Anagrafe degli eletti , Iervolino: “Nessun baratto, Alemanno rispetti lo statutostatuto”

Questo vuol dire che, per lo statuto del Comune di Roma (art.8 comma 2), tale proposta andava discussa entro il 24 giugno.

06/nov/2009 14.23.48 Associazione Radicali Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il comunicato disponibile anche in allegato. Grazie e buon lavoro!

Anagrafe degli eletti, Iervolino: “Nessun baratto, Alemanno rispetti lo
statuto”

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro della direziona nazionale
di Radicali Italiani e primo firmatario della proposta di delibera
popolare recante “Anagrafe degli eletti”

“Le dichiarazioni del sindaco Alemanno sono sconcertati, propone un
“baratto” (test antidroga per anagrafe) al Presidente Zingaretti, quando
sa benissimo che la proposta di iniziativa popolare recante “anagrafe
pubblica degli eletti” stata depositata in Campidoglio grazie alla
sottoscrizione di 7.500 cittadini romani. Questo vuol dire che, per lo
statuto del Comune di Roma (art.8 comma 2), tale proposta andava discussa
entro il 24 giugno. Tutto ci non avvenuto e lui, firmatario di quella
delibera, il primo responsabile del non rispetto delle regole. Lui pu
chiedere tutto e fare tutto quello che vuole, compreso il test antidroga
(non previsto in nessuna legge e in nessun statuto), ma i cittadini
firmatari, e non, gli chiedono innanzitutto di rispettare le regole. Altro
che baratto!”





Massimiliano Iervolino
Membro della Direzione Nazionale di Radicali Italiani
via di Torre Argentina 76
00186 Roma
3453652220
m.iervolino@radicali.it
www.massimilianoiervolino.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl