Convegno sulla legalità in memoria di Giulio Castellino e di Giovanni Fazio: La posizione del Coordinamento Giovanile di Forza Italia di Palma di Montechiaro

immorale trattare da nababbo chi si è macchiato di trucidi delitti; vi sono

Allegati

31/mag/2004 18.19.19 Stefano Castellino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale

 

 

Convegno sulla legalità in memoria di Giulio Castellino e di Giovanni Fazio:

La posizione del Coordinamento Giovanile di Forza Italia di

Palma di Montechiaro

 

 

Con immenso dispiacere non abbiamo potuto partecipare ad un così importante evento per tutta la nostra cittadinanza, perché impegnati con l’On. Michele Cimino a partecipare al 2° Congresso Nazionale di Forza Italia. Ma con il nostro cuore e con il nostro pensiero eravamo presenti e accanto al nostro Sindaco Gaetano Falsone, il quale ha saputo dar vita ad un convegno di così alto livello e di così nobile ispirazione.

Eravamo comunque in contatto continuo con alcuni amici lì presenti ed abbiamo così potuto apprezzare le commuoventi parole del Primo cittadino nel ricordare le figure di Giulio Castellino e Giovanni Fazio. Inoltre non possiamo non essere d’accordo con il Procuratore Dott. De Francisci quando afferma che l’azione repressiva non può sortire alcun effetto se non vi è la certezza della pena, anche se, cosa che ci risulta assai strana, sono gli stessi magistrati a rimettere in libertà chi delinque. Siamo altresì convinti che il pietismo e il pentitismo non paghino, ma ci spieghi allora, il Signor Procuratore, perché i magistrati vanno alla ricerca spasmodica di pentiti, i quali, per due volte traditori (una volta dello Stato una volta del non-Stato), vengono ricoperti d’oro per estorcerne una pur minima, e forse poco attendibile, verità.  Si potrà obiettare che non vi è altro modo alcuno per raggiungere lo scopo investigativo, ma rimane un fatto altamente immorale trattare da nababbo chi si è macchiato di trucidi delitti; vi sono altri modi, forse meno democratici, per raggiungere lo stesso scopo. Ci dispiace ancor più non aver potuto fare queste osservazioni direttamente al nostro Procuratore, al quale auguriamo, comunque, un in bocca al lupo per quanto ha fatto e quanto continuerà a fare per la nostra Provincia, si può discutere sui mezzi ma il fine è comune: liberare la Sicilia, Agrigento, Palma dalle tenebre. Parte della luce che potrà squarciare queste tenebre deve essere prodotta da noi giovani. Il Questore Carmelo Casabona e il Tenente Colonnello Edera hanno colto nel segno: Palma, grazie ai giovani, può risorgere. Speriamo che l’intervento di due personaggi tanto illustri possa dar ancor più forza a questo messaggio da noi più volte riproposto, sia sul volantino Summa Veritas, sia sul vostro giornale. In questo senso gli interventi dei giovani liceali sono una conferma tangibile di questa tesi. I giovani rappresentano l’enorme potenziale di cui Palma può disporre per la ricostruzione delle coscienze e degli animi di tutti i nostri concittadini.

Le figure di Castellino e di Fazio devono essere d’esempio per quei giovani che hanno realmente a cuore l’interesse della nostra cittadina, perché solo attraverso il rispetto della legalità, il rispetto dello Stato, il rispetto delle Istituzioni, può crearsi quel focolare che vada ad incendiare le coscienze di tutti gli uomini. Castellino e Fazio sono diventati “eroi” perché si comportavano in modo normale in circostanze eccezionali…sfortunata è quella terra che ha bisogno di eroi. La vera rivoluzione, la rivoluzione del terzo millennio, è essere normali.

Ringraziamo indistintamente tutte le illustri personalità che hanno partecipato a questo evento, ma consentiteci un ringraziamento particolare a chi ha reso possibile tutto ciò: il nostro Sindaco Gaetano Falsone. Attraverso questi gesti, seppur simbolici ma fondamentali, si prepara la strada per un futuro migliore e si perpetua il ricordo di chi, per Palma, per lo Stato e per la legalità, si è immolato. Continui così Signor Sindaco, Forza Italia Giovani Palma non l’abbandonerà mai, questo coordinamento sarà sempre al suo fianco, come già le dicemmo in occasione della sua elezione, per quelle battaglie di civiltà e di ammodernamento di cui Palma necessita per quella resurrezione tanto agognata e auspicata.

 

 

 

Palma di Montechiaro lì 31/05/04                                                                        

 

Il coordinatore                                                                                                                Il vice-coordinatore       Stefano Castellino                                                                                                                     Benedetto Lombardo

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl