Renzi corre, gli ippopotami sbadigliano

02/set/2010 16.21.40 arosati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

(ANSA) - FIRENZE, 2 SET - "Matteo Renzi corre, il Pd dovrebbe essere orgoglioso di un giovane primo cittadino che governa bene una città importante come Firenze e si impone sulla scena nazionale conquistando nuovi consensi. Invece no, mentre Renzi va veloce, alcuni  si comportano come gli ippopotami di una canzone di Roberto Vecchioni che 'distesi nel sole sbadigliano piano'". Così, in una nota, il senatore del Pd Andrea Marcucci in merito alle polemiche suscitate da un'intervista rilasciata nei giorni scorsi dal sindaco di Firenze.
"Matteo Renzi - afferma Marcucci - ha detto che l'idea del nuovo Ulivo fa sbadigliare. La raffica di reazioni di molti dirigenti del Pd, fatta di sottili distinguo, di paragoni calcistici, di richiami al galateo e alla prudenza, rischia di far sprofondare il nostro elettorato in un sonno profondo".
Per Marcucci "il Pd deve uscire dal suo torpore e cambiare passo, i voti degli italiani non si raccolgono con le alchimie delle formule o peggio con le ammucchiate incapaci poi di governare insieme ma con l'impegno e i risultati concreti dell'azione politica in Parlamento e sul territorio. Il Pd deve rispettare il suo nome ed essere davvero democratico. Il dibattito sulla classe dirigente aperto da Renzi fa bene al partito, lo sveglia, lo sprona a trovare nuove idee e nuove facce. Bravo Matteo, continua a correre, è quello che serve al Pd, perchè alla fine uno sbadiglio seppellirà gli ippopotami e anche le tartarughe"  (ANSA).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl