SIAMO NOI IL MOVIMENTO INDIPENDENTISTA, APERTO A TUTTI ED ALLEATO DI NESSUNO

11/giu/2006 13.31.00 Movimento per l'Indipendenza della Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
MOVIMENTO PER L'INDIPENDENZA DELLA SICILIA
fondato nel 1943


- CUMUNICATU STAMPA -

SIAMO NOI IL MOVIMENTO INDIPENDENTISTA, APERTO A TUTTI ED ALLEATO DI NESSUNO

Apprendiamo non senza stupore che un gruppo di ex aderenti al "Movimento Iniziativa Popolare", recentemente confluito nell'Movimento per l'Autonomia di Lombardo, intenderebbe, unitamente a Nuova Sicilia (anch'esso confluito nell'Mpa), creare nell'ambito di tale movimento una "corrente indipendentista" che prenderebbe il nome di Movimento Indipendentista Siciliano.

La nostra meraviglia è duplice: innanzitutto, da indipendentisti convinti ed attivi, ci sembra strano che qualcuno possa volere servire l'Idea indipendentista all'interno di un movimento, l'Mpa, convintamente unitarista, italianista e "tricolore" finanche nel simbolo che ha visto prematuramente la scomparsa della nostra amata Sicilia. Non ci sembra possibile creare i presupposti per l'indipendenza culturale, sociale, economica e politica dall'interno di una forza politica al servizio della Stato colonizzatore (l'Italia) pur con intenti "riformatori" e "meridionalistici", e non a quello della Nazione vilipesa e colonizzata, la Nazione Siciliana.

In secondo luogo, proprio perché il movimento indipendentista, più precisamente il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia, esiste già dal 1943, ed è ad esso, e non agli "autonomismi" di ieri ed oggi o ancora a seguaci vecchi e nuovi di Don Sturzo, che si deve tributare il merito della lotta che ha portato a quello Statuto d'Autonomia, costato il sangue di tanti valorosi volontari indipendentisti. Statuto ahinoi sin da subito vilipeso, disatteso e disattivato da quella stessa classe politica di ascari, i cui discendenti oggi pretenderebbero invece eleggersi a difensori.

Ma il dato che esistano non solo fra la gente comune, che la principale componente odierna del MIS, ma anche nelle istituzioni e nei partiti, validi elementi pronti a spendersi in nome della Causa Siciliana e dell'Idea indipendentista non può che incoraggiarci ed invitarli ad unirsi a noi nel nostro entusiastico cammino vero la libertà per il Popolo Siciliano.

Quindi a costoro, ed in particolar modo allo stimato Direttore dell'Ente Bilaterale per il Turismo Siciliano, Totò Scalisi, il cui nome è stato fatto nelle notizie di stampa cui facciamo riferimento in apertura, va il nostro invito a contattarci e ad unirsi a noi. In nome della Sicilia e del suo futuro di indipendenza nello scenario euromediterraneo di cui è il centro, impegnandosi da subito per essa nelle nostre battaglie contro il Ponte sullo Stretto, contro l'oppressione economica e la depressione produttiva imposte, contro la sfruttamento e vilipendio ambientale, contro la mafia che è strumento di oppressione coloniale, contro la "devolution" centralista ed italianista che rappresenta l'ennesima beffa contro i Siciliani, i loro sacrosanti ed inalienabili diritti culturali e di autodeterminazione, e lo Statuto autonomistico che invece di essere lacerato, "emendato" o meglio annullato da questa riforma come dalla legge-quadro approvata all'Ars andrebbe recuperato ed attivato nel suo testo originario o meglio potenziato secondo i più recenti trends internazionali in tema di associazione si territori autonomi e confederalismo.

Cogliamo l'occasione per precisare, qualora fosse nuovamente necessario, che il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia non è in atto, né in potenza, alleato con alcun partito, movimento o coalizione. Ciò non esclude la possibilità di dialogo, che è fondamento della politica, con qualsiasi forza politica attiva in Sicilia, Italia o in altri stati, ed in particolar modo con quelle organizzazioni rappresentative di altre Nazioni senza Stato, così come l'eventuale opportunità, come già accaduto in precedenza, di siglare eventuali accordi tecnici e programmatici in eventuali ambiti territoriali, accordi sempre e comunque finalizzati alla realizzazione di porzioni qualificanti del programma politico del MIS, che intende sempre incidere sul presente per costruire il futuro della Sicilia indipendente.

Catania, 11 giugnu 2006

A cura dell'Ufficio Stampa, Comunicazione e Propaganda del M.I.S.


Movimento per l'Indipendenza della Sicilia

Sede Nazionale: Corso Italia, 289 - RIPOSTO (CT)

Tel. (+39) 095 934025 - (+39) 095 953464
(+39) 178 6012222
Fax (+39) 178 2211303
Mobile (+39) 3496933580

Sede S.Venerina : Via Giovanni Mangano, 17
Sede Belpasso: Via Lorenzo Bufali, 2
Tel. (+39) 3687817769

Internet: www.siciliaindipendente.org
(with english translation)

E-mail: mis1943@gmail.com

Skype id: nicheja

«Noi vogliamo difendere e diffondere un'idea della cui santità e giustizia siamo profondamente convinti e che fatalmente ed ineluttabilmente trionferà».

Andrea Finocchiaro Aprile, 1944




AVVERTENZA
I Comunicati informativi e/o stampa  del "Movimento per l'Indipendenza della Sicilia" rispettano le norme sulla privacy del Decreto Legislativo 196/giugno 2003. Essi non rappresentano spam ma informazione politica, culturale ed economica su argomenti di attualità e riflessione aventi ad oggetto la Sicilia ed i Siciliani. Sono inviati a coloro il cui indirizzo è stato segnalato dagli utenti stessi, da conoscenti, dalla Stampa o da elenchi resi pubblici. NON HANNO ALCUN SCOPO DI LUCRO. Chiunque collegato intendesse inviare informazioni, documentazioni, lo può fare, come anche fare inserire un nuovo indirizzo e-mail di un conoscente invitando l'interessato a mandare un messaggio a " mis1943@gmail.com".  Lo stesso procedimento, vale a dire l'invio di una e-mail al sopraindicato indirizzo vale per chi volesse essere cancellato dalla mailing list ai sensi del succitato Decreto Legislativo. Accettiamo di buon grado sia consigli che suggerimenti e/o sproni.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl