Bilancio sulle candiature laiche nella CdL

Bilancio sulle candiature laiche nella CdL

09/mar/2006 03.01.01 Italia Laica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Bilancio sulle candiature laiche nella CdL

 

Camera dei Deputati

 

Non ci sono liste laiche ma solo i candidati del Nuovo Psi e di alcuni movimenti socialisti (in lista con la Dc) in tutta Italia

 

Senato della Repubblica

 

Pli in Campania e Lombardia .

 

Pri in Campania, Calabria, Basilicata, Puglia, Molise e Marche.

 

Candidati del Nuovo Psi (in lista con la Dc) in Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Umbria e Veneto. In Sicilia sosterrà le liste di Nuova Sicilia.

 

RL non ha emesso dati ufficiali

 

A questi si aggiungano alcuni esponenti inseriti per “diritto di tribuna” nelle liste di Forza Italia, da sottolineare però che diversi esponenti laici di quest’ultimo movimento non sono stati candidati.  

 

La situazione certo non è delle migliori, si è persa la capacità di progettare linee politiche vista alle Europee nel 2004 con la lista Socialisti Uniti (che ospitò anche dei liberali) e sopratutto con le Regionali ove in varie regioni si presentò la lista comune dei laici nella CdL ottenendo buoni risultati.

 

Per questo Italia Laica auspica che una volta in Parlamento i vari eletti facciano fronte e gruppo comune per promuovere iniziative di governo legate alla cultura laico riformista. Sarebbe, a nostro avviso, inoltre opportuno lo sviluppo di un dialogo tra i diversi movimenti che porti a liste comuni già dalle elezioni amministrative.


Italia Laica






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl