SPADONI (UdC):"MOBILITA’ PUBBLICA INADEGUATA"

Il servizio di trasporto pubblico ha sempre rappresentato l'anello debole del complesso sistema riguardante i collegamenti.

Luoghi Bologna, Ravenna, Ferrara, Rimini
Organizzazioni Udc
Argomenti trasporti, ferrovia

04/lug/2011 11.10.41 Morena Pompignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il servizio di trasporto pubblico ha sempre rappresentato l’anello debole del complesso sistema riguardante i collegamenti.

Appare davvero assurdo, ma la mobilità pubblica, dagli autobus ai treni locali, doveva compiere uno sforzo importante in tema d’innovazione e di competitività, per rispondere prima di ogni altra cosa al bisogno dei pendolari e, non di meno, all’esigenza di abbassare i livelli d’inquinamento del territorio emiliano romagnolo. Stando ai fatti, dunque, quest’obiettivo appare tuttora lontano da raggiungere.

Peraltro la stessa iniziativa regionale di tariffazione integrata dei trasporti con l’adozione del biglietto unico, meglio conosciuta come “progetto Stimer” alla cui base vi era la razionalizzazione del sistema, il contenimento dei livelli d’inquinamento e di sicurezza, pare abbia perseguito l’unico obiettivo di realizzare un aumento generale dei titoli di viaggio.

I biglietti, infatti, hanno subìto un aumento sensibile, a cominciare da quelli locali imposti da ATM, cui paradossalmente non ha corrisposto il miglioramento dei servizi erogati, ma addirittura, sono state eliminate numerose corse giornaliere a discapito dei cittadini. Analoga situazione per il trasporto su rotaie sul quale da decenni gli enti locali avrebbe dovuto investire come obiettivo strategico ineludibile, tenuto conto della tragica rete stradale di cui è dotato il territorio, e, dall’altra, dei preoccupanti dati d’inquinamento da polveri sottili che imperversano nella regione.

I collegamenti su rotaia per Bologna e Rimini e quelli diretti a Ferrara, sono un esempio di perdurante inadeguatezza del sistema di trasporto ferroviario locale, anch’esso coinvolto, tra l’altro, nella lista degli aumenti del trasporto pubblico.

Senza, dunque, una politica seria tesa a migliorare il sistema di trasporto pubblico è impensabile il rilancio del territorio e del suo turismo, è improponibile la candidatura di Ravenna a capitale della cultura, così come appare assolutamente inadeguato tale sistema alle legittime dei pendolari.

http://facebook.com/gianfranco.spadoni

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl