Alternativa Tricolore: Grillo contro la Rai, ha dimenticato chi ha contribuito alla sua ricchezza.

17/feb/2014 20.09.59 Alternativa Tricolore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Al Festival di Sanremo 2014, oltre alla presenza di Fabio FazioLuciana Litizzetto, del gay dichiarato Rufus Wainwright e dei soliti invitati "come riempitivo", ci sarà anche Beppe Grillo deciso a protestare contro la Rai per lo spreco di denaro pubblico che la kermesse canora comporta.


Una protesta sterile, condotta da chi, nella "casta" della Rai, ha fatto fortuna, infatti grazie alla bontà di Pippo Baudo il giovane Grillo venne scritturato per due spettacoli, che se ben ricordiamo erano “Te la do io l'America” e “Te lo do io il Brasile”. Di qui iniziò la carriera del nuovo "paladino" degli italiani protestatari contro chi ci governa, poi tutto il resto è storia comune, riguardo al ragazzo di piazza Martinez, ragazzo che grazie al Servizio Pubblico pagato tramite il canone annuale dagli italiani ora è diventato miliardario, ma nonostante tutto, per semplice demagogia, si fa interprete della protesta senza poi proporre nulla.


La sua è pura immagine di uomo di spettacolo abituato a contestare a destra e a manca, un mestiere come tanti solo per far quattrini, e per far ridere gli italiani, ormai diventato un popolo di "anestetizzati", e in questo clima di sfascio ideologico e di crisi sociale i Grillo fanno fortuna, ma è solo apparenza, la storia ci ha insegnato che i "Masaniello"con il tempo hanno fatto sempre una brutta fine, e questo lo sarà anche per il tribuno genovese Beppe Grillo da S. Ilario!


Alternativa Tricolore

Federazione Provinciale di Genova

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl