Diritti civili Doppio appuntamento a Napoli

09/mar/2006 16.11.59 Radicali di sinistra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Liberare i diritti
Liberare l'Italia
 
L'ArciGay di Napoli incontra i Radicali di sinistra

Appuntamentodomani venerdì 10 marzo

a partire dalle ore 18,30
presso il Circolo Arcigay di Napoli
Vico San Geronimo, 19

info: diritti@radicalidisinistra.it



Sempre a Napoli, dalle 17 alle 18
Volantinaggio e sit in dei Radicali di sinistra all'Università Federico II per i PACS, il riconoscimento della pluralità dei modelli di famiglia e l'estensione anche alle coppie e famiglie omosessuali degli stessi diritti di quelle eterosessuali, la fine delle discriminazioni delle persone transessuali e transgender

Uguali diritti per tutti

L'impegno dei Radicali di sinistra per i diritti civili

 

Ancor più che sul piano economico, il declino dell'Italia riguarda le libertà civili e il ritardo siderale accumulato sul piano dei diritti rispetto ad altri Paesi dell'Unione Europea.

 

Garantire e riconoscere pubblicamente la libertà di tanti cittadini e cittadine di esistere alla luce del sole, secondo la nostra Costituzione, rappresentano un dovere politico ed istituzionale.

 

Per queste ragioni, i Radicali di sinistra www.radicalidisinistra.it sin dall'inizio del loro impegno politico considerano centrale il tema dei diritti: diritto a una vita dignitosa e non precaria, diritto alla sicurezza sociale, diritto all'autodeterminazione e, in generale, l'applicazione dell'articolo 3 della Costituzione, perché tutti i cittadini siano uguali di fronte alla legge, senza discriminazione.

 

L’impegno per la dignità umana e per la libera espressione della personalità attraverso la creazione delle necessarie condizioni ambientali e di vita, il miglioramento della qualità della vita per questa e le prossime generazioni, indipendentemente da provenienza, scelte di genere o convinzioni personali, rappresentano per i Radicali di sinistra un terreno prioritario di lotta e di piattaforma rivendicativa.

 

Riteniamo prioritario il riconoscimento della pluralità dei modelli di famiglia e l'estensione anche alle coppie e famiglie omosessuali degli stessi diritti di quelle eterosessuali, la fine delle discriminazioni delle persone transessuali e transgender, attraverso un'iniziativa politica e legislativa che rispetti, tuteli e valorizzi i percorsi esistenziali di tutti i cittadini.

 

 

Liberare i diritti, liberare le persone

 

1.

Per una moderna legislazione contro le discriminazioni

Vogliamo la riforma urgente della Legge Mancino in una formulazione più estensiva ed evoluta che:

- includa anche i cittadini omosessuali e transessuali, principali vittime dei reati d'odio;

- proibisca ai datori di lavoro di negare l'assunzione o di licenziare o di retrocedere nella carriera una persona in ragione di diverso orientamento sessuale e di genere, religioso e che impedisca -per le stesse ragioni- l’accesso a diritti quali la casa o la stipula di polizze assicurative.

 

2.

Riconoscimento della pluralità dei modelli di convivenza e di famiglia

- Chiediamo il pieno riconoscimento della pluralità dei modelli di famiglia, per la non discriminazione in base all'orientamento sessuale e di genere, il riconoscimento anche per i single del diritto all’affido e all’adozione di minori.
- Vogliamo che i cittadini omosessuali possano scegliere fra le stesse alternative giuridiche a disposizione dei cittadini eterosessuali. Siamo per una riforma del Codice civile che estenda l’istituto del matrimonio, i diritti e i doveri relativi anche alle coppie omosessuali.

- Riteniamo doveroso e urgente il riconoscimento giuridico delle coppie e delle famiglie di fatto attraverso i PACS.
- Vogliamo che le tecniche di riproduzione artificiale siano estese alle coppie non sposate, eterosessuali ed omosessuali ed ai single, riconoscendone il pieno diritto alla genitorialità.

 

3.

Diritto all'espressione della propria identità sessuale e di genere

Proponiamo che la legislazione venga riformata ed estesa, liberata dai vincoli punitivi, moralistici e proibizionisti, ponendo come obiettivo centrale il sostegno, l'inclusione sociale e la piena libertà di scelta e autodeterminazione dei cittadini che intraprendono il percorso di transizione attraverso:

- una legge che permetta ai/alle transessuali il cambio di identità sessuale sui documenti a prescindere dalla operazione di rettifica, sia per affermare i diritti dei/delle transessuali, sia per tutelarne la privacy e soprattutto per arginare le discriminazioni sociali;

- la gratuità delle terapie ormonali per transessuali a carico del sistema sanitario nazionale;

- l'abolizione dell'art. 4 legge 164/82, consentendo la conservazione della paternità o della maternità di un figlio avuto in un rapporto precedente la transizione, nonché la libertà di scelta della coppia sullo scioglimento del vincolo matrimoniale.

 

www.radicalidisinistra.it . Area tematica diritti civili: diritti@radicalidisinistra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl