comunicato stampa liste d'attesa

Cordialmente, Roberto Piva Approvato il piano regionale per la lotta alle liste di attesa Piva: "Destinati alla provincia di Rimini 700mila euro per il 2011" La Commissione IV "Politiche per la salute e politiche sociali" ha approvato il Piano regionale di governo delle liste di attesa.

Persone Roberto Piva, Roberto Piva Approvato
Luoghi Rimini
Argomenti industry

28/giu/2011 13.43.54 Roberto Piva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Alla cortese attenzione degli organi di informazione
con preghiera di pubblicazione e diffusione.
 
Cordialmente,
Roberto Piva
 

Approvato il piano regionale per la lotta alle liste di attesa

Piva: "Destinati alla provincia di Rimini 700mila euro per il 2011"

 

La Commissione IV “Politiche per la salute e politiche sociali” ha approvato il Piano regionale di governo delle liste di attesa. Il consigliere regionale PD Roberto Piva, vicepresidente della Commissione IV, esprime soddisfazione per il risultato, che rappresenta un nuovo traguardo nel percorso per il contenimento dei tempi di attesa in ambito specialistico ambulatoriale e nelle prestazioni di ricovero.

 

"Per l’anno 2011 - afferma Roberto Piva - saranno ripartiti tra le Ausl della Regione Emilia-Romagna 10.000.000 di euro sulla base del numero di abitanti della provincia e per fasce di età. Alla Provincia di Rimini spetteranno € 706.158. Il 50% di queste somme verrà erogato alla presentazione del Programma attuativo aziendale mentre la restante parte sarà assegnata alla verifica del raggiungimento degli obiettivi fissati attraverso una serie di indicatori qualitativi e quantitativi."

“La novità - prosegue Piva - già indicata dal Piano nazionale, riguarda lo sviluppo di percorsi diagnostici - terapeutici con la definizione dei relativi tempi di attesa (entro 30 giorni per la diagnosi ed entro altri 30 giorni per l’avvio del percorso terapeutico) per le aree cardiovascolare ed oncologica”.

 

"L’obiettivo del nuovo piano - conclude - è quello di effettuare le prestazioni urgenti entro le 24 ore, le urgenti differibili entro 7 giorni, quelle programmabili entro 30 giorni per le visite e 60 per gli accertamenti diagnostici. Tutte le prestazioni della specialistica ambulatoriale saranno oggetto del monitoraggio per verificare la congruità dei tempi di attesa per consentire un’attività di “revisione continua” delle agende delle prenotazioni in modo da agire con rapidità rispetto a discordanze dei tempi considerate eccessive."

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl