RIFIUTO DI PUBLIO FIORI AL GRANDE CENTRO

Innanzitutto perché non ci piace l'istituzione in sé; in secondo luogo perché nel settore, comunque, ci sarebbero soluzioni migliori; poi, perché la presenza di ospiti di ambigue inclinazioni (ex comunisti, socialisti, liberali, repubblicani, ecc. ecc.)

17/set/2009 12.21.31 Centro Democristiano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Rifondazione DC non intende entrare nell’harem di Casini. Innanzitutto perché non ci piace l’istituzione in sé; in secondo luogo perché nel settore, comunque, ci sarebbero soluzioni migliori; poi, perché la presenza di ospiti di ambigue inclinazioni (ex comunisti, socialisti, liberali, repubblicani, ecc. ecc.) fa nascere legittime perplessità sulla reale natura del soggetto e sulla sua effettiva ispirazione; infine i ‘custodi’ che gestiscono l’harem non sembrano disponibili a mettere in discussione il loro ruolo di guida, di controllo e di scelta.

Lo ha dichiarato Publio Fiori, Segretario Nazionale di Rifondazione DC, in vista degli Stati Generali del Grande Centro.
    “Fuor di metafora – ha concluso Fiori – siamo disponibili alla ricomposizione di un nuovo partito di chiara ispirazione cristiana, legato alla tradizione del popolarismo sturziano, organizzato secondo rigorose regole democratiche e con un programma concreto fondato sui principi della dottrina sociale della Chiesa. Ma non siamo disponibili  ad operazioni che puntino ad  ‘ingrassare’  l’UDC per creare un terzo polo opportunista e, quindi, incapace di scelte chiare, forti e coraggiose"

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl