Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: La Storia si rispetta! Ricordiamo i Martiri delle Foibe!

Allegati

27/gen/2005 17.16.09 Stefano Castellino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento
 
Forza Italia Giovani Palma:

La Storia si rispetta!

 

 

L’ultima uscita del direttivo dal nefasto nome, Palmiro Togliatti, dimostra una visione della Storia di parte e faziosa.

Entrando nel merito, la formalità di chi ha dichiarato le sanzioni, e quesito pretestuoso quanto elementare: la Società delle Nazioni era politicamente controllata da Francia e Gran Bretagna è il fantomatico intervento militare non avrebbe mai potuto aver luogo perché la Società delle Nazioni non possedeva esercito alcuno.

Inoltre è alquanto ipocrita definirsi Democrazie moderne esportatrici di civiltà, preoccupandosi delle sorti dell’Etiopia, possedendo imperi coloniali immensi.

Sconcerta l’immotivata quanto scontata esterofilia della sinistra, male evidentemente incurabile.

Vorremmo ricordare agli amici Diessini la recente pubblicità che ha protagonista un mito come Gandhi, quali sanzioni ha subito l’Inghilterra per l’esportazione della Democrazia in India?

Comunque la rimozione con relativo danneggiamento è ingiustificabile, la Storia è Storia e si rispetta, il restauro è indispensabile come il recupero delle frasi in essa contenute, barbaramente cancellate.

Sarebbe interessante conoscere chi ha permesso tale scempio?

La cosa che colpisce di più, però, è il silenzio su un problema, forse, più importante, aver dedicato una via di Palma al Maresciallo Killer Tito, carnefice di migliaia di uomini, donne, e bambini, che la sola colpa di essere Italiani, di amare il Tricolore.

“ In una cittadina siciliana vi è stato chi ha avuto il coraggio e la sfrontatezza di onorare un personaggio storico le cui mani grondarono di sangue italiano e non solo italiano, e che fu il carnefice morale, se non materiale, di migliaia di nostri connazionali al fine di “pulire etnicamente” delle terre che furono italiche sino dai tempi di Roma e di Venezia.”

Dalla prefazione del saggio Albo D'oro Dei Fratelli Siciliani Caduti Per L'italianita' Della Venezia Giulia, Istria E Dalmazia del Dott. Giorgio Rustia commentando il fatto in questione.

Ironia della sorte, l’artefice di tale misfatto, forse cosciente dell’abominevole gesto, ha posto tale dedica, nella strada che conduce al cimitero.

Quale valenza educativa storica e pedagogica ha tale dedica?

Il responsabile di tale misfatto non sente di dover chiedere scusa e perdono all’intera nazione, all’intera umanità?

 

 

IL COORDINAMENTO COMUNALE GIOVANILE DI FORZA ITALIA

DI

PALMA DI MONTECHIARO

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl