Comunicato de L'Altro Sud-UDS

L'ALTRO SUD SCENDE IN CAMPO PER DIFENDERE I CANTIERI DI CASTELLAMMARE Mentre continua l'agonia di gran parte delle realtà industriali del Mezzogiorno, lo storico cantiere di Castellammare di Stabia potrebbe, prossimamente, diventare un semplice "approdo turistico".

Allegati

27/feb/2011 21.08.00 L'Altro Sud-UDS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
L'ALTRO SUD SCENDE IN CAMPO PER DIFENDERE I CANTIERI DI CASTELLAMMARE
 
Mentre continua l'agonia di gran parte delle realtà industriali del Mezzogiorno, lo storico cantiere di Castellammare di Stabia potrebbe, prossimamente, diventare un semplice "approdo turistico". E' questa una scelta inaccettabile, scriteriata, che distruggerebbbe secoli di professionalità e con conseguenze sociali drammatiche dal punto di vista economico e sociale sulla realtà stabiese. Un altro gioiello della tradizione lavorativa meridionale si avvia, dunque, a sparire. "E dai nostri politici - dichiara il presidente de L'Altro Sud Antonio Gentile - ci si aspetterebbe una reazione veemente, indignata, da barricata per difendere gli interessi dei lavoratori e invece... niente. Castellammare muore e loro si affannano a cercare un posto al tavolo del bunga bunga meneghino". L'Altro Sud, da sempre attivo in favore degli operai del cantiere stabiese, attiverà una serie di iniziative per far si che Castellammare non perda la sua originaria vocazione di costruzione navale e possa tornare presto ad essere uno dei motori industriali della nuova Campania.  
 
L'Ufficio stampa
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl