Giornata della Memoria. Ricordare e continuare a vigilare sui lati oscuri della propria storia

Allegati

27/gen/2006 09.29.43 Radicali di sinistra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

Comunicato stampa

Giornata della Memoria. Ricordare e continuare a vigilare sui lati oscuri della propria storia  
   
In occasione della giornata della Memoria, i Radicali di Sinistra ribadiscono il loro impegno affinché sia sempre viva la memoria storica, soprattutto di fronte ai nuovi emergenti revisionismi e nella consapevolezza che i popoli senza memoria sono destinati a reitare le stesse barbarie.
L'antisemitismo purtroppo non è ancora legato al passato, ma è ancora sin troppo vivo, troppi sono ancora i tentativi di voler rimuovere dalla memoria collettiva lo stato di disprezzo e di emarginazione sfociato nel momento piu basso che la storia umana abbia mai conosciuto: nazismo e Olocausto.
Ma siamo qui anche a ricordare tutti i perseguitati del nazismo e dell'odio: omosessuali, rom, handicappati e prostitute.
Ricordiamo queste persone che ancora oggi versano in uno stato di totale emarginazione sociale e, ancor più grave, di discriminazione; proprio in questo periodo è particolarmente evidente il tentativo da parte di gran parte della classe dirigente di voler continuare ad escludere tutte queste persone dai loro programmi e di farli versare in uno stato di abbandono e di invisibilità, e quando se ne parla farli apparire come elementi negativi, addirittura rischiosi per la sicurezza e il benessere delle famiglie.
La giornata della Memoria, quindi, per i Radicali di sinistra è un momento per fare bilanci, per ricordare ma anche per invitare la nostra Comunità a usare la nostra libertà per costruirne di nuova per chi non ne ha.
Non è raro imbattersi per le strade e vedere tappezzate le mura della propria città di manifesti di partiti o liste civiche piene di messaggi razzisti, omofobi e "nazisti" e di come questi vengano tollerati dalla gente, in alcuni casi anzi trovano un certo consenso.
Ecco perché riteniamo fondamentale e urgente difendere la memoria storica, e di far emergere quella non detta né raccontata, perché la barbarie nazifascista può ritornare, i suoi germi sono ancora presenti nei partiti e nella società italiana: perché certe mostruosità possono ritornare e in parte esistono ancora.
Ricordare le aberrazioni del passato e in luce di questo indignarsi delle aberrazioni del presente.
 
Fabio Sannino
Responsabile diritti civili dei Radicali di sinistra
diritti@radicalidisinistra.it
 


 


Radicali di sinistra . il movimento dei cittadini libertari laici ecologisti . www.radicalidisinistra.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl