Lettera aperta dell'On.Mario Segni a Vittorio Feltri

04/mar/2004 15.40.29 Ufficio stampa Partito dei liberaldemocratici Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

LETTERA APERTA DELL’ON. MARIO SEGNI A VITTORIO FELTRI

 

Egregio Direttore,

il Suo giornale pubblica oggi la notizia che Callisto Tanzi avrebbe dichiarato ai giudici di avermi aiutato con un finanziamento di 50 - 100 milioni. Si tratta di contributi che nel corso di due campagne referendarie chiesi ed ottenni da Calisto Tanzi e che, non solo sono perfettamente legittimi, ma per legge non hanno alcun onere di pubblicità. Tuttavia, poiché credo che nel rapporto col danaro di un uomo pubblico debba esserci la massima trasparenza, Le preciso volentieri i particolari. Ottenni un contributo di 50 milioni durante la raccolta delle firme in preparazione del referendum del 99 sulla abolizione della quota referendaria, e un successivo contributo di 15 milioni nella fase ultima della medesima campagna. Un contributo più limitato ci era stato dato durante le campagne del ‘91 - ‘93.

    Non vi è niente di strano né tanto meno di illeggittimo in tutto questo. Le campagne referendarie, che allora non avevano alcun contributo pubblico, sono finanziate solo con sottoscrizioni dei sostenitori. A differenza dei finanziamenti ai partiti tali contributi non devono essere dichiarati pubblicamente.  Le nostre campagne di finanziamento erano rivolte soprattutto al mondo imprenditoriale, che del resto ci sosteneva apertamente (vi fu in alcune fasi anche un appoggio pubblico della Confindustria). In questo quadro mi rivolsi anche a Calisto Tanzi, che ringraziai e continuo a ringraziare per l’aiuto economico dato ad una causa che ritengo sacrosanta. Senza il contributo suo, di altri imprenditori e di tanti cittadini quelle campagne non sarebbero state fattibili. 

 

 

Cordialmente

Mario Segni

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl