"Res Sanità" Lazio - comunicato Fed. Fiamma Tricolore Castelli Romani-Roma Sud

27/nov/2007 15.00.00 Fiamma Tricolore Castelli Romani - Roma Sud Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Recitava amaramente una canzone di Domenico Modugno: "E il vecchietto dove lo metto/ dove lo metto non si sa/ mi dispiace ma non c’è posto/ non c’è posto per carità" e concludeva ancor più duramente "… va a finire che non c’è posto/ forse nemmeno nell’aldilà". Così si apre il commento di Roberto Valacchi della Federazione Fiamma Tricolore Castelli Romani - Roma Sud su uno degli aspetti della delicata questione della "Res Sanità" del Lazio. "Siamo alquanto sconcertati su come il Governatore Piero Marrazzo ed il suo fedele assessore alla Sanità, Augusto Battaglia, stiano cercando di salvare le capre ed i cavoli laziali, questuando al Governo soldi e tempi supplementari al commissariamento e cercando di coprire le proprie mancanze gestionali, andando a vessare chi non se lo può proprio permettere". "Prendiamo le RSA (residenze sanitarie assistite del territorio) e l’approvazione della delibera della giunta regionale 98/2007" - aggiunge Massimo Carletti sempre della Fiamma Tricolore - "Un vero è proprio gioco al massacro di stampo vergognosamente usuraio tra pensione, Isee, redditi dei congiunti e quant’altro, mentre, nel più completo caos, per gli ospiti con gravi patologie d’invalidità od in stato di completa solitudine nelle strutture, devono ormai da alcuni mesi accollarsi il pagamento di cifre da capogiro che vanno dai 1.500 euro in su al mese. E non sempre i numeri dei pezzi di carta si traducono in miglioramenti". "Qualora non si possa adempiere al citato pagamento, le RSA si vedono costrette alla dismissione dei pazienti" - incalza Valacchi - "Numerose sono le lamentele giunte a Marrazzo da indirizzi sociali, politici e legali ma a tutt’oggi il capo del Lazio fa orecchie da mercante, preferendo dilettarsi in altro. E ciò è scandalosamente vergognoso e mancante del più totale ed elementare rispetto e diritto per chi è anziano, soffre e non sa come vivere e fors’anche morire".   
 
Federazione Provinciale Fiamma Tricolore 
Castelli Romani - Roma Sud
fiammatricolore@gmail.com
349.0675700

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl