocratico, il Patto. Per dieci anni l’Italia si è innamorata di Berlusconi e non c’è stato niente da fare. Ora il vaccino di Montanelli, dopo tre anni di governo, comincia a funzionare e gli italiani aprono gli occhi. E’ quindi arrivato il momento di dire: ricominciamo a lavorare, adesso bisogna realizzare il sogno che dieci anni fa è rimasto incompiuto.”

 

Roma, 9 giugno 2004

 

Ufficio stampa - Katya Camponeschi - Tel. 066786240 - Cell. 3475539583

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl