Alternativa Tricolore: Grillo l'amico dell'Europa dei banchieri.

16/apr/2014 21.49.50 Alternativa Tricolore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Beppe Grillo, leader del M5S, mette sul suo blog una rivisitazione di “Se questo è un uomo”, di Primo Levi, con tanto di foto taroccata del noto ingresso di Auschwitz. Il tutto alla vigilia del riapprodo al Senato del DDL sul voto di scambio politico-mafioso contrastato dai pentastellati, questo scatena un putiferio di polemiche, da destra a sinistra, con tanto di reazioni della Comunità israelitica romana, tutto questo poco prima delle Europee facendo così perdere di vista problemi ben più seri delle sue pagliacciate da comico.


La cosa certa è che Grillo, da buon europeista, si mette in pubblico ad abbaiare contro il sistema per poi, con il suo immobilismo, favoreggiarlo, si sente onnipotente ed, in quanto tale, autorizzato a dire qualsiasi stupidaggine, sapendo di essere impunito e comunque protetto dai suoi sostenitori, facendo così scivolare in secondo piano il fatto che non sia in grado di fare proposte serie e percorribili.


Però è lecito che ci si faccia un esame di coscienza, per chiederci il perché oggi si caschi così facilmente nelle grinfie di questi “venditori di fumo”, ma se poi facciamo un'analisi profonda della politica, almeno di questi ultimi 25 anni, l'amoralità regna sovrana, e le persone serie, ci sembra, abbiano avuto poco successo.


Morale, Grillo è il più grosso alleato di questa Europa di usurocrati, e di banchieri pericolosi fanatici.


Luigi Cortese

Segretario Nazionale

 

Alternativa Tricolore

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl