Alessandro Lualdi (PdL): Il fatto di Miramare: un omicidio che viene da lontano

Alessandro Lualdi (PdL): Il fatto di Miramare: un omicidio che viene da lontano Il Capo Gruppo del PdL al Quartiere n. 3 Alessandro Lualdi interviene sui gravi fatti di cronaca che hanno insanguinato Miramare.

25/giu/2008 11.20.00 Morena Pompignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Capo Gruppo del PdL al Quartiere n. 3 Alessandro Lualdi interviene sui gravi fatti di cronaca che hanno insanguinato Miramare.

Dice Lualdi:" Siamo dovuti giungere ad un assassinio per renderci conto della situazione in cui versa Miramare? E' una domanda che mi pongo dopo avere letto gli interventi di alcuni nostri amministratori e consiglieri comunali. C'è chi inveisce contro il governo e chi spera che finalmente si capisca che Miramare è il Bronx. Nessuno ammette le proprie responsabilità: è come dire che la colpa è sempre del vicino. Nessuno ammette che il degrado, ambientale e sociale, in cui versa Miramare viene da lontano".

Continua Lualdi:" Non posso fare in questa sede la cronistoria delle denunce e delle battaglie fatte in Consiglio di Quartiere per tentare di attirare l'attenzione della Amministrazione Comunale sul disagio del vivere dei miramaresi. Ma come è possibile sottovalutare questi segnali? Non si può creare un alibi come la mancanza delle forze dell'ordine per spiegare questi fatti:i problemi si vivono anche d'inverno".

"Avere sottovalutato il problema -conclude Lualdi- magari per difendere l'immagine turistica, avere sempre snobbato le statistiche negative sulle questioni dell'ordine pubblico (accentando però quelle positive), avere spiegato l'abusivismo commerciale come fenomeno folkloristico, avere lasciato ampie parti del territorio in mano a clandestini e spacciatori di droga, avere trascurato la percezione di insicurezza dei cittadini, avere abbassato la guardia sul dilagare della prostituzione, non avere esercitato controlli sulle residenze, sono queste le cause che, aggiunte al degrado ambientale (assenza di riqualificazione urbana, sporcizia, rumori, mancanza di centri di aggregazione, carenza di strutture civiche ecc) stanno portando, purtroppo, i cittadini a dire che siamo nel Bronx.



--
Morena Pompignoli
Ufficio Stampa
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl