=?utf-8?B?Q29tdW5pY2F0byBTdGFtcGEgRmlhbW1hIFRyaWNvbG9yZSBDYXN0ZWxsaSBSb21hbmkgZSBNb250aSBQcmVuZXN0aW5p?=

07/set/2007 15.49.00 Fiamma Tricolore Castelli Romani - Roma Sud Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"I Verdi dei Castelli sono vivi e lottano con(tro) noi"
 
"Con sollievo abbiamo appreso dalla stampa che i Verdi dei Castelli Romani sono vivi" - afferma Roberto Valacchi, responsabile della Federazione Castelli Romani e Monti Prenestini della Fiamma Tricolore - "eravamo sinceramente preoccupati; in un'estate rovente come quella che stà finendo e che ha trasformato in cenere centinaia di ettari di boschi nella zona tra i castelli romani e i monti prenestini, ci siamo più volti chiesti che fine avessero fatto quelli che con la tutela dell'ambiente giustificano la loro esistenza politica. Ora li ritroviamo, evidentemente appena tornati dalle vacanze e con le pinne ancora ai piedi, impegnati ad impedire una legittima e democratica festa di tre giorni della Fiamma Tricolore, in una zona tra l'altro privata". Massimo Carletti, sempre della Federazione castelli, continua:"Avere dei nomi esotici non è una buona giustificazione per interessarsi di problemi locali ad intermittenza e solo in nome di un odio nei nostri confronti per cui abbiamo tanta pena. Non si sentono le dichiarazioni di questi signori quando in nome di una solidarietà che ha tanto il sapore dello schiavismo, decine di non italiani muoiono nei cantieri edili che sorgono come funghi in tempi di governi di centro sinistra; non li si sente mentre le giovani coppie non riescono a costruire un futuro grazie alle folli politiche sociali dei loro compagni di partito che governano Regione e Provincia; non li si sente se non ci sono asili nido per piccoli italiani; e non li si sente ancora mentre le famiglie ormai non riescono ad arrivare a fine mese, strozzate come sono dai mutui delle amiche(loro) banche". Ricorda inoltre Valacchi come "in occasione della manifestazione della Fiamma Tricolore ad Albano di qualche tempo fa, mentre i nostri militanti sfilavano in maniera pacifica ed ordinata assistendo al comizio finale senza dar adito ad alcunchè, i cosidetti "democratici" antifascisti, nella medesima occasione e per protestare, non autorizzati, contro chi evidentemente sa comportarsi civilmente, davano spettacolo nel modo a loro più congeniale, in maniera scomposta, impaurendo la cittadinanza e costringendo i commercianti ad abbassare le serrande. L'ennesima dimostrazione di barbaria a fronte della civiltà da noi dimostrata" - conclude Valacchi - "Dimostreremo ancora una volta a questi "democratici" part-time cos'è la civiltà, facendoli divenire, se possibile, ancora più verdi. Di rabbia."        
 
Federazione Fiamma Tricolore
Castelli Romani e Monti Prenestini
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl