Scuola , Bacaro: “Anno scolastico nuovo, problemi antichi”

19/set/2008 13.22.05 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Scuola, Bacaro: “Anno scolastico nuovo, problemi antichi”

Dichiarazione di Demetrio Bacaro, tesoriere dell’Associazione Radicali Roma:

”Mentre la maggior parte degli alunni romani e' tornato a frequentare le
lezioni gi da qualche giorno, in una scuola dell'estrema periferia sud
della capitale, a Morena, si attende ancora di poter iniziare, complice il
ritardo sul termine dei lavori iniziati a giugno.
Venuti a sapere dello scandaloso ritardo con il quale torneranno in aula i
bambini delle elementari e medie dell'Istituto Comprensivo Fontanile
Anagnino, ci siamo chiesti se lo stato di cose fosse noto agli
amministratori capitolini. Innanzitutto vorremmo invitare l'assessore alla
scuola, Marsilio, a partecipare all'inaugurazione dell'anno scolastico in
quell'Istituto, che potr avvenire solo luned prossimo; sarebbe
l'occasione di poter sperimentare direttamente cosa significhi tornare fra
i banchi spostati di aula, fra percorsi di"guerra" pericolosissimi
dribblando materiali ed attrezzature di cantiere, con la palestra
trasformata in deposito cantieristico temporaneo, la mensa inagibile (si
mangeranno panini in quella scuola, invece di pasti caldi, per almeno 20
gg) e molti bagni fuori uso.
Ci e' perfettamente chiaro che l'esposizione mediatica favorevole delle
inaugurazioni di strutture nuove, in zone politicamente amiche, sia
decisamente pi gratificante; ma vorremmo chiedere alla Marsilio e magari
al sindaco Alemanno: non avrebbero dovuto essere gli amministratori di
tutti? Perch una dichiarazione cos scopertamente banale e peraltro gi
prevista dal ruolo che si e' scelto, viene disattesa tanto palesemente
dopo solo poche settimane? L'Assessore Marsilio vuole continuare ad
occuparsi di sollecitazioni al ministro circa l'istituzione delle quote
sugli immigrati pro classe, a favorire le insegnanti di religione
cattolica, a tagliare nastri al centro della citt, magari ammiccando alle
riforme del maestro unico del Ministro favoleggiando di nullafacentismo i
docenti, o vorr invece occuparsi di scoprire se ci sono stati illeciti e
ritardi da parte delle ditte vincitrici d"appalto nella scuola di Morena?
Vorr chiedere scusa a bambini e genitori per essersi distratta dai suoi
compiti istituzionali di garantire l'insegnamento dell'obbligo
soprintendendo al funzionamento delle strutture? Sapr rinunciare al
consenso scontato, per calarsi nel ruolo pi umile ma necessario di
risolutore delle istanze? Luned mattina alle 8.30 suoner la campanella
in quella scuola disagiata, bambini e genitori l'aspetteranno Assessore,
consapevoli per che la politica vola alto, ha "impegni precedenti" ed
esprimer rammarico per non poterci essere; ma stia tranquilla ci saranno
le maestre ad accoglierli, con la dedizione, la competenza e l'affetto di
sempre, per insegnar loro nonostante tutto anche le regole del convivere
civile e della democrazia; anche se dipinte spesso come l'anticamera dei
parassiti sociali. Non dimentichi di informare il Ministro dell'esistenza
di queste realt, quando trover, l'On. Gelmini, il tempo rubandolo
necessariamente all'esposizione mediatica dell'inaugurazione di scuole a
San Giuliano di Puglia accanto a premier benedicenti o pastorali.
A quando una scuola riqualificata, garantita e sicura? Dovremo attendere
gli sfortunati esiti dell'ennesima riforma salvifica nei propositi e
fallimentare negli esiti o si pu cominciare a sperare in una politica di
prossimit, magari da parte di amministratori meno mediaticamente esposti
e pi civicamente impegnati? I bambini ed i genitori di Morena l'aspettano
Assessore e la campagna elettorale e' finita...ora ci vogliono fatti.
Intanto i Radicali continueranno a stimolarla, su questi ed altri aspetti
della scuola, sempre in attesa di alcune risposte....”

www.radicaliroma.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl