Pensioni: il Governo abolisca subito lo scalone Maroni e rispetti gli impegni presi con i cittadini

17/gen/2007 21.10.00 Radicali di sinistra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


   

 
Pensioni: il Governo abolisca subito lo scalone Maroni e rispetti gli impegni presi con i cittadini 
 
Comunicato stampa      

Roma, 17 gennaio 2007 
  
Da settimane si sente parlare di riforma delle pensioni da parte del Governo, dell’opposizione e della stampa.
I Radicali di Sinistra - www.radicalidisinistra.it - ritengono che, al di là del mare di dichiarazioni che ogni giorni vengono rilasciate sull’argomento, una sola cosa valga in materia: rispettare i patti.
Occorre quindi abolire l’improvvido scalone Maroni, così come l’Unione si è impegnata a fare nel proprio programma; programma sul quale, lo ricordiamo al Governo, si fonda la vittoria alle scorse elezioni politiche.
Nel caso estremo in cui vi fossero problemi di copertura e solo in quel caso, i Radicali di Sinistra propongono al Governo di stilare quanto prima una lista dei lavori usuranti, di quei lavori che realmente mettono a dura prova i lavoratori ogni giorno.
Sulla base di tale lista, i Radicali di Sinistra chiedono la completa abolizione dello scalone per i lavoratori che rientrano in essa, mentre, per gli altri, riteniamo essenziale che lo scalone sia sostituito da un meccanismo ben più graduale e spalmato nel tempo.
Infine, auspichiamo che il Governo accolga le richieste delle rappresentanze sindacali circa la non automaticità del ritocco dei coefficienti previsti dalla Riforma Dini, in quanto sono necessari diversi interventi mirati, che riportino a livelli accettabili il potere d’acquisto di tutte le pensioni. 
 
 
Fabrizio Cianci
Segretario politico dei Radicali di Sinistra
 
www.radicalidisinistra.it    
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl