Madonnina Civitavecchia, ANTIPLAGIO informa card. Ratzinger

ad Assemini (prov. di Cagliari) nel 1994, e' risultato che il DNA del sangue

11/feb/2005 03.32.20 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TELEFONO ANTIPLAGIO 338.8385999
Comunicato-stampa dell'11/2/05
In data odierna il nostro comitato di volontariato ha inviato la seguente informativa alla Congregazione per la Dottrina della
Fede, Palazzo del Sant'Uffizio (Citta' del Vaticano): unico organismo della Santa Sede preposto a promuovere e tutelare la fede e a giudicare i fenomeni soprannaturali.
---------------------------------------

Il dossier della diocesi di Civitavecchia, per il decimo anniversario delle 'lacrimazioni' della madonnina di Pantano, tralascia particolari importanti e non risolve alcuni dubbi.
1) Il DNA del liquido ematico maschile ritrovato sulla statuetta non e' mai stato messo a confronto con il DNA del sangue dei proprietari della statuetta e dei loro parenti; non e' vero che si sono sempre dichiarati disponibili a farlo. La famiglia Gregori e' ricorsa perfino alla Corte Costituzionale pur di evitarlo. Se non avesse avuto nulla da nascondere, non ci sarebbe stato motivo per non accettare la comparazione. In un caso analogo, verificatosi ad Assemini (prov. di Cagliari) nel 1994, e' risultato che il DNA del sangue ritrovato su una statuetta della Madonna era quello della proprietaria. Successivamente il vescovo di Cagliari decreto' la non soprannaturalita' del fenomeno.
2) I signori Gregori, dopo l'evento, sarebbero entrati in possesso di altre statue che lacrimano ed emanano profumo, accompagnate da un centinaio di visioni della Madonna. Le autorita' preposte dovrebbero verificare se qualcuno sta ancora speculando su tale fenomenologia.
3) Quando i volontari di Telefono Antiplagio (comitato che difende le vittime di ciarlatani e santoni) si sono recati a Civitavecchia per osservare da vicino la situazione, sono stati circondati dagli addetti alla sicurezza ed ai parcheggi, tra cui i Gregori, che hanno sottratto loro, arbitrariamente, un rullino fotografico.
4) Il fenomeno di Civitavecchia e' avvenuto nel bel mezzo di una cinquantina di lacrimazioni, a partire dal 1993 (Lazise, Assemini, Valverde, Salerno, Subiaco, Castrovillari ecc.), tutte regolarmente smascherate. Tra tanti inganni, quindi, la Madonna avrebbe deciso di compiere un miracolo.
5) L'affermazione (contenuta nel dossier) che il sangue, essendo maschile, finisce per rivelarsi come un ulteriore segno di credibilita' nella dimensione cristiana, non e' plausibile: perche' il sangue della madonnina di Civitavecchia, come hanno rivelato le analisi, ha le caratteristiche di un uomo contemporaneo e, quindi, non puo' appartenere a Gesu' Cristo. Tornerebbero utili, pertanto: a) l'analisi della sequenza degli amminoacidi costituenti l'emoglobina, paragonata a quella degli abitanti di Civitavecchia e all'emoglobina di un attuale palestinese; b) la ricerca di glicemia e/o colesterolo: valori legati al periodo storico. E' molto probabile, inoltre, che 2000 anni fa il sangue presentasse delle carenze in alcuni valori, determinate dalla mancanza di un'alimentazione completa.
6) Il fatto che il vescovo di Civitavecchia sia stato testimone di una lacrimazione deve tenere conto che il sangue coagulato puo' rilasciare gocce di siero rosastro a distanza di giorni.
7) All'interno della Commissione Teologica costituita da monsignor Grillo, composta da 11 persone, non e' stata raggiunta l'unanimita'. Uno dei membri ha affermato che non ci sono argomenti per sostenere che il fenomeno rivesta le caratteristiche di un intervento soprannaturale. Tre si sono astenuti dal pronunciare un giudizio circa la soprannaturalita', in quanto sarebbe stato opportuno un esame piu' approfondito del contesto e la lettura del senso specifico dell’evento. Pertanto il loro puo' essere definito parere sospensivo o dubitativo.
8) Nel dossier su Civitavecchia si afferma che a Pantano, in base agli elementi disponibili ed al ragionamento, non ci sono e non ci sono stati trucchi ne' frodi. Senza la consulenza di un esperto in trucchi e illusioni non si puo' pervenire ad una dichiarazione del genere.
9) Per non creare confusione nei fedeli, l'opinione della diocesi di Civitavecchia non avrebbe dovuto precedere il Vostro pronunciamento.
10) Una restauratrice ha segnalato a Telefono Antiplagio che, di recente, durante i lavori di ripristino di alcune sculture, le e' capitata tra le mani una statuetta della Madonna del '400 (ora conservata in una chiesa della Sardegna) al cui interno e' presente un congegno meccanico per far piangere l'effige. Cio' dimostra che questi ed altri stratagemmi vengono utilizzati fin dal medioevo. Il nostro Paese e' stato spesso caratterizzato dalla presenza di simulacri mariani piangenti. A Roma, per esempio, nel 1796, durante l’occupazione francese, si sparse la voce che un numero impressionante di quelle sculture erano state viste muovere gli occhi e perfino lacrimare: in piazza Argentina ce n'e' una con la lapide. Alcune autorita' ecclesiastiche del tempo sottoscrissero l’autenticita' del prodigio 26 volte! Pero' di quei 26 simulacri non e' rimasto nulla.
Telefono Antiplagio 338.8385999
www.antiplagio.org - www.antiplagio.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl