Comunicato Partito dei Romeni: Tensione a Ladispoli: perdono diritto di voto circa 300 romeni per colpa della burocrazia

Comunicato Partito dei Romeni: Tensione a Ladispoli: perdono diritto di voto circa 300 romeni per colpa della burocrazia Partito dei romeni in Italia- Identità Romena Sede legale: ROMA- Via Appio Claudio 289 Tel/ Fax: (+39) 06 71546412 Sede operativa: ROMA- Via delle Rupicole 103 Tel/ Fax: (+39) 06 2328 8342 www.identitatearomaneasca.it www.italiapir.blogspot.com ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ Comunicato stampa Ufficio stampa PIR: Miruna Cajvaneanu-portavoce: (+39) 329 4 93 77 92 ROMA, 27 maggio 2007, ore 21,10 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ Tensione a Ladispoli- i romeni non possono votare Gran parte dei romeni che si sono presentati oggi alle urne a Ladispoli non hanno potuto votare.

27/mag/2007 14.30.00 Partito dei Romeni in Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Partito  dei romeni in Italia- Identità Romena

                         Sede legale: ROMA- Via Appio Claudio 289 Tel/ Fax: (+39) 06 71546412

                         Sede operativa: ROMA- Via delle Rupicole 103 Tel/ Fax: (+39) 06 2328 8342

www.identitatearomaneasca.it                                                                                        www.italiapir.blogspot.com

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Comunicato stampa

Ufficio stampa PIR : Miruna Căjvăneanu-portavoce: (+39) 329 4 93 77 92

ROMA, 27 maggio 2007, ore 21,10

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Tensione a Ladispoli- i romeni non possono votare

 

Gran parte dei romeni che si sono presentati oggi alle urne a Ladispoli non hanno potuto votare. Seconde le prime stime, alle ore 20,00, circa 200- 300 di romeni hanno perso il loro diritto di voto per colpa della burocrazia.

 

I romeni di Ladispoli si sono iscritti sulle liste elettorale aggiunte nelle settimane precedenti o hanno richiesto oggi l’iscrizione, nelle modalità previste dalla legge elettorale.

Arrivati al seggio elettorale oggi per votare, è stato comunicato loro che non figurano sulle liste. Il motivo: non è stata rilasciata loro  la scheda elettorale.

Lo stesso impedimento per i romeni che si sono presentati oggi per essere iscritti sulle liste aggiunte, con i documenti e nelle modalità previste dalla legge.

Nemmeno il candidato PIR al consiglio comunale, Adrian Gherman, non ha potuto votare fino a quest’ora.

A Ladispoli c’è un’atmosfera piena di tensione, la gente protesta di fronte ai seggi. Domani, lunedì, è un giorno lavorativo, i romeni non potranno andare al voto, anche nell’improbabile ipotesi di ottenere la scheda elettorale.

Dalle prime precisazioni che abbiamo ottenuto, sembra che la colpa è dell’Ufficio Elettorale, che non ha provveduto a inoltrare le richieste al Tribunale, per le verifiche consuete. Più di 500 domande sono state così bloccate o “perse” all’Ufficio Elettorale.

Anche se in questa situazione si trovano anche dei cittadini italiani ed altri comunitari, la più penalizzata è la comunità romena. A Ladispoli hanno diritto di voto circa 25 000 cittadini, e i romeni iscritti sulle liste elettorali, molti dei quali in attesa del rilascio della scheda, erano più di 700.

 

Il Presidente Giancarlo Germani: “Il Partito dei Romeni in Italia a comunicato che domani si riserva il diritto di presentare una denuncia penale alla Procura della Repubblica in seguito agli eventi ancora in corso a Ladispoli. Ci riserviamo il diritto anche di chiedere l’annullamento delle elezioni nei comuni dove i romeni o altri cittadini comunitari sono stati o sono impediti di esercitare un diritto riconosciuto sia dalla legge italiana, che dalla normativa europea.”

 

Quello che succede a Ladispoli costituisce una gravissima violazione dei diritti di tutti i cittadini comunitari che vivono in Italia. Non è un problema elettorale del Partito dei Romeni, ma è un fatto che lede la dignità di un’intera comunità.

 

--000000000---
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl