Comunicato stampa

04/giu/2008 15.07.00 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pillola del giorno dopo: domani il Gip di Roma deciderà se archiviare le
accuse a carico dei medici obiettori di coscienza

Dichiarazione dell’avv. Alessandro Gerardi e di Massimiliano Iervolino,
Segretario dell’associazione Radicali Roma:


"Domani si svolgerà l’udienza in camera di consiglio all’esito della quale
il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Roma, dott.
Claudio Mattioli, deciderà se archiviare le accuse contro i medici
obiettori di coscienza. Il predetto procedimento giudiziario tra spunto da
una nostra denuncia avanzata nei confronti di alcuni medici operanti
all’interno delle strutture sanitarie pubbliche i quali si erano rifiutati
di prescrivere il Norlevo ad una paziente che ne faceva urgente richiesta.
Domani, pertanto, per la prima volta in un’aula giudiziaria, tenteremo di
dimostrare che, così come per i contraccettivi in genere, anche per la
c.d. “pillola del giorno dopo” il richiamo all’obiezione di coscienza non
è né previsto né consentito dalla legge e che quindi la mancata
prescrizione del principio farmacologico in questione ad opera del singolo
medico integra a tutti gli effetti gli estremi del delitto di omissione di
atti d’ufficio e/o di interruzione di pubblico servizio."




www.radicaliroma.com


Massimiliano Iervolino
Segretario dell'Associazione Radicali Roma
via di Torre Argentina 76
00186 Roma
3453652220
m.iervolino@radicali.it
www.radicaliroma.com



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl