Centri prima infanzia: un servizio utile se...

18/nov/2008 18.29.52 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Inserimento a cura del Notiziario delle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it



Centri prima infanzia: un servizio utile se...


Il Centro prima infanzia di via delle Forze armate nasce con i fondi della Legge 285, alla terza ed ultima annualità che il finanziamento prevede.
Saranno garantiti per l'anno prossimo i finanziamenti per proseguire il servizio e farlo rientrare tra i servizi pubblici garantiti dal Comune di Milano?
Siamo anche preoccupati per il fatto che la Giunta (Piano di zona dei servizi sociali 2006-2008) voglia trasformare i già esigui Tempi per le Famiglie (diminuiti da 18 a 10 nel giro di 4 anni) in Centri prima infanzia. Il rischio è che si perda il valore aggiunto che quei servizi avevano e per i quali sono nati: il rapporto costante tra educatrici e famiglie. I Tempi per le famiglie sono luoghi in cui poter giocare con il proprio bambino, luoghi in cui si poteva dialogare e confrontarsi sul proprio ruolo educativo. I Centri prima infanzia possono garantire tutto ciò?
Il servizio comunque può rispondere con la dovuta elasticità alle esigenze sempre maggiori delle famiglie e delle donne milanesi: l'86% degli occupati part-time sono donne e sono in aumento le dimissioni dopo la nascita del primo figlio per mancanza di concessione del part time, motivo del 90% dei casi.
Attenzione però a non inseguire un mercato del lavoro sempre meno rispettoso della parità di trattamento tra uomini e donne e della tutela della maternità e paternità.

Il consigliere comunale Gruppo PD, David Gentili

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl