GLI ECOLOGISTI PRESENTERANNO PROPRIA LISTA ALLE ELEZIONI DELLLA PROVINCIA E DEL COMUNE DI ROMA PER SMASCHERARE IL MONOPOLIO ILLEGGITTIMO E DEMAGOCICO DEI VERDI DEL SOLE CHE RIDE O FORSE MEGLIO DIRE DELLA SINISTRA ARCOBALENO!!!!

06/feb/2008 14.49.00 Ecologisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
GLI ECOLOGISTI PRESENTERANNO PROPRIA LISTA ALLE ELEZIONI DELLLA PROVINCIA E DEL COMUNE DI ROMA PER SMASCHERARE IL MONOPOLIO ILLEGGITTIMO E DEMAGOCICO DEI VERDI DEL SOLE CHE RIDE O FORSE MEGLIO DIRE DELLA SINISTRA ARCOBALENO!!!!

Gli Ecologisti , si presenteranno alle elezioni della Provincia e del Comune di Roma con una propria lista . Il Segretario Nazionale degli Ecologisti , Roberto De Santis, dichiara: <<il monopolio di tale istanza ,è figlia di quel conflitto di interessi che i Verdi del sole che ride rappresentano . Tale monopolio ha influito negativamente i media , impedendo ogni dialettica . I Verdi del sole che ride da sempre utilizzano strumenti non politici , come ad esempio alle scorse provinciali di Roma ed ad ogni nostra passata competizione elettorale , bloccando ed ostruendo la nostra partecipazione elettorale . E’ chiaro che questi strumenti non politici sono messi in atto per paura del confronto e per offuscare la realtà. In una sana democrazia ogni monopolio è deleterio , la nostra presenza elettorale vuole ridare voce alla democrazia , voce e corpo ai cittadini elettori! Quello che il movimento verde aveva anticipato nei suoi primi anni di vita , superando per primo le vecchie logiche e categorie di destra e di sinistra , offrendo agli elettori un confronto reale sui programmi ,è stato trasformato ,con una scelta errata , dai Verdi del sole che ride , da legittima istanza politica , ad istanza partitica . Questa la causa della perdita di centralità ,della sua spinta propulsiva, della sua credibilità . Gli Ecologisti vogliono superare ideologiche posizioni partitiche dello schieramento dei Verdi del sole che ride , affrontando la questione ambientale non più con semplici e machiavellici slogan , ma riportando il confronto su un terreno scientifico . La visione biocentrica dei verdi del sole che ride , incarna e rappresenta sotto altre spoglie una visione totalizzante di ispirazione marxista , contrapponendo una semplice e sterile concezione etica , che laici e cattolici rifiutano a priori , come tra l’altro ribadito da Giovanni Paolo II in un passaggio chiave dell’enciclica “Fides et Ratio” . La conservazione dell’ambiente può realizzarsi soltanto attraverso una sana politica di protezione del territorio , attuando concrete politiche all’interno dei Parchi , promuovendo azioni di salvaguardia della natura attraverso oculate politiche di gestione faunistica e venatoria . Ad una gestione statalista e fallimentare dell’ambiente gli Ecologisti sostengono e promuovono una forte politica che si basa sui principi di una “Economia Ecologica di mercato” >>.
Una seria politica ambientale , i cui valori comuni siano riconosciuti e condivisi dal mondo cattolico e laico , dunque non può prescindere dal porre in essere una serie di azioni e programmi che abbiano come obiettivo la centralità dell’uomo , con un ruolo teso e mirato a ripristinare un rapporto armonico con il creato . Ma se dunque una corretta politica ambientale non può prescindere dal recuperare una giusta armonia tra l’uomo ed il creato , dall’altro deve occuparsi anche di migliorare le condizioni di vita degli esseri umani e della qualità della loro esistenza. Proprio per questo gli Ecologisti ritengono opportuno porre in essere ogni iniziativa finalizzata a soddisfare e migliorare i parametri qualitativi di vita degli esseri viventi. Migliorare i parametri qualitativi di vita dell’uomo significa anche e soprattutto difendere l’ambiente. Uomo e natura non sono entità contrapposte , ma diversamente sono entità che devono riprodursi ed interagire in un corretto rapporto osmotico. Proteggere un corso d’acqua o l’aria che respiriamo , non significa solo proteggere l’ambiente , ma soprattutto permettere anche e soprattutto la sopravvivenza della specie umana. Questa diarchia e contrapposizione , prodotta da un certo ambientalismo , deve essere finalmente superata promuovendo e sensibilizzando le coscienze degli abitanti di questo pianeta , che in quanto esseri umani sono gli unici soggetti di diritto e di conseguenza gli unici dotati di ragione , pertanto con il dovere morale di garantire la sopravvivenza del pianeta per le generazioni future . Solo se ci si renderà conto dell’enorme responsabilità che pesa sulle nostre spalle e solo se ogni nostro sforzo sarà teso a recuperare un perfetto equilibrio con la madre terra , solo allora potremo sperare in un mondo migliore .


L’Ufficio Stampa






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl