ANTIPLAGIO e droghe per stupro

10/gen/2005 04.07.20 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TELEFONO ANTIPLAGIO 338.8385999
  Comunicato-stampa
  Riguardo la notizia della ragazza di Perugia che non ricorda di essere stata violentata, dopo essersi risvegliata nel parcheggio di una discoteca, vi segnaliamo che sono due le sostanze stupefacenti che possono esserle state somministrate a sua insaputa.
  SCOOP (GHB, LIQUID X, GAMMA-OH): sostanza di laboratorio, chiamata anche ecstasy liquida, priva di odore e colore e leggermente salata. E' presente naturalmente nell’organismo dei mammiferi, soprattutto nel cervello. Provoca ipnosi chimica e danni irreparabili agli organi interni. E' facilmente somministrabile con qualunque bevanda; se pero' viene assunta insieme ad altre droghe o alcool, costituisce un cocktail mortale. Ha effetti disibinitori e aumenta le prestazioni sessuali. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro senza che possano reagire. Effetti collaterali: vertigini, nausee e incontinenza.
  BURUNDANGA: polvere inodore e incolore estratta da un arbusto (borrachera), tipico dell'area tropicale andina (Colombia). Genera ipnosi chimica, annulla la volonta', provoca perdita di memoria ed e' utilizzata nelle cerimonie religiose. Ogni anno almeno 6000 persone, a Bogota', finiscono all'ospedale a causa di questa droga. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro, senza che possano rendersene conto.
  Un secondo fine della diffusione di queste droghe, che vengono somministrate ad insaputa delle vittime - ovvero gratuitamente - e' quello di derubare gli ignari consumatori.
  Vi invitiamo a visitare il nostro Rapporto annuale sul satanismo, dove e' pubblicato l'elenco delle sostanze naturali e psicoattive (di seguito elencate) utilizzate ANCHE IN ITALIA - spesso ad insaputa delle Autorita' - per annullare la volonta' di chi ne fa uso: www.antiplagio.org/satanismo.htm .

  SOSTANZE NATURALI
  ACONITO: cresce nell'area del mar Mediterraneo e determina un sensibile rallentamento cardiaco e ipotensione. Da' la sensazione di volare. La coscienza e' lucida fino all'ultimo. Si applica sulla pelle.
  ALCOL ETILICO (o etanolo): il ruolo dell'alcool nell'incrementare l'aggressivita' umana e' stato dimostrato ripetutamente, anche se sembra intenzionalmente ignorato, considerato il business che ne deriva; nei minori e' usato per stimolare l'aggressivita'. L'alcool (pure in piccole dosi) libera la persona dalle sue inibizioni, inducendo disorientamento, confusione e allucinazioni. Determina una grave compromissione del controllo motorio e sensoriale con psicosi pseudoparanoidi, disorientamento temporale, ideazione delirante, senso di potenza, grandiosita' e persecuzione, demenza persistente, intossicazione, ansia, disturbo anamnestico persistente, dell'umore, del sonno, della personalita': piu' l'eta' e' precoce, piu' c'e' possibilita' di dipendenza e disturbi correlati.
  AMANITA MUSCARIA (e amanita panterina): fungo velenoso coltivato nella penisola di Kamchatka. Provoca effetti allucinatori ed estasi, rallentamento del battito cardiaco, aumento di sudorazione e salivazione. Eliminato con le urine, conserva la sua attivita' fino a 5 passaggi. Per questo motivo alcuni capi, allo scopo di prolungare lo stato allucinatorio, invitano a berle.
  ARECA CATECHU: cresce nel sub continente indiano e nel sud-est asiatico. Abbinata ad altre erbe suscita euforia.
  AYAHUASCA: originaria del Peru', provoca allucinazioni e viene somministrata per scopi pseudo-divinatori o telepatici. Puo' generare gravi intossicazioni epatiche. Il suo principio attivo e' la banisterina.
  BANISTERIA (detta telepatina): cresce nelle regioni tropicali e sub-tropicali del continente americano. Provoca la sensazione di essere dotati di facolta' extrasensoriali.
  BELLADONNA: cresce in Europa e Asia. Produce eccitamento, delirio, vertigini, disturbi visivi e auditivi.
  BLACK X2: estasi vegetale a base di caffeina, colina, sinefrina, carnitina, arginina e taurina.
  BUFOTENINA: allucinogeno estratto dalla pelle di rospo.
  BURUNDANGA: polvere inodore e incolore estratta da un arbusto (borrachera), tipico dell'area tropicale andina (Colombia). Genera ipnosi chimica, annulla la volonta', provoca perdita di memoria ed e' utilizzata nelle cerimonie religiose. Ogni anno almeno 6000 persone, a Bogota', finiscono all'ospedale a causa di questa droga. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro, senza che possano rendersene conto.
  CLAVICEPS: cagiona debolezza fisica, alterazioni visive, deliri e depersonalizzazione. Il suo principio attivo contiene LSD.
  COCA: e' estratta da una foglia omonima che cresce nelle Ande. Chi la consuma cerca energia, potenza e una forte dose di stimolazione sessuale. Puo' provocare deliri e allucinazioni e, a lungo andare, gravi problemi cardiaci. Genera aggressivita' e illusoria resistenza fisica.
  COHOBA: pianta in polvere allucinogena di Haiti, usata per le estasi nelle cerimonie religiose.
  CORYDALIS: comune in Europa e in Canada, provoca catalessia e perdita dell'iniziativa motoria e della capacita' di modificare una posizione.
  ECSTASY: anfetamina con allucinogeno. La sua larga diffusione in discoteca e la possibilita' di produrla in laboratorio l'hanno resa accessibile a tutti, anche se non si sa con precisione cosa contenga una cosiddetta pasticca. Assunta per via orale, attiva le funzioni psichiche, generando parole fluenti e rapporti facili. Provoca dilatazione delle pupille, dimagrimento, schizofrenia, stati alterati di coscienza e gravi problemi cardiaci.
  FREE HEMP: bevanda alla caffeina con estratto di canapa.
  GHB: sostanza di laboratorio, chiamata anche ecstasy liquida, priva di odore e colore e leggermente salata. E' presente naturalmente nell’organismo dei mammiferi, soprattutto nel cervello. Provoca ipnosi chimica e danni irreparabili agli organi interni. E' facilmente somministrabile con qualunque bevanda; se pero' viene assunta insieme ad altre droghe o alcool, costituisce un cocktail mortale. Ha effetti disibinitori e aumenta le prestazioni sessuali. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro senza che possano reagire. Effetti collaterali: vertigini, nausee e incontinenza.
  IPOMOEA TRICOLOR (e rivea corymbosa o yerba del serpiente): cresce anch'essa in Messico e provoca perdita di coscienza, depersonalizzazione, apatia e produzione di visioni.
  KAT: erba dello Yemen e dell'Etiopia usata come allucinogeno e afrodisiaco.
  KAWAKAWA: radice di pianta polinesiana, con effetti simili all'alcool ed alla marijuana. Provoca rilassamento, euforia e talora percezioni psichiche alterate.
  KRATOM PWD: erba proveniente dalle zone piu' remote del sud-est asiatico, provoca stimolazione e sensazioni di contatto ed armonia con la natura.
  MANDRAGORA: radice afrodisiaca e velenosa, produce ebbrezza ed effetti narcotici. Chi dice che guarisce dalla sterilita' afferma il falso.
  MARIJUANA (e hashish): foglie e fiori di erba, seccati e trinciati, o resina estratta dalla stessa pianta. E' la piu' consumata nel mondo; provoca immaginazione, percezioni, distacco dalla realta', disturbi della memoria e deficit immunitari.
  NYMPHAEA AMPLA: vive in Messico e determina stati di trance con apparenti facolta' visionarie.
  ORANGE MUSHROOMS: fungo allucinogeno arancione.
  PEGANUM HARMALA: pianta ornamentale presente in Russia, Francia, Spagna ed Egitto. Determina euforia, senso di leggerezza, allucinazioni, convulsioni e pseudo-predizioni. In Italia cresce spontaneamente solo nei dintorni di Cagliari.
  PEYOTL: nasce negli Stati Uniti e nel Messico. Produce ebbrezza, allucinazioni colorate, visioni terribili e riduzione del campo visivo. Dal peyotl si isola la mescalina, in grado di modificare la coscienza in maniera profonda.
  PSYCHOTRIA VIRIDIS: sostanza sacra, originaria della foresta amazzonica, usata per entrare nel mondo soprannaturale e parlare con le divinita'.
  PSYLOCIBE: fungo sacro presente ancora in Messico, chiamato pure teonanacatl. Determina allucinazioni, sensazione di volare, di chiaroveggenza e di trasmissione del pensiero.
  SALVIA DIVINORUM: lontana parente della salvia utilizzata in cucina, e' una sostanza con attivita' allucinogena che puo' rendere manifeste alcune patologie psichiatriche latenti, come le psicosi acute e le psicosi depressive, anche in modo irreversibile. Puo' provocare stati di incoscienza e perdita temporanea di memoria, distorsione della percezione e perdita del contatto con la realta’. Il Ministero della Salute, in data 25/6/04, ne ha disposto il sequestro su tutto il territorio nazionale.
  STP: allucinogeno sintetico che provoca viaggi cattivi, contrariamente a quanto affermato (cioe’ che sia stato inventato dagli angeli dell'inferno per produrre serenita’ e pace).
  STRAMONIO (DATURA): originario del mar Caspio, e' ormai presente su tutte le sponde del Mediterraneo. E' detto erba del diavolo. Si trova anche in Messico e in Arizona. Suscita allucinazioni, estasi, senso di forza e onnipotenza. In Ecuador viene data ai bambini difficili perche' si crede che, dopo l'assunzione, gli spiriti degli antenati tornino a sedarli.
  TABERNANTHE IBOGA: cresce nel Congo. E' utilizzata per combattere la fatica e ottenere l'estasi.
  VOLUBILIS: estratto allucinogeno di due piante rampicanti.
  YAGE: pianta originaria della foresta amazzonica, usata per mettersi in contatto con l'aldila' e guarire gli ammalati. E' uno degli ingredienti principali della Ayahuasca.
 
SOSTANZE PSICOATTIVE
  ALOPERIDOLO: potente molecola e capostipite di una serie di antipsicotici maggiori. Nel periodo della contestazione al comunismo in Russia e' stato usato sui prigionieri politici per annientarne la
  volonta', diminuire il livello dell'intelligenza e spesso spingere al suicidio.
  AMITRIPTILINA (Redomex): antidepressivo triciclico che serve per ammorbidire le persone.
  FLUNITRAZEPAM: usato nel trattamento a breve termine dell'insonnia. Negli Stati Uniti e' chiamato pillola dell'oblio. Colui che prende tale sostanza non dorme, non puo' parlare, camminare ecc. Rende apatici, svuotati e da' la sensazione che tutto cio' succede e' voluto dalla stessa persona che lo ha ingerito.
  KETAMINA (molto simile al PCP): anestetico generale che viene utilizzato per uso umano e veterinario. La sua azione anestetica e' particolare; e’ chiamato empatogeno; va assunto in ambiente silenzioso, in quanto i minimi stimoli provocano forti emozioni; e' anche chiamato anestetico dissociativo, poiche' provoca allucinazioni particolarmente vivide, intense e colorate, esperienze extracorporee, visioni di altre realta' (mistiche ecc.); dosi sub-anestetiche della ketamina provocano quindi effetti psichedelici. Di solito, in anestesia, la ketamina e' usata con benzodiazepina, che induce amnesia delle allucinazioni; inoltre non e' necessaria la respirazione assistita, poiche' a dosaggi normali non diminuiscono respirazione e circolazione. La ketamina e' un prodotto sintetico; per scopi psichedelici viene venduta sotto i nomi di Special K, Vitamina K, Ket, Kitkat, Purple, Superacid; e' stata usata dagli psiconauti per esperienze fuori dal corpo o di premorte. La ketamina si puo' sniffare e assumere anche per via intramuscolare, orale e rettale.
  PCP (feniciclidina o benctazina): e' chiamata anche polvere degli angeli e droga della ricreazione o del benessere; ha effetti psicostimolanti. E' usata come sostanza psichedelica per esperienze di stati alterati di coscienza.
  REACTIVAN: e' stato ritirato dalla vendita; non e' piu' presente nella farmacopea ufficiale. E' composto di anfetamine e sostanze stabilizzanti dell'umore. E' ancora venduto in alcune nazioni europee ed africane.
  NITRITO DI AMILE (o POPPER o DMT di base): attualmente e’ stato modificato per essere piu’ attivo; in questo caso si parla di POPPERS. Come la marijuana di adesso, e’ piu’ attivo di quella di vent'anni fa, piu’ concentrato e piu’ pericoloso perche’ coltivato e trattato diversamente. In alta Italia e in Svizzera e' raffigurato, sui muri, con un omino dal cervello deconnesso, che indica un percorso.

Per ulteriori approfondimenti, potete contattare il dottor Giorgio Gagliardi, nostro consulente, medico psicoterapeuta: 031/681025, 347/4712328.
10/01/05, Ufficio Stampa Antiplagio 338.8385999
www.antiplagio.org - www.antiplagio.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl