Rifiuti , Iervolino: Alemanno vuole bruciare il "tal quale"

21/ott/2010 18.35.19 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il comunicato è disponibile anche in allegato, grazie e buon lavoro!

Rifiuti, Iervolino: Alemanno vuole bruciare il “tal quale”

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro della giunta di Radicali
Italiani

“Pensare che la chiusura di Malagrotta sia collegata alla costruzione di
un nuovo impianto di termovalorizzazione è semplicemente ridicolo.
Alemanno vuole passare dal conferimento in discarica alla combustione del
“tal quale”, continuando a non rispettare la normativa europea che viene
annualmente bypassata attraverso proroghe di regime. La
termovalorizzazione è una tecnica prevista da Bruxelles ma a patto che i
rifiuti in entrata siano quelli pretrattati. Ad oggi il Lazio non ha gli
impianti sufficienti né per trattare il materiale da conferire in
discarica, né per inviarlo alla combustione. Allo stato attuale è illegale
la discarica di Malagrotta e sarebbe illegale anche l’impianto di Albano,
a riprova della giustezza di tale ragionamento, il 1 ottobre la
Commissione Europea ha deciso di inviare all’Italia una lettera di
costituzione in mora in quanto, a tre anni dalla sentenza di condanna
emessa dalla Corte di giustizia dell’UE, il piano programmatico per la
gestione dei rifiuti nel Lazio, non è ancora conforme alla legislazione
europea.”



Massimiliano Iervolino
Membro di Giunta di Radicali Italiani
via di Torre Argentina 76
00186 Roma
3453652220
m.iervolino@radicali.it
www.massimilianoiervolino.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl