Proiettili per la Fiamma - Comunicato Stampa Fiamma Tricolore Castelli Romani e Monti Prenestini

12/set/2007 13.06.00 Fiamma Tricolore Castelli Romani - Roma Sud Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"Proiettili ad un dirigente della Fiamma. I Barbari calano su Albano"
 
"Ennesimo atto deprecabile ed intimidatorio dei cultori dell'odio e della violenza politica" - dichiara Roberto Valacchi, responsabile della federazione Fiamma Tricolore dei Castelli Romani e Monti Prenestini, in merito al ritrovamento nella mattinata di martedì, di due proiettili nella cassetta postale di Maurizio Boccacci, dirigente nazionale del partito di Romagnoli."Del resto non ci si può aspettare altro da chi ormai non ha più nulla da dire e proporre sul piano strettamente politico. Gli resta il collante dell'odio nei nostri confronti, di cui stanno dando ampia dimostrazione proprio in questi giorni ad Albano, in occasione della festa nazionale della Fiamma Tricolore". Continua Valacchi: "Basta sintonizzarsi sulle frequenze di Radio Onda Rossa, bell'esempio di come vengono utilizzati i fondi di Veltroniana elargizione, per ascoltare gli appelli deliranti a recarsi ad Albano, e far uso di violenza contro i "nazisti". Massimo Carletti, della medesima federazione, nota come "La festa della Fiamma si svolgerà in una zona periferica, regolarmente autorizzata e nel pieno rispetto delle normative comunali; le manifestazioni dei nipotini di Prodi al contrario, in barba ad ogni disposizione, si svolgeranno nel pieno centro di Albano. Non è difficile immaginare chi subirà il maggior disagio per questo ennesima dimostrazione d'intolleranza: i cittadini di Albano". Sottolinea ancora Carletti: "Le attività commerciali, oltre a rischiare qualche vetrina, soffriranno l'invitabile calo di clientela; quei cittadini coraggiosi che si avventureranno per le vie di Albano, vedranno preclusa la loro libertà di movimento e il traffico impazzirà mentre le strade verrano inevitabilmente e vergognosamente insozzate". Le agenzie di stampa riportano come Albano, secondo voci della Questura, sarà presieduta da un possente dispiegamento di forze dell'ordine. "Forze dell'ordine che, se questi giovanotti restassero a giocare ai videogiochi nelle loro belle case dei Parioli o dell'Eur, potebbero essere utili per quella "sicurezza del cittadino" che i governanti di sinistra ultimamente hanno tanto a cuore. Siamo dinnazi, al contrario all'ennesima dimostrazione di connivenza tra la sinistra che malgoverna e la sinistra che bendistrugge. Noi della Fiamma Tricolore" - conclude infine Valacchi - "esprimiamo la massima solidarietà al nostro dirigente nazionale Maurizio Boccacci per l'ignobile gesto intimidatorio, a tutta la popolazione di Albano e dei Castelli Romani che subiranno i deliri e le barbarie dei figli di papà che giocano alla rivoluzione, e per l'occasione poniamo piena fiducia nell'operato del Sindaco Mattei e di tutta la Giunta comunale, che per il rispetto delle regole democratiche sapranno sicuramente rispedire al mittente le provocazioni e le intimidazioni di quanti con la parola "democrazia" ci si riempiono soltanto la bocca".             
 
Federazione Fiamma Tricolore
Castelli Romani e Monti Prenestini
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl