congresso cittadino del PRC

11/lug/2008 17.20.00 Rifondazione Comunista -circolo Peppino Impastato- Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

  Partito della Rifondazione Comunista

  Federazione di Messina

  Via S. Paolo dei disciplinanti , is. 369 n. 37  - 98122 Messina . Tel 09044236 e mail       prc.impastato@tiscali.it                                  

 

 

 

 

 Alla c.a. dei capiservizio delle testate in indirizzo

Alla c.a. del caposervizio cronaca di Messina della Gazzetta del Sud

 

Comunicato Stampa

 

CONGRESSO DEL PRC: A MESSINA-CITTA' VINCE VENDOLA

 

Si è svolto sabato scorso, 5 luglio, il congresso cittadino del Partito della Rifondazione Comunista. Per l'intera giornata militanti e dirigenti del partito hanno discusso sulla relazione del segretario uscente, Daniele Ialacqua, e sulle 5 mozioni congressuali, animando un ricco dibattito sulle cause della sconfitta alle ultime tornate elettorali e sul rilancio di Rifondazione e dell'intera sinistra.

Diverse le ipotesi politiche in campo: quella dei sostenitori dell'ex ministro Ferrero più legata all'identità tradizionale dei comunisti e alla centralità nell'intervento nel sociale, aperta al confronto con i movimenti e la società civile e disponibile alla ricomposizione della sinistra quella portata avanti da Nichi Vendola.

Un  utile contributo alla discussione è venuto dagli interventi degli ospiti: Peppino Restifo per la Rete Verde per l'ecologia sociale, il candidato sindaco della sinistra alle amministrative dello scorso 15 giugno Rosario Ansaldo Patti, Beniamino Ginatempo, di Sinistra Democratica e Renato DeLuca, dell'associazione lega delle autonomie locali.

Il voto espresso dalle iscritte e dagli iscritti sulle mozioni nazionali ha visto la prevalenza del documento firmato da Nichi Vendola "manifesto per la Rifondazione" con una percentuale del 49,23%;  la mozione dell'ex ministro della solidarietà sociale Paolo Ferrero ha invece raccolto il 21,54% mentre il documento dell'area "Falcemartello" ha raggiunto il 23,08 % dei consensi. Alla 5 mozione "disarmiamoci" è andato il 6,15% dei voti congressuali, zero  voti , invece, alla mozione che fa capo nazionalmente a Gianluigi Pegolo e Fosco Giannini, che propone la costituente comunista con il PDCI.

Al termine del congresso è stato eletto un direttivo profondamente rinnnovato e  caratterizzato dalla presenza di molti giovani,  che - nella sua prima seduta, ha riconfermato Daniele Ialacqua alla segreteria.

L'addetto stampa

Tonino Cafeo

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl