Dopo 50 anni di silenzio, i partiti si lanciano sull'ele?ÿ?ISO-8859-1?Q?ttorato estero spendendo più di quanto la legge consenta

Dopo 50 anni di silenzio, i partiti si lanciano sull'ele?

03/apr/2006 19.58.04 Confederazione degli Imprenditori Italiani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Spero di sbagliarmi. Però le quantità e le qualità del materiale elettorale che è stato inviato insospettirebbe chiunque.

Sono pervenuti opuscoli a 12 pagine, presentazioni multimediali su CD-ROM, varie cartoline e lettere. Spesso più di uno allo stesso recapito. Avrebbero dovuto avere almeno il buon senso di mandare una corrispondenza per famiglia residente all'indirizzo, anzichè una per ciascuna persona residente al medesimo indirizzo.

Per poi non parlare dell'operazione di mailing che ha fatto l'Unione di Prodi, che ha inviato gli opuscoli dall'Italia via Posta Prioritaria. Anche questo inviato a ciascun residente.

Tantissimi sono anche quelli che hanno ricevuto telefonate da niente poco di meno che la voce di Berlusconi. Ci sono candidati che hanno 25 centraliniste che da settimane ogni giorno chiamano gli elettori per spiegare come si vota.

Bravi partiti italiani! Dopo 50 di silenzio non appena gli italiani all'estero sono diventati oggetto appetibile ai fini elettorali vi siete lanciati con la prepotenza e l'arroganza di chi può disporre di risorse praticamente illimitate.

Francesco de Leo

--------------------------------------------------------
Francesco de Leo
Candidato alla Camera dei Deputati
Circoscrizione America Settentrionale e Centrale
http://www.deleo.net

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl