Rifiuti, Iervolino: Alemanno vuole bruciare il tal quale

22/giu/2010 17.55.02 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il comunicato è disponibile anche in allegato. Grazie e buon lavoro.

Rifiuti, Iervolino: Alemanno vuole bruciare il tal quale

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro di giunta di Radicali Italiani

“In merito alle dichiarazioni di Alemanno, rilasciate a margine
dell'audizione alla commissione parlamentare di inchiesta sugli illeciti
connessi al ciclo dei rifiuti, vorrei ricordare che è la direttiva 31/1999
dell’Unione Europea a stabilire che in discarica possono entrare solo
rifiuti pretrattati cioè quelli depurati dalla raccolta differenziata.
Purtroppo il Governo italiano l’ha applicata solo nel 2005 e, come spesso
accade nel nostro Paese, nei successivi cinque anni è stata bypassata per
via di proroghe annuali generalmente contenute nelle leggi finanziarie.
L’anomalia di Malagrotta è anche questa, si permette di scaricarci il tal
quale. Nel documento regionale di programmazione per l’anno 2010 (a
proposito che fine ha fatto?), era prevista, per la prima volta, la
quantità minima (1.300.000 t.) di rifiuto trattato da conferire nella
discarica di più grande d’Europa, un piccolo segnale di rientro nella
legalità. Ma le ultime dichiarazioni di Alemanno vanno nel senso opposto e
confermano la sua “idea” sul ciclo dei rifiuti: sostituire una discarica
tal quale con un inceneritore tal quale, alla faccia delle direttive
europee e delle leggi vigenti.”


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl