Alternativa Tricolore: Busalla, rischia l’invasione di clandestini.

18/lug/2014 16.22.46 Alternativa Tricolore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Sono in arrivo, presso la struttura dell'ex ospedale Frugone di Busalla, una parte dei clandestini extracomunitari sbarcati nei scorsi giorni in Sicilia, ma quello che è più sconcertante è che sembrerebbe che, rispetto al numero previsto, siano in esubero. 

 

Ora anche nella Provincia di Genova si presenta il problema  “dell'emergenza” immigrati e della loro collocazione, visto che la recettività della struttura è molto minore rispetto alle previsioni. Oltre a questo contestiamo la valenza dell’accoglienza in base al metodo, la Prefettura deve seguire delle linee operative che siano in regola con le leggi vigenti  dettate dal Ministero dell’Interno e non agire di propria iniziativa.

 

Visto questo grave problema, noi di Alternativa Tricolore, facciamo appello alla Regione Liguria, al Comune di Busalla ed allo stesso Prefetto di Genova per conoscere quali misure verranno attivate, e il conseguente costo globale dell'operazione.

 

Ribadiamo il nostro NO all'operazione Mare Nostrum che, nel nome dell'accoglienza, ha creato in Italia  “allarme sociale”, una guerra tra poveri e, nel caso  di Castel Volturno, un pericolo costante dei cittadini che sono continuamente minacciati ed aggrediti. Riteniamo molto più utile che la struttura ospedaliera possa ritornare al servizio dei cittadini di Busalla, trasformandola, eventualmente, in una RSA, non è più possibile continuare a chiedere sacrifici ai liguri che sono sempre più poveri, e nel frattempo continuare a sprecare risorse imponendo una politica dell'accoglienza fallimentare, questa è una politica discriminatoria che non possiamo più accettare.

 

Alternativa Tricolore

 

Federazione Provinciale di Genova

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl