comunicato PRC: Il Bilancio comunale preventivo 2007 ed il futuro della giunta Genovese

Siamo consapevoli che la pesante eredità delle precedenti amministrazioni ci ha condotto sempre più sull'orlo del dissesto finanziario, ma sarebbe stato più opportuno, proprio per tale allarmante situazione, che un momento così importante nella vita di un comune come il Bilancio puntasse ad un maggior coinvolgimento dei cittadini e delle forze di maggioranza al fine di concordare scelte coraggiose in direzione della riduzione degli sprechi e della qualificazione della spesa sociale, per attuare il programma elettorale e per imboccare certo la strada del risanamento dei conti ma, ad esempio, senza inasprire ulteriormente la pressione fiscale sui cittadini.

19/lug/2007 12.00.00 Rifondazione Comunista -circolo Peppino Impastato- Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

  Partito della Rifondazione Comunista

  Federazione di Messina

  Via S. Paolo dei disciplinanti , is. 369 n. 37  - 98122 Messina . Tel 09044236 e mail       prc.impastato@tiscali.it                                  

 

 

 

 

 

Alla c.att.ne dei capiservizio delle testate in indirizzo

Alla c.att.ne del caposervizio cronmaca di Messina della Gazzetta del Sud

 

Comunicato stampa

 

 

Il Bilancio comunale preventivo 2007 ed il futuro della giunta Genovese

L’approvazione del bilancio comunale chiude una fase del percorso della giunta Genovese che spinge ad una profonda riflessione sul presente e sul futuro dell’alleanza di centro-sinistra.

Siamo consapevoli che la pesante eredità delle precedenti amministrazioni ci ha condotto sempre più sull’orlo del dissesto finanziario, ma sarebbe stato più opportuno, proprio per tale allarmante situazione, che un momento così importante nella vita di un comune come il Bilancio puntasse ad un maggior coinvolgimento dei cittadini e delle forze di maggioranza al fine di concordare scelte coraggiose in direzione della riduzione degli sprechi e della qualificazione della spesa sociale, per attuare il programma elettorale e per imboccare certo la strada del risanamento dei conti ma, ad esempio, senza inasprire ulteriormente la pressione fiscale sui cittadini.

Fin da ora è necessario lavorare per avviare un percorso innovativo con un maggiore coinvolgimento dei cittadini e  dell’intera maggioranza al fine di farsi trovare al prossimo appuntamento del bilancio con alle spalle un percorso condiviso e dal basso che segni veramente una discontinuità con il passato. In caso contrario il PRC avrebbe serie difficoltà a condividere il prossimo anno un bilancio che non rispecchia le caratteristiche sopra richiamate!

Il voto favorevole del PRC al bilancio non ci induce comunque a rinunciare oggi a porre in evidenza alcune tematiche, non presenti nel bilancio appena approvato ma strettamente legate ad esso, che riteniamo debbano trovare quanto prima l’attenzione della giunta e del consiglio comunale al fine di aprire una nuova fase di rilancio della giunta  e far capire alla città che il centro-sinistra alla guida del Comune può rappresentare una svolta storica per il rilancio di Messina.

In particolare evidenziamo la necessità di avviare l’attuazione di fondamentali strumenti di pianificazione che consentirebbero di incidere maggiormente su tematiche quali la partecipazione dei cittadini, l’ambiente, l’energia, il verde urbano. Pensiamo ad esempio al BILANCIO PARTECIPATIVO, tramite il quale i cittadini partecipano direttamente al fine di  concorrere a destinare quote d’investimenti del piano finanziario del loro Comune e le cui procedure andrebbero attivate da subito per potere incidere già dal prossimo bilancio comunale; il BILANCIO AMBIENTALE, strumento di pianificazione fondamentale al fine anche di ottimizzare la spesa ambientale e rendere trasparente l’azione della pubblica amministrazione in un campo così delicato come quello ambientale, da raccordare con interventi ed atti fondamentali come l’AGENDA 21 e l’implementazione del GREEN PUBBLIC PROCUREMENT  (i cosiddetti Acquisti verdi della Pubblica Amministrazione), previsto per il 30% degli acquisti della pubblica amministrazione; il PIANO ENERGETICO COMUNALE; il cui obiettivo è quello di raccordarsi con altri strumenti pianificatori comunali (prg) al fine di un uso razionale dell’energia, favorire lo sviluppo di energie alternative, ridurre le emissioni di gas climateranti, oltre che indispensabile per avviare finalmente quell’AGENZIA PER L’ENERGIA di cui si parla nel programma del sindaco e che consentirebbe di fare di Messina “un grande laboratorio per lo studio e l’utilizzo di fonti energetiche alternative al petrolio e al carbone”; il PIANO DEL VERDE, per l’incremento del verde urbano e soprattutto di nuove aree verdi ed aggregative socialmente in quartieri che ne sono assolutamente sprovvisti.

Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane ci attiveremo affinché le suddette tematiche possano avere la dovuta attenzione in atti amministrativi e solleciteremo con più forza la necessità di un incontro con le forze di maggioranza per un confronto ad ampio raggio (“Oro grigio”, PRG, PRG del porto, PRUSST, Zona falcata, affaccio a mare, dismissioni, privatizzazioni, lavoro precario, vivibilità urbana, ecc..) per consolidare e rilanciare l’esperienza di governo della città.

 

Messina, 17 Luglio 2007                          Il segretario del circolo Peppino Impastato

   (Daniele Ialacqua)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl