Malagrotta , Iervolino: Alemanno conferma implicitamente l'allargamento a "Testa di Cane"

Infatti, parlando del nuovo sito promesso dalla Polverini, annuncia che una volta individuato si porrà l'obiettivo di chiudere la discarica più grande d'Europa entro il 2012.

28/apr/2011 18.15.02 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il comunicato è disponibile anche in allegato, grazie e buon lavoro!

Malagrotta, Iervolino: Alemanno conferma implicitamente l’allargamento a
“Testa di Cane”

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro di giunta di Radicali Italiani

Il sindaco Alemanno con la dichiarazione di oggi - in merito alla chiusura
della discarica di Malagrotta- non fa altro che confermare implicitamente
la scelta di allargarla verso l’area denominata “Testa di Cane”. Infatti,
parlando del nuovo sito promesso dalla Polverini, annuncia che una volta
individuato si porrà l'obiettivo di chiudere la discarica più grande
d’Europa entro il 2012. Questo vuol dire che Alemanno e la Polverini sono
pronti ad accettare l’offerta che hanno ricevuto a fine dicembre 2010
dall’Ing. Rando, quindi autorizzeranno per Malagrotta volumetrie
straordinarie, magari nascondendo questa operazione attraverso
l’indicazione di un nuovo fantomatico sito che comunque non entrerà a
regime prima del 2013/2014. Tutto ciò conferma quanto da giorni diciamo,
la discarica per come è stata approvata può andare avanti al massimo fino
a giugno/luglio 2011, a meno che, ed è quello che faranno, non si
autorizzi il suo allargamento, per 5.000.000 di mc, verso l’area
denominata “Testa di Cane”. Questo vorrebbe dire ulteriori due o tre anni
di autonomia per Malagrotta. In merito al suo ampliamento è stata
presentata una interrogazione dai consiglieri regionali della Lista Bonino
Pannella, Rossodivita e Berardo, che ad oggi non ha ottenuto nessuna
risposta. Purtroppo si continua a parlare esclusivamente di discariche
mentre all’Unione europea è stato presentato un piano dei rifiuti che
prevede la raccolta differenziata al 60% entro il 2011, inoltre
all’interno di questo documento hanno volutamente omesso Malagrotta visto
che, sono loro stessi ad ammetterlo, trattasi di sito che non rispetta le
normative comunitarie! Sciaguratamente i rifiuti di Roma e del Lazio
continueranno a buttarli in discarica mentre per il 2011 l’Ama aumenta la
TARI in media del 12%.


Massimiliano Iervolino
Membro di Giunta di Radicali Italiani
via di Torre Argentina 76
00186 Roma
3453652220
m.iervolino@radicali.it
www.massimilianoiervolino.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl