LOMBARDI (FI-PDL) INTEERVIENE SULLA LEGGE REGIONALE SU RIORDINO TERRITORIALE

25/giu/2008 12.30.00 Morena Pompignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

LOMBARDI (FI-PDL): Legge Regionale su riordino territoriale. Risparmi ridicoli sulle Comunità Montane ed occasione persa per tutelare i cittadini contro lo strapotere di Hera.

" Il risparmio di poche migliaia di euro sulle Comunità Montane non può certo essere un elemento qualificante della nuova Legge Regionale sul riordino territoriale ed evidenzia il malcostume clientelare portato avanti per decenni dalla nostra Regione, ora messa alle strette da una normativa europea cui il Governo Prodi ha dato applicazione con ritardo.

In tema di servizi pubblici locali, ai buoni propositi della parte generale non seguono poi norme di dettaglio che vi diano puntuale attuazione.

In concreto, allo strapotere di HERA (gestore) non si contrappone un soggetto regolatore di alto profilo e di indiscussa autorevolezza. La proposta della Giunta inoltre, rimane tutta in ambito "politico" e quindi carente dal punto di vista della autorevolezza tecnica e dalla indipendenza rispetto al gestore.

In pratica agli ATO si sostituiscono direttamente le provincie ed i comuni che, essendo allo stesso tempo soci di HERA, mantengono quel colossale conflitto di interessi che tanto danneggia i cittadini, non garantendo un servizio alla tariffa più equa possibile. Ed infatti gli enti locali, non controllando adeguatamente HERA nel servizio e nella tariffazione, incassano più utili istituendo così una ulteriore tassa occulta sui cittadini.

Infine mi chiedo: con lo scorporo previsto dalla legge di ogni attività imprenditoriale dalle Agenzie di Mobilità che fine farà il TRC attualmente affidato all'Agenzia Tram di Rimini?"



--
Morena Pompignoli
Ufficio Stampa
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl