Rifiuti, Iervolino: Il rischio Napoli si evita con la programmazione

Rifiuti, Iervolino: Il rischio Napoli si evita con la programmazione Il comunicato è disponibile anche in allegato, grazie e buon lavoro.

22/ott/2010 15.38.30 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il comunicato è disponibile anche in allegato, grazie e buon lavoro.

Rifiuti, Iervolino: Il rischio Napoli si evita con la programmazione

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro della giunta di Radicali
Italiani

La Regione Lazio ha problemi strutturali nell’ambito dei rifiuti ma
Alemanno continua a collegare la chiusura di Malagrotta con l’apertura di
un nuovo impianto di termovalorizzazione. Purtroppo non è così “semplice”
come la racconta il Primo cittadino della Capitale. La Regione Lazio ha
bisogno di un piano dei rifiuti che preveda: il superamento della
racconta multi materiale, il passaggio dalla tariffa parametrica a quella
puntuale o semi puntuale, la costruzione di impianti di compostaggio e di
trattamento meccanico biologico, la valorizzazione delle materie prime
seconde e la creazione di un marchio di alta qualità del materiale di
compostaggio. Tutto questo deve essere concepito in stretta
collaborazione con i cittadini. La gestione dei rifiuti non può essere
considerata come una questione esclusivamente organizzativa, ma è un
sistema che mette al centro il comportamento e la partecipazione della
popolazione.



Massimiliano Iervolino
Membro di Giunta di Radicali Italiani
via di Torre Argentina 76
00186 Roma
3453652220
m.iervolino@radicali.it
www.massimilianoiervolino.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl