DELBENE: NASCA LA FEDERAZIONE DEL PSE ITALIANO

DELBENE: NASCA LA FEDERAZIONE DEL PSE ITALIANO Daniele Delbene «Nasca la Federazione per il PSE Italiano» La seconda Repubblica, con i suoi limiti e le sue disomogeneità, è in fase terminale e le ipotesi di continuità dell'anomalia Italiana rispetto il resto d'Europa, Partito Democratico e Moderato, si stanno dimostrando inadatte al sistema politico-culturale del nostro paese.

17/ago/2006 22.04.00 Ufficio Stampa-CostituenteNazionalePSE(Socialisti) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

Daniele Delbene

<< Nasca la Federazione per il PSE Italiano >>

La seconda Repubblica, con i suoi limiti e le sue disomogeneità,  è in fase terminale e le ipotesi di continuità dell’anomalia Italiana rispetto il resto d’Europa, Partito Democratico e Moderato, si stanno dimostrando inadatte al sistema politico-culturale del nostro paese.Rutelli e la Margherita dicono no ad una collocazione Europea nella normalità della politica del nostro continente, dove la sinistra d’ispirazione riformista trova riferimento nel PSE, e propongono utopistici e immotivati stravolgimenti delle famiglie politiche internazionali. La società sta cambiando con ritmi esponenziali e la politica deve essere capace di rispondere con un riaggiornamento continuo dei modelli socio-economici rendendoli in grado di indirizzare gli effetti e di garantire una sempre maggiore giustizia sociale per i cittadini .

Continua a fianco ->

 In una così delicata fase temporale, che necessità di grandi scelte e forti prese di posizione, diverrebbero inefficaci partiti democratici e / o moderati che rischierebbero di “combattersi al fronte” per una semplice presa di comando senza avere grandi differenziazioni sull’eventuale gestione della postazione conquistata.
Servono identità, valori, colori vivaci capaci di scendere nel profondo di una società sempre più complessa dove l’emancipazione sociale e con essa la libertà degli individui rischia ogni giorno di essere schiacciata dalla grandezza degli eventi e degli interessi globali. Per interagire con l’evoluzione delle cose è necessaria una sempre maggiore omogeneità della politica, nel contesto Europeo ed Internazionale, e in questo scenario diviene di grande rilevanza il ruolo dei socialisti. Rutelli, se vuol fare realmente il bene del paese, deve prendere atto dell’esistenza di consolidate  famiglie politiche europee e dell’inevitabile e necessario riferimento ad esse. Se la Margherita non ha ancora definito una propria collocazione in questo senso, visto che i propri parlamentari siedono nel parlamento europeo in banchi diversi, questo è un problema che non può essere condizionante per gli altri, ma casomai da risolversi in casa propria dove forse prevale il forte desiderio della costruzione di un partito democratico - cristiano e moderato. Altro è il percorso che spetta alle formazioni della sinistra riformista italiana ( Socialisti, Ds ecc..) : avviare un percorso federativo, quale momento di maturazione politico-culturale, in nome del PSE e dell’Internazionale Socialista.  Sul territorio nascano quindi, in maniera spontanea, i primi nuclei per il PSE e i socialisti tradizionali spendano in questo essenziale percorso politico le proprie energie rendendole forti con il superamento delle proprie divisioni.

Daniele Delbene
Presidente Nazionale Costituente Pse
Segreteria Nazionale Movimento Socialismo è Libertà

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl